“Avere scarsa autostima è come percorrere

la strada della vita con il freno a mano tirato.”

M. Maltz 

____________________________________________________________________

VIDEO INTERVISTA: TRE SUGGERIMENTI PRATICI PER INCREMENTARE L'AUTOSTIMA

Bassa autostima e insicurezza sono contenuti di cui si parla e si scrive molto: ogni
anno escono centinaia di manuali e libri che promettono di aiutarci ad aumentare la nostra autostima, la sicurezza in noi stessi e così via.

BASSA AUTOSTIMA: DI COSA SI TRATTA?

L'autostima non è qualcosa che viene data in dotazione alla nascina ad alcuni fortunati, né qualcosa che ci può essere data da altri nel corso della vita: l'autostima si conquista esclusivamente attraverso le esperienze personali.

A tutti è capitato di sentirsi insicuri rispetto alle proprie capacità, tuttavia, quando
queste sensazioni persistono nel tempo, può nascere un vero e proprio blocco e la persona può iniziare a sentirsi inadeguata, non all’altezza della vita.

E' importante sottolineare che una bassa autostima non è un a patologia o un disturbo di per sé, ma è sempre l'effetto di un problema o una difficoltà mal gestiti che si protraggono da tempo. Ad esempio, non ho mai conosciuto una persona che soffre di attacchi di panico da tempo senza mai essere riuscita a risolverli completamente che possieda una alta stima di sé. Oppure una persona insoddisfatta delle proprie relazioni, che tende ad essere accondiscendente con gli altri per paura di essere rifiutata o mal giudicata, che abbia un'elevata autostima. Nella maggior parte dei casi, una volta risolto il problema o la difficoltà della persona si ha come effetto una crescita esponenziale della fiducia, della sicurezza e della stima di sé.

BASSA AUTOSTIMA: UN CIRCOLO VIZIOSO

Spesso chi ha una bassa autostima tende a creare un vero e proprio circolo vizioso che lo porta a sentirsi sempre più insicuro e incapace; sensazioni queste che possono generalizzarsi a tutti gli ambiti della vita; sul lavoro/scuola/università, in famiglia, nelle relazioni sentimentali e sociali. Talvolta, in questo circolo vizioso la persona giunge a sviluppare la certezza di essere assolutamente incapace e rinuncia.

Talvolta, la persona cade nell'errore di pensare che inizierà quel progetto a cui è tanto interessata, si farà coinvolgere in una storia d'amore o accetterà quel lavoro ecc...quando si sentirà abbastanza sicuro di sé e fiducio di potercela fare. Non esiste errore più grande: l'autostima si conquista facendo, agendo, uscendo dalla zona di comfort, affrontando gli ostacoli e anche sbagliando.

Un buon percorso psicologico può aiutare la persona ad uscire, anche in tempi brevi, dal circolo vizioso trasformandolo in un circolo virtuoso, a sbloccare il cortocircuito che si è creato imparando, o reimparando, a fidarsi di se stessa e a gestire la propria realtà, anziché subirla.

Ti sei criticato per anni e la cosa non ha mai funzionato. Prova invece ad apprezzarti e guarda cosa accade.