“Che noia, che barba!"
Ricordate la coppia più longeva e simpatica della storia?
Raimondo Vianello e Sandra Mondaini.
Tra noia, barba, dispettucci e litigi, hanno resistito davvero tantissimi anni insieme, allietandoci con i loro aneddoti di vita quotidiana.
La coppia stabile, prima o poi - e non si sa perché -, viene rapita dalla noia.
Lentamente ma costantemente, passerà dall'empatia e dalla simpatia, all'antipatia ed alle divergenze di desideri e bisogni.
Dall'erotismo bruciante alla sessualità pro-concepimento e pro-normalità.
Fino ad arrivare alla presenza di possibili amanti.

 

Qualche strategia salva coppia

 "Le catene dell'abitudine sono troppo leggere per essere avvertite, finchè diventano troppo pesanti per poter essere spezzate" S.J.

  • Avere degli spazi per se stessi
    Uno degli sbagli più frequenti che i partners fanno è quello di azzerare gli spazi individuali a favore di un unico spazio di coppia.
    In realtà non c’è nulla di più errato.
    Prima o poi, la mancanza d’aria e la dimensione asfittica e simbiotica del legame porterà con sé svariate quote di irrequietezza e di tensione.
    La coppia non è data dall’unione di due metà – come scriveva poeticamente Platone con la sua mezza mela amorosa – ma da due identità.

  • Dialogo, onestà e simpatia

    La coppia, soprattutto quella longeva, prima o poi, smette di parlare, di dialogare, e di condividere.
    Sposterà l’ago della bilancia della comunicazione sulla comunicazione di servizioPassi a prendere il bambino a scuola? Compri il pane? A che ora rientri?, ecc.. – a scapito della comunicazione emozionaleCome stai? Cosa desideri? Cosa ti piacerebbe fare? Che sogni hai nel cassetto? -.

    Per onestà, non si intende soltanto l’assenza di bugie o di amanti, ma la presenza dell’onestà emozionale, intellettuale, cognitiva.
    Essere, pur appartenendo ad una coppia, sempre se stessi, onesti, autentici, senza smarrire il proprio baricentro dell’esistenza.

    La simpatia nella coppia, sembra essere la grande assente, come se stare in coppia autorizzasse automaticamente ad essere scortesi, maleducati, irriverenti, e poco simpatici ed empatici.
    La simpatia è, senza dubbio, un’arma vincente che smorza le tensioni e facilita la manutenzione del legame d’amore.



  • Una buona sessualità
    Questo è un tema a me molto caro. Per buona sessualità non si intende i classici tre rapporti settimanali, ma una sessualità ludica, empatica, qualitativamente significativa, e non soltanto quantitativamente presente. Una sessualità che abiti la stanza dei giochi e non dell’obbligo, una sessualità fantasiosa, creativa, trasgressiva.
  • Perché in amore, come scrivo sempre io, è sempre meglio trasgredire che tradire.

 

  • Rispetto
    Il termine rispetto sembra essere, soprattutto oggi, davvero desueto.
    Oggi sembra imperare una sessualità liquida, nella quale tutto è consentito, permesso, lecito.
    Il rispetto andrebbe preteso ed, ovviamente, ricambiato.
    Per vivere un amore longevo, tra gli ingredienti necessari, vi è senza dubbio il rispetto.
    Il tradimento sembra essere una nuova modalità del vivere in coppia: sposati, infelicemente sposati, adulteri, separati in casa, coniugati.
    Manutenzionare, esattamente come un giardino segreto, con cure ed attenzioni il proprio legame d’amore, è la strategia migliore per vivere amori longevi e non annoiati.