Siamo i genitori di un ragazzo di anni 14 di nome Ugo il quale  fino a circa due mesi fa godeva di ottima salute, mai un malanno! La mattina del 5/11/2013 si sveglia accusando difficoltà nel camminare, quindi lo portammo di urgenza all'ospedale A.Cardarelli di Napoli dove dopo una visita neurologica ed una risonanza magnetica midollare ci fu diagnosticata la presenza di un tumore vertrebrale con compressione del midollo: bisognava urgentemente sottoporre Ugo ad un delicatissimo intervento di vertebrectomia.

Su segnalazione del neurochirurgo Dott.Raffaele De Falco dell'ospedale di Pozzuoli (Na) prendemmo contatto con il dott. Alessandro Luzzati  il quale dando una totale e immediata disponibilità rese possibile il ricovero di Ugo nel giro di due giorni presso l'Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano. Nello stesso giorno Ugo fu sottoposto ad una prima biopsia con ago aspirato effettuata personalmente dal dott.Luzzati, a cui fece seguito dopo una settimana una seconda biopsia a cielo aperto.

L'esito della seconda biopsia evidenziava la presenza di un cordoma vertebrale altezza T6 la cui asportazione oltre ad essere altamente rischiosa da un punto di vista ortopedico era aggravata dal fatto che Ugo è affetto da sindrome di Marfan con complicazioni di tipo cardiologico per cui l'intervento andava fatto in extracorporea per limitare i  rischi .

Alla luce di tutte le complessità cliniche sopra  sintetizzate, il dott. A.Luzzati dopo una serie di consulatazioni con altri specialisti del gruppo San Donato, organizzava il trasferimento di Ugo presso l'ospedale Humanitas sempre a Milano precisamente nel reparto del prof.Marco Alloisio, chirurgo toracico, al fine di eseguire l'intervento nelle migliori condizioni possibili mettendo in campo una vera  squadra  di campioni nel campo medico!

Per realizzare tutti ciò il dott.Luzzati il giorno dell'intervento avvenuto il 27/11/2013 prendeva appositamente  un giorno di ferie per potersi recare all'Humanitas ed operare Ugo insieme al prof.Marco Alloisio  il quale, insieme  alla sua equipe, si rese prontamente disponibile ed anzi furono spostati tutti gli interventi programmati quel giorno: l'intervento durò dodici interminabili ore e comportò l'asportazione di tre vertebre!

I sottoscritti genitori di Ugo con la presente desiderano esprimere infinita gratitudine e infiniti ringraziamenti al dott. A.Luzzati ed al prof. M.Alloisio alle loro equipes e a tutto il personale paramedico che hanno fornito assistenza e cura ad Ugo con competenza, professionalità ma soprattutto con grande umanità e ci auguriamo che professionisti del genere vengano sempre più incoraggiati e sostenuti nel loro percorso professionale a beneficio dell'intera collettività e che non siano costretti da un sistema per niente meritocratico a fuggire all'estero!