Sono stati pubblicati su "Phytomedicine" i risultati di una ricerca, condotta da medici spagnoli associati al Centre de recerca biomedica presso l'Universitat Rovira i Virgili di Reus, sugli effetti del Tè Rosso contro le "abbuffate" .

Il Tè Rosso del Sudafrica (nome in latino della pianta Aspalathus linearis, nome boero Rooibos, nome inglese Red Bush o cespuglio rosso), battezzato da qualcuno 'tè di Mandela', rappresenta secondo questo studio il modo naturale per contrastare alimentazioni ipercaloriche e grandi abbuffate...come quelle degli  abbondanti pasti natalizi.

Dallo studio è emerso come il Tè Rooibos possieda caratteristiche specifiche che lo rendono unico: un basso contenuto calorico, l'assenza di caffeina, le sue proprietà organolettiche uniche, 25 differenti polifenoli (antiossidanti vegetali). Queste proprietà lo rendono un ottimo stimolante le funzioni epatobiliari, facilitano la digestione contribuendo all'aumento dei succhi gastrici e aiutando l'organismo a espellere le tossine in eccesso derivanti da un consumo di cibi troppo conditi e ricchi di grassi,  aiutano il metabolismo e proteggono il fegato dall'accumulo di grassi. Gli effetti benefici sono stati particolarmente visibili nei campioni con livelli elevati di grassi nel sangue. Il Rooibos ha contribuito a ridurre significativamente il colesterolo, i trigliceridi e gli acidi grassi liberi contenuti nel sangue. 

Personalmente ritengo che affidarsi all'assunzione di Tè per contrastare gli effetti nocivi delle abbuffate sia un tantino esagerato...mentre resta sempre valido il consiglio di essere moderati a tavola (senza per questo dover fare rinunce) ed incrementare il dispendio energetico affidandosi ad un minimo di attività motoria.

Infine, è importante dopo le Festività non commettere i soliti e banali errori dietetici scatenati dai sensi di colpa...: http://www.medicitalia.it/serafinopietromarcolongo/news/264/Finite-le-feste-iniziano-le-diete

Buone Festività!