alessandra.varotto_rapsfeld_quer.jpg.1411403alessandra.varotto_rapsfeld_quer.jpg.1411403 

 

Leggo in un social e riporto quanto segue.

Una ragazza si presenta così ad una vasto pubblico.

 

""Ha studiato Gestalt Counselling presso Master triennale Gestal-counselor, ASPIC (AN) - Precedentemente: istituto statale d'arte

Lavora presso se stessa - Emotional Coach - e EFT/Crescita Personale""

 

Ecco quello che succede oggi nel campo della psicologia che chiamo “allargata”.

Una Tizia, in possesso (sì o no) di un diploma di scuola media superiore, frequenta un corso di counseling, magari tenuto da psicologi e psicoterapeuti, dopo di che si mette lei stessa sul “mercato” operativo e svolge attività di “counseling” organizzando Corsi e, nel frattempo, “operando” su soggetti aggrediti dall’ansia e dall’angoscia o da altre forme nevrotiche.

Questa è quella che chiamo “psicologia allargata”, e cioè quella psicologia che viene svolta come un lavoro continuativo con molti soggetti, in un luogo di ritrovo, e cioè nel proprio "studio". Questi counselors hanno aggirato gli studi di Psicologia frequentando dei corsi (o incontri) di qualità più o meno dubbia. Dopo di che essi stessi operano con soggetti svolgendo corsi d’informazione e di “operazione” su sintomi di ansia, di angoscia, e dando consigli in merito, o intervenendo con esercizi “vari”. Sono corsi che radunano molte persone, e tutti i soggetti che li frequentano "pagano” delle quote per le operazioni di suggerimento e di consiglio. Spero peraltro che un counselor si limiti a fare questo e che non metta mano né al corpo del soggetto, se non per fare massaggi, né soprattutto alla psiche del soggetto. Ma ne dubito. Occorrerebbe frequentare un corso del genere per saperne di più.

Notate: la “coach” ha studiato in un Istituto statale d’arte. Spero almeno che abbia conseguito qualche diploma, in quell’Istituto, ma potrebbe anche essere venuta via dall'Istituto d'arte prima dell’ultimo anno del corso, o prima dell’esame di maturità. Non lo dice.

Poi ha frequentato un corso triennale di Gestal-Counselor, ***** (^^). E lavora presso “se stessa”. Cioè è una libera professionista, ma non si sa se possiede una Partita IVA aperta o no.

C’è una foto che la ritrae mentre sta facendo lezione ad un gruppo di una quindicina di giovani, che si sottopongono ad una serie di esercizi ginnici, di rilassamento o di “estatica” attesa.

E ci sono tante colleghe e colleghi che non hanno lavoro e non riescono ad inserirsi come psicologi qualificati da una laurea in Psicologia e dall’esame di Stato, e molti anche da una corso quadriennale post Laurea di Psicoterapia, perché non riescono a trovare clienti!!

Questo è quello che ho già denunciato qualche anno fa predicendo che presto sarebbe accaduto che per molti psicologi non ci sarebbe stato più lavoro. È facile e più aggregante frequentare corsi del genere (che non sono soltanto informativi) per soggetti disagiati o afflitti da malesseri psicologici molto importanti e gravi.

E’ una nuova figura quella del counselor e molti di noi hanno contribuito a creare questa figura in Italia.

Se avete notizie più confortanti in merito fatene menzione qui o altrove. Grazie. Saluti a tutti.