Superato il solestizio, cioè il 21 dicembre, arriva l’inverno: pioggia, neve, freddo fanno da padroni, le temperature si abbassano e subito aumentano anche le esigenze del nostro metabolismo generale ma mai dimenticare la prostata.

 

Ecco due ricette invernali “salva-prostata”!

Pasta con il cavolfiore (dosi per circa 3-4 persone): sono richiesti 400 grammi di fusilli integrali, un cavolfiore, un cucchiaio di curcuma, tre spicchi di aglio, un cucchiaio di capperi, circa venti olive nere, olio e sale (non troppo). Si prende una pentola capiente, bollire l’acqua per la pasta. Pulire intanto le cime del cavolfiore che si tagliano a pezzetti.

        giovanniberetta_151020139009_-_Versione_2

In una padella con poco olio si deve soffriggere l’aglio a spicchi con la curcuma fino a doratura e poi si mettono insieme i capperi e le olive nere. Quando bolle l’acqua salare, senza esagerare, e aggiungere il cavolfiore con la pasta. Completata la cottura, scolare e saltare la pasta nel condimento preparato.

Strudel di verza e cavolo nero (dosi consigliate sempre per 3-4 persone): 250 grammi di farina di grano tenero, olio e sale per fare l’impasto mentre per il ripieno una verza piccola, 300 grammi di cavolo nero, del cumino e sempre olio e sale (con moderazione).  Si deve mettere la farina in una terrina, sale, due cucchiai d’olio, un bicchiere d’acqua calda. Si lavora l’impasto velocemente fino ad arrivare a fare un pannetto liscio e quindi si mette il tutto in una pentola preriscaldata. Si chiude la pentola e si lascia riposare l’impasto per circa mezz’ora.

        giovanniberetta_strudel-verze-e-cipolle

In quest’attesa bisogna togliere la costola alle foglie di verza e al cavolo nero; tagliarle a piccole strisce e stufarle in poca acqua con un pizzico di sale e cumino. Poi si lavora l’impasto, si tira la pasta in modo sottile e si dispone sopra le foglie di verza e di cavolo nero, scolate dalla loro acqua di cottura. Ora arrotolate la pasta come fosse uno strudel e il tutto si dispone in una placca da forno, precedentemente infarinata. Infine spennellare la superficie con l’uovo o, se vegani, con latte di soia e cuocere lo strudel così ottenuto, in forno già preparato a 200°C, per circa 40 minuti.

Ecco le ricette invernali che, da urologo, consiglio per la nostra prostata.

 

Fonte:

Paolo Giordo. Prostata: cure naturali e alimentazione. Terra Nuova Edizioni 2012

Altre informazioni:

http://www.medicitalia.it/salute/prostata