Sarà capitato a tutti di essere attratti da una persona, che fisicamente non consideriamo particolarmente “bella”, ma che scatena in noi una forte eccitazione ed un alto desiderio sessuale.

Il motivo di questa inspiegabile attrazione, può essere ricercato nei FEROMONI, cioè gli ormoni sessuali, che si trovano nelle secrezioni organiche: saliva, sangue, sperma, sudore, e fluido vaginale. Anche alcuni derivati del testosterone potrebbero essere considerati dei feromoni.

Se l’odore di un uomo non piace, ci si ritrova a lasciarlo, nonostante il suo fascino, la sua bellezza o il suo status.

Sarà capitato a tutte, almeno una volta nella vita, di annusare la maglia di un uomo, di provare una forte attrazione sessuale per lui e di immaginare ancora una volta un suo abbraccio!

L’odore naturale del proprio uomo è uno dei motivi per cui si decide di intraprendere una relazione.

Le sostanze odoranti vengono rilasciate dalle ghiandole sudoripare, nella zona dei genitali o sotto le ascelle.

Quando si è vicino all’uomo desiderato, si riescono a percepire questi odori direttamente nel suo sudore, e sentire quindi, un’attrazione sessuale per lui.

Le donne sono molto più sensibili a questo odore e spesso sono più propense ad interrompere una storia a causa di un odore poco gradevole, mentre un uomo, solitamente, non se ne accorge.

Se l’odore del proprio partner piace poco, potrebbe significare che si è troppo simili geneticamente, e quindi si può avere attrazione sessuale verso un altro uomo.

 

Tra gli ormoni maschili si trova l’androsterone, un derivato del testosterone prodotto nei testicoli e presente nel sudore, nello sperma e nel sangue, che per la maggior parte delle donne ha un odore particolare. 

L’androstenedione, prodotto dalle ghiandole surrenali, può influire sulla donna in modo indiretto: questo ormone può potenziare l’ attrazione sessuale per un uomo, e può avere effetti benefici sul tono dell’umore. Alcune donne trovano l’odore di questo ormone più gradevole durante i giorni fertili del ciclo mestruale (potrebbe esserci una correlazione “ancestrale”, evidente negli animali, con la parte più istintiva, che porta alla maggiore disponibilità al coito, durante la fase ovulatoria del ciclo).

 

E’ bene sottolineare però, che non esistono ancora studi con valenza scientifica, che attestino la reale presenza dei feromoni umani, anche se negli ultimi anni, sono stati proposti nei sexy shop, “Profumi ai feromoni”, che hanno la presunzione di riprodurre i feromoni naturali. Non c’è però, nessuna correlazione scientifica che attesti la veridicità di tali prodotti, secondo i quali l’utilizzo del profumo ai feromoni può scatenare un’improvvisa attrazione da parte del partner desiderato ed ambito. Insomma, vengono venduti come ottimi prodotti per aumentare le capacità seduttive, ma non hanno in realtà alcuna capacità specifica in tal senso.

Mi viene in mente un recente film (Com’è bello far l’amore), in cui l’attore Fabio De Luigi si spruzza uno di quei profumi e, camminando in strada, gli unici veramente attratti risultano essere alcuni cani randagi, che lo inseguono! Possiamo, quindi, tranquillamente dire…attenzione alle streghe con le loro pozioni magiche ammalianti!!!