Undicesimo microarticolo della serie dal blog di Jeremy Dean.

Fare piani "se-allora"


Ciò che gli studi su motivazione, procrastinazione e raggiungimento degli obiettivi mostrano, è l'importanza dell'autoregolazione. E difatti ognuno di noi sa quanto possa essere duro e difficile l'autocontrollo.

Una strategia ampiamente supportata dalla ricerca è crearsi dei piani "se-allora". Si tratta d'immaginarsi in anticipo cosa succederà se si verificheranno determinate condizioni. Sembra semplice, eppure quando pianifichiamo qualcosa preferiamo spesso non fare previsioni e improvvisare.

Con un minimo di ingenuità e umiltà, tuttavia, i piani "se-allora" possono essere impiegati per superare gli ostacoli fin qui descritti.

Link agli articoli precedenti della serie:

1/10 - Stop alle fantasie

2/10 - Via libera all'impegno

3/10 - Inizia a iniziare

4/10 - Visualizzare il processo e NON il risultato

5/10 - Evitare l'effetto: "E che diavolo!"

6/10 - Eludere la procrastinazione

7/10 - Spostare l'attenzione

8/10 - Combattere il comportamento robotizzato

9/10 - Dimenticati dell'obiettivo: qual è lo scopo?
10/10 - Capire quando fermarsi