Che il fattore ereditario avesse importanza nell'incidenza del cancro della prostata era già noto, ma che avesse la più alta incidentalità tra tutte le neoplasie maligne (circa il 58%) lo dimostrano  i dati del Nordick Twin Registry of cancer  (Nortwincan).

I dati, ricavati dai registri delle neoplasie di Danimarca,Svezia,Norvegia e Finlandia, inducono a osservare con ancora più attenzione gli individui con familiarità per adenocarcinoma prostatico.

Tale studio non descrive però l'età media di insorgenza della neoplasia.

 

Fonte: ASHG: Con il 58%, il cancro della prostata è la neoplasia maligna con la maggiore ereditarietà