Da molto tempo ci interroghiamo sul significato e l'utilità dei sogni. In ambito psicologico ci dividiamo tra coloro che non danno alcuna importanza alla vita onirica e coloro che invece la tengono in gran considerazione.

Ma a cosa serve sognare?

Innanzi tutto sembra che dormire abbia un'effetto positivo sulla memoria, questo fenomeno chiamato "sleep effect" dipende da molti fattori, come per esempio la mancanza di interferenze dall'ambiente esterno durante il sonno (almeno la grande riduzione di interferenze). Inoltre sembra che vi sia una certa funzione riorganizzatrice che si svolge durante il sonno, secondo alcuni collegata ai sogni.

Secondo Robert Stickgold della Harvard Medical School di Boston la prima fase del sonno servirebbe a rafforzare e stabilizzare i ricordi. Invece il sonno REM (quello in cui sognamo in maniera vivida) consentirebbe di confrontare le esperienze ed integrare quelle nuove con quelle gia immagazzinate.

 Sognare avrebbe un ruolo nell'integrazione in memoria delle esperienze

Questo aspetto è molto importante e significativo specialmente per quei soggetti che sofforno di Disturbo Acuto da Stress o Disturbo Post Traumatico da Stress. In questi casi il sonno ed il sogno sono disturbati. Pari infatti che chi soffre di questi disturbi tenda ad avere sogni ripetitivi e angoscianti e a non addormentarsi per il timore di sognare nuovamente la stessa cosa.

Secondo questa prospettiva il sogno potrebbe essere visto come un contenuto dell'esperienza che si ripresenta alla memoria per essere integrato, trovare il suo spazio. Questa concezione è molto vicina al metodo di lavoro sui sogni adoperato in Terapia Integrata e nella Terapia della Gestalt, dove i sogni vengono considerati aspetti della personalità da integrare nellì'esperienza del soggetto.

Molte delle tecniche utilizzate da queste forme di terapia consentono un lavoro di scoperta dell'individuo su se stesso, facilitando l'accesso a quei contenuti emotivi che si propongono nel sogno in maniera apparentemente confusa e disorganizzata.

fonte:

http://www.corriere.it/salute/11_aprile_21/dossier-psicologia-sogni-necessari_30eb0cf4-6c21-11e0-be5d-e6326a5dea49.shtml