"Essere sufficientemente buoni con se stessi!". L’accettazione di sé è la chiave principale per essere più felici, eppure le persone la praticano poco.

felicità

Una nuova ricerca che ha coinvolto circa 5.000 persone ha trovato un forte legame tra l'accettazione di sé ed il sentimento di felicità. La scoperta proviene dai risultati derivanti da una ricerca effettuata dall’istituto di carità Action for Happiness, in collaborazione con Do Something Different..

L’indagine ha voluto valutare la pratica quotidiana di dieci abitudini quotidiane che la scienza ha dimostrato essere in grado di rendere le persone più felici.

Di seguito sono elencate le 10 abitudini, con il punteggio medio attribuito dai partecipanti al sondaggio, su una scala di 1-10, alla loro propensione a svolgerle durante la giornata:

  1. Giving: fare le cose per gli altri (7.41);
  2. Relating: connettersi con le persone (7.36);
  3. Exercising: prendersi cura del proprio corpo (5,88);
  4. Appreciating: notare il mondo che ci circonda (6,57);
  5. Trying out: continuare a imparare cose nuove (6.26);
  6. Direction: porsi obiettivi per il futuro (6.08);
  7. Resilience: trovare il modo di riprendersi dalle difficoltà (6.33);
  8. Emotion: adottare un approccio positivo (6.74);
  9. Acceptance: stare bene con se stessi, accettare se stessi (5.56);
  10. Meaning:: essere parte di qualcosa di più grande (6.38).

(Si noterà che le iniziali delle 10 abitudini formano la parola “great dream” (grande sogno)).

La ricerca ha mostrato una forte correlazione tra felicità e l'auto-accettazione (Acceptance) che però è, tra le “buone abitudini”, quella meno praticata, con una media di soli 5,56.

E’ invece, il “Giving”, ovvero il dare o il fare qualcosa per gli altri, la “buona abitudine” più praticata.

Uno degli psicologi coinvolti nella ricerca, il professor Karen Pine ha dichiarato:

"Praticare queste abitudini può davvero aumentare la nostra felicità. E’ bello scoprire così tante persone che quotidianamente cercano di aiutare gli altri, abitudine che tra l’altro, rendendo più felici gli altri, si riflette sul proprio benessere. Questa ricerca, inoltre, mette in evidenza che praticare l'auto-accettazione è un elemento centrale per incrementare il sensoi di felicità di molte persone.

Anche svolgere esercizio fisico, come è noto, produce effetti benefici sull’umore, quindi se le persone intendono diventare più felici dovrebbero impegnarsi ad essere anche fisicamente più attive ".

Anche il Dr Mark Williamson, direttore di Action for Happiness, è intervenuto dichiarando:

"La nostra società ci mette una grande pressione per cercare di avere successo e ci spinge a confrontare costantemente noi stessi con gli altri. Tutto questo ci provoca una grande quantità di infelicità e di ansia. Questi risultati ci ricordano che se siamo in grado di imparare ad essere più tolleranti con noi stessi e ad accettare come realmente siamo, abbiamo più probabilità di vivere più felici ".

Come praticare l’auto-accettazione?

I ricercatori evidenziano tre modi per aumentare la propria auto-accettazione:

  1. Essere gentili con se stessi come lo si è con gli altri. Vedere i propri errori come opportunità per imparare e crescere. Notare le cose che si fanno bene, per quanto piccole possano essere.
  2. Chiedere ad un amico o un collega fidato di dirci quali sono i nostri punti di forza o quali qualità lui vede in noi.
  3. Trascorrere un po' di tempo in tranquillità, da soli. Sintonizzarsi su come ci si sente dentro e cercare di essere in pace con quello che siamo. "

 

http://www.actionforhappiness.org/news/self-acceptance-could-be-the-key-to-a-happier-life