Visita Medicitalia per info su Prof. Claudio Verusio, Oncologo. Trova telefono, indirizzo dove riceve, patologie trattate e curriculum.

Attenzione: l'iscritto non si collega da più di sei mesi, i dati potrebbero essere non aggiornati.

Prof. Claudio Verusio

Oncologo

Specialista in:

17 Consulti

0 Recensioni

Feed Rss Rss

Scheda vista 34.143 volte

0 News/Blog
0 Articoli
0 Speciali Salute
Indice di attività:
20% attività +20
0% attualità +0
0% socialità +0
AO Busto Arsizio,PO Saronno

Piazzale Borella 1,Saronno - 21047 Saronno (Varese) (VA) - Mappa

9.0404519 45.6291443

Vedi dettagli

Ultimi consulti erogati

Nsclc e trattamento con ipertermia
28-01-2011 - Oncologia medica
Visto 2.251 volte
Chemioterapia preventiva dopo mastectomia
12-01-2011 - Oncologia medica
Visto 11.123 volte
Tumore al polmone
11-01-2011 - Oncologia medica
Visto 8.382 volte
Scelta dell'oncologo
19-09-2010 - Oncologia medica
Visto 1.713 volte
Visto 8.225 volte

Visualizza tutti i consulti

Informazioni professionali

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1982 presso Università Pisa. Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano.

Verifica dati su FNOMCeO.it »

Curriculum vitae

 
 




 
 





 





Nome


 


Claudio Verusio CF VRSCLD53M10A783M




Indirizzo


 


Ospedale di Saronno, Piazzale...

Leggi tutto

Borella 1, Saronno




Telefono


 


3358068906




Fax


 


029613254




E-mail


 


cverusio@aobusto.it





 





Nazionalità


 


italiana





 





Data di nascita


 


10/08/1953





 
 





Esperienza lavorativa





           





• Date (da – a)


 


-     1986 : assunzione in qualità di assistente medico a tempo pieno presso  il servizio di oncologia medica del presidio ospedaliero di Vicenza
 
-          1986       : Assistente medico presso il servizio di Radiochemioterapia dell’Istituto Scientifico Ospedale San.Raffaele.
 
-          1991         : Aiuto presso il Servizio di Radiochemioterapia dell’Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele.
-   9/ 1997-9/2002        : Primario dell’Unità funzionale di Oncologia presso la Casa di Cura S.Maria di Castellanza (Varese), struttura privata convenzionata con il sistema sanitario nazionale ed appartenente all'Istituto Scientifico San Raffaele
 
- 9/2002 a tutt'oggi      : Direttore di Struttura Complessa di Oncologia Medica, A.O. Busto Arsizio, P.O. Saronno
 




• Nome e indirizzo del datore di lavoro


 


AO BUSTO ARSIZIO, PO SARONNO, Piazzale Borella 1,21047, SARONNO(VA)




• Tipo di azienda o settore


 


Azienda Ospedaliera




• Tipo di impiego


 


A tempo pieno




• Principali mansioni e responsabilità


 


Direttore Struttura Complessa di Oncologia Medica
Il reparto di oncologia medica dell’Ospedale di Saronno dispone di 19 letti di degenza ordinaria e 15 letti di Day Hospital dove lavorano 8 medici tutti specialisti in oncologia e/o ematologia. Il reparto  è attualmente in grado di eseguire le terapie antiblastiche più innovative in tutti i tumori solidi compresi i linfomi.
Inoltre ci siamo attrezzati nel tempo per poter effettuare anche ricerca clinica( come dice Umberto Veronesi:”dove si fa ricerca si cura meglio”) Infatti    abbiamo   in corso 31 protocolli di ricerca clinica il che significa che stiamo eseguendo terapie sperimentali in collaborazione con centri di ricerca nazionale ed internazionale. A questo proposito ho affiancato alla equipe medica una unità operativa di ricerca composta da 2 coordinatori di ricerca clinica ed un infermiere di ricerca. Oggi siamo in grado di svolgere anche studi di fase  IIa , studi cioè con molecole completamente innovative che arrivano direttamente dalla ricerca di base per essere testate in clinica.
Molti degli studi a cui partecipiamo sono in GCP e per tale motivo ho partecipato più volte a trainings per studi in GCP.
 E’ per me vanto essere riuscito a creare in un reparto di un Ospedale pubblico una cultura ed una organizzazione per la ricerca clinica.
In data 10 maggio 2011 il nostro reparto ha ottenuto l’accreditamento all’eccellenza CIPOMO
 Ma oltre che degli aspetti tecnici presso il nostro Ospedale ci siamo preoccupati di creare anche le condizioni per realizzare la migliore relazione tra i pazienti e gli operatori sanitari .Tra l’altro abbiamo partecipato ad un progetto, il progetto HUCARE, sponsorizzato dal Ministero della Sanità e dalla Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia , progetto che si pone l’obiettivo di una “umanizzazione dei reparti di oncologia” attraverso una serie di interventi sulla organizzazione dei reparti stessi ed una formazione psicologica degli operatori. Sono stati coinvolti 30 centri in tutta Italia e Saronno è stato designato centro pilota, in quanto da tempo siamo impegnati nel costruire il migliore clima possibile tra operatori sanitari e pazienti. Tutti i medici e infermieri hanno partecipato a corsi sulla comunicazione e sulla relazione con i pazienti e sono stati formati a reggere il confronto quotidiano con la sofferenza e la paura di morire. Abbiamo anche attrezzato il reparto di degenza ed il day-hospital con due spazi “i PIS” ( punto di informazione e supporto) dove i pazienti possono trovare, in un ambiente accogliente, libri e materiale informatico per meglio conoscere la loro malattia e le cure necessarie, suopportati da una psicologa e da un infermiere professionale. E’ infatti dimostrato che una migliore informazione sulla propria malattia riduce i livelli di ansia”.
In data 6 ottobre 2011 abbiamo ricevuto la certificazione del completamento del percorso organizzativo richiesto dal progetto Hucare.
Attualmente abbiamo in corso ulteriori iniziative per la migliore accoglienza dei pazienti nel nostro reparto quali i pomeriggi dedicati alla cura dell’aspetto fisico attraverso incontri con un nutrizionista, un  dermatologo, un parrucchiere ed un make up artist. “Trucco e sorrisi in reparto”
A settembre 2012 ha preso avvio   un progetto con l’associazione”Donatori di musica” per portare nel nostro reparto concerti di grande musica ed un po’ di serenità ai nostri pazienti.
Nel luglio 2013 l’iniziativa Donatori di Musica ha ricevuto un importante premio internazionale : il “Premio Langer”. Le motivazioni dell’assegnazione del premio (vedi allegato) descrivono in maniera magistrale il senso dell’iniziativa e lo spirito con cui il nostro reparto si prende cura delle persone ammalate.
 





 





Istruzione e formazione





 





• Date (da – a)


 


 
-          1971      : Maturità presso il liceo classico P.Giannone di Benevento.
 
-          1980-81 : Laurea in Medicina e Chirurgia con votazione di 110/110 presso l’Università degli Studi di Pisa.
 
-          1980-83 : Interno presso la Cattedra di Clinica Medica della Facoltà di Medicina dell’Università di Pisa.
 
-          1983-86 : borse di studio istituzionali presso l’Istituto dei Tumori di Milano, con frequenza presso la Divisione di Oncologia Medica diretta dal Dottor G.Bonadonna.
 
-          1986      : Diploma di Specializzazione in Oncologia con votazione di 67/70 presso l’Università degli studi di Milano.
 
-          1990        :Diploma di Specializzazione in Radiologia diagnostica e Radioterapia Oncologica con votazione di 70/70 e lode presso l’Università degli Studi di Milano.
-      1988   Corso di Medicina e Scienze Umane della Scuola di        Medicina e    Scienze Umane dell’Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele
 
 
-     1992 Corso di management diretto dal Prof. Mario Zanetti presso L’Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele.
 
-     1999 Corso di 100 ore di lezioni sulla qualità ed organizzazione del Fondo Sociale Europeo gestito dalla regione Lombardia
 
-      2003-04 Corso di formazione per Primari Oncologi : "Il nuovo ruolo del Primario Oncologo e la gestione delle Risorse Umane".
 
 
-       2005 Corso di formazione manageriale della Scuola di Direzione Aziendale della Regione Lombardia(IREF) per Responsabili di Struttura Complessa
 
 
 
-    settembre 2006 ESMO examination con conseguimento della  EUROPEAN CERTIFICATION IN MEDICAL ONCOLOGY
 




• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione


 


Università degli studi di Pisa, Università degli studi di Milano ecc




• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio


 


Oncologia Medica




• Qualifica conseguita


 


Oncologo medico




• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)


 


 





 





Capacità e competenze personali
Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali.








Prima lingua


 


Italiano





 





Altre lingue





 





 


 


Inglese




• Capacità di lettura


 


Buona




• Capacità di scrittura


 


Buona




• Capacità di espressione orale


 


Buona





 





Capacità e competenze relazionali
Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc.


 


-     1991-94        : Membro del Comitato Scientifico dell’Ospedale San Raffaele
 
-          1993-99   : Tutor presso la Scuola di Specializzazione in Chirurgia Toracica dell’Università degli studi di Milano.
 
 
 
-  2000-2013    : Professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione di Oncologia, l’Universita’ dell’Insubria,Varese.
 
Nel dicembre 2004 sono stato nominato Direttore Scientifico del progetto di sviluppo di un centro di trapianto di cellule staminali emopoietiche presso l’AO di Busto Arsizio
 
 
 Membro dal 1983 dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica e dal 1997 al 1999 Consigliere Regionale della stessa
Dal 1999 membro  dell’ASCO (American Society of Clinical Oncology).
Sono anche stato membro nel 1997-98-99 della IASLC ( International Association for the Study of Lung Cancer) nel 1998-2000 della SIPO(Società italiana di psicooncologia) e nel 2001 dell’EUSOMA(European Society of Mastology).
 Dal 2005  membro effettivo dell'ESMO/European Society of Medical Oncology) .
Dal 2008 dell’AIOT (Asssociazione Italiana di Oncologia Toracica)
 
Dal luglio 2005  membro del Comitato Etico dell'AO Busto Arsizio-Saronno-Tradate
 
-          2009 membro della commissione Scientifica ROL per la realizzazione delle linee guida per la diagnosi e la terapia del tumore della vescica
-          2010 membro della commissione scientifica ROL per al realizzazione delle linee guida per la diagnosi e la terapia dei tumori renali
-          Sono revisore di articolo scientifici per la Rivista Annals of Oncology e British Journal of Medical Ethics
-           





 





Capacità e competenze organizzative  
Ad es. coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro, in attività di volontariato (ad es. cultura e sport), a casa, ecc.


 


Dal :
dicembre 2001 membro del comitato scientifico dell’Associazione “Attive come Prima”.
2005 Presidente dell’associazione Octopus , impegnata nella lotta contro il fumo di sigarette.
2010 Socio fondatore di Octopus Brain associazione dedicata allo studio del disagio giovanile
Dal:
2006 Socio del Rotary Club
2011Membro del comitato tecnico-scientifico di UNI.CA di UNICREDIT
2011 Membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Italiana Ricerca sul cancro(FIRC)
2011 Membro del Comitato Scientifico di Europa UOMO
2012 Membro del Consiglio Direttivo di GOIRC (Gruppo Oncologico Italiano per la Ricerca Clinica)
2012 Membro del Working Group su “Umanizzazione , etica e comitati etici” dell’AIOM
2013 membro del Consiglio Direttivo del CIPOMO (Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri)
 
 





 





Capacità e competenze tecniche
Con computer, attrezzature specifiche, macchinari, ecc.


 


Uso quotidianamente il computer e tutte le sue applicazioni principali compreso internet





 





Capacità e competenze artistiche
Musica, scrittura, disegno ecc.


 


Ascolto musica classica e lirica, sono appassionato di cinema





 





Altre capacità e competenze
Competenze non precedentemente indicate.


 


Da molti anni mi sono dedicato a costruirmi anche una preparazione psicologica per affrontare il difficile mestiere dell’Oncologo Medico.
Per tale motivo ho effettuato un’analisi psicologica dapprima con il Dottor Giulio Guttinger allievo della Prof Silvia Montefoschi dal 1988 al 1992, poi   con il Prof Umberto Galimberti psicolo analista del CIPA ( Centro Italiano di Psicologia Analitica).
Nel 1997 sono stato ammesso alla Scuola di Psicologia Analitica junghiana del CIPA ed ho iniziato un’analisi didattica con il Dottor Luigi Zoia presidente della IAAP (International Association for Analytical Psychology).
Nel 1999 sono stato ammesso nell’albo dei psicoterapeuti dell’ordine dei Medici di Milano ed ho deciso di iniziare la mia attività di psicoterapeuta con la supervisione del Prof. Galimberti e del Dottor Zoia, del Dottor Garzonio e della Dottoressa Anna Benvenuti e di sostenere il corso di formazione della scuola di psicologia analitica del CIPA(Centro Italiano di Psicologia Analitica) che è membro della IAAP (International Association of Analytical Psychology) .
Attualmente sono socio analista  del CIPA e membro della IAAP (international association analytic psychology)
Nell'anno 2005  docente al corso di psicoterapia III della scuola di Specialità di Psichiatria dell'Università di Pisa                       1
 
- dall'anno 2006 al 2011  Professore a contratto     del corso di Psicooncologia della scuola di specializzazione in Psichiatria, diretta dal Prof. GB Cassano , dell'Università degli studi di Pisa e   
-Nel 2006 Professore a contratto presso il:" Master Universitario di II livello in consulenza Filosofica biennale edizione 2005-2006" c/o il Dipartimento di Filosofia e Teoria delle Scienze, Università degli studi di Venezia.
Ho anche tenuto alcune conferenze su argomenti psicologici-psicoanalitici come :
1)Landau J., Verusio C., Gastaldi S., Borgonovi E. : The perception of Quality of Life of solid Tumor patients undergoing chemotherapy in Italy. Asco Meeting, Chicago,2003
2)National Meeting on :"Psicologia in Ospedale e qualità della cura"
 25 ottobre 2005 at University of Modena where   I was invited speaker with an oral presentation on :"la relazione tra medico e paziente".
 3)XIII Convegno Nazionale del Centro Italiano di Psicologia Analitica Milan 11-13 november 2005 with an oral presentation on : "Il medico nell'età della tecnica".
4)C. Verusio. Cancer related fatigue.XIV world congress on breast cancer. Zagreb 2006
5)X Congresso Nazionale SIPO , Torino 3-6 ottobre 2007. C Verusio : “la spiritualità nell’esperienza dell’oncologo clinico”
6)X Congresso Nazionale di Oncologia Medica, Verona XI ottobre 2008: “La relazione di Cura”
7) 2010-2011-2012-13 Teacher at “Minimaster in global management of  oncologic patient”.
8)2012: VIII convegno nazionale I.C.S.A.T (italian committee for the study of autogenic therapy)Ravenna 6-7 ottobre 2012 con relazione: La morte ed il senso della vita
9) Congresso nazionale Aiom ,Roma 2012 : “Il progetto Hucare”
10) La figura dell’oncologo Medico XVII congresso CIPOMO , Roma 2013
11) Consulenza filosofica in Oncologia . Congresso Nazionale SIPO (società italiana di psiconcologia), Cosenza 25 ottobre 2013
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 





 





Patente o patenti


 


Di guida tipo B





 





Ulteriori informazioni


 


.
Ho partecipato ogni anno a più di 15  convegni nazionali ed internazionali come uditore e spesso  come relatore.
Ho pubblicato oltre 60 abstracts a convegni nazionali ed internazionali e oltre 60 articoli.





 





Allegati


 


ABSTRACTS :
 
 
1)M.Zambetti,P Bidoli,C.Verusio, F:Valvo,E.Bajetta. Valutazione dell’attività antiemetica dell’alizapride versus meclopropamide durante chemioterapia antitumorale. II Riunioone Nazionale di Oncologia Sperimentale e Clinica. Abano Terme, 1984,n° 159.
 
2)C.Verusio, V.Bonfante,F:Valvo,E.Bajetta. Studio pilota con cis-platino (CDDP) e citosina-arabinoside ad alte dosi (Hd-Arac) nel melanoma maligno in fase avanzata . III Riunione di Oncologia Sperimentale e Clinica ,Milano ,1985,n°291.
 
3)E.Bajetta,C.Verusio,L.Ferrari,C.Bartoli,P.Valagussa,G.Bonadonna.Ciclofosfamide, adriamicina e cisplatino nel Carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato.V Riunione di Oncologia Sperimentale e Clinica, Ancona, 1987,n°125.
 
4) L.Ferrari,E.Bajetta, L.Gianni,C.Verusio, C.Bartoli,P Vala-
gussa,G.Bonadonna.Schema sequenziale di quattro farmaci nel carcinoma mammario avanzato. V Riunione di Oncologia Sperimentale e Clinica, Ancona ,1987, n°152.
 
5) Bolognesi A., Cerizza L.,Moruttu L.,Verusio C.Cinque-fluorouracile 
(FU) ed acido folinico(AF), nel trattamento dell’adenocarcinoma delcolon-retto metastatizzato. VI Riunione di Oncologia Sperimentale e
Clinica, Roma, 1988, n°370.
 
6)P.Bidoli,S.SpinazzèM.Valente,L.Tavecchio,C.Verusio,R.Zucali,G.Rav asi,G.Bonadonna,A.Santoro.Combined chemo-radiotherapy (CT-RT) +/- Surgery (S) for squamous Cell cancer of the esophagus (SCCE). 5th European Conference on Clinical Oncology, London, n° P 0680.
 
7)A.Santoro, P.Bidoli., M.Valente,S.Spinazzè, C.Verusio, R.Zucali, G.Ravasi, G.Bonadonna. Multimodality Therapy for squamous cell carcinoma of the esophagus. 25° Annual Meeting of the American Society of Clinical Oncology, San Francisco, California, 1989, n° 433.
 
8)C.Righi,N.Anzalone,A.Visciani,F.Triulzi,E.Villa,C.Verusio,A.Bologne-si,G.Taddei,G.Scotti.MRI in detection of spinal metastates: comparison with radionuclide Bone scanning and plain films. 17° International Congress of Radiology, Paris, 1989, n° 2198.
 
9)V.Fossati,R.Calandrino,G.M.Cattaneo,B.Longobardi,S.Beatrice,A.Bolo         gnesi,G.Bordogna,A.Rosso,C.Verusio,A.Bissi,V.DiCarlo,C.Torri,C.Martinenghi,F.Volterrani.IORT Tecnique in treatment of pancreatic carcinoma. 17° International Congress of Radiology, Paris, 1989, n° P 2131
 
10)A.Santoro,P.Bidoli,S.Spinazzè,C.Verusio,R.Zucali,G.Ravasi,G.Bona-donna. Squamous cell carcinomas of the esophagus (SCCE): a multimodality approach. 17° International Cancer Congress of Radiology,Paris, 1989, P3546.
 
11)L.Morittu,C.Verusio,A.Rosso,G.Bordogna,D.Aldrighetti,C.Martinen-ghi,G.Ceresoli,A.Bolognesi. Fluorouracil and folinic acid in metastatic colon-rectal cancer.15° International Cancer Congress , Hamburg, Germany, 1990,B5190.34.
 
12)G.Bordogna,A.Bolognesi,C.Verusio,A.Rosso,P.Montanaro,M.Ronzoni,S.Beatrice,F.Volterrani,G.Ceresoli,E.Villa.Adjuvant Treatment in resected node positive gastric cancer.15° International Cancer Congress, Hamburg, Germany, 1990, B4.149.09.
 
13)A.Bolognesi,V.Fossati,C.Verusio,M.Taverna,A.Rosso,G.Bordogna,D.Aldrighetti,P.Montanaro,F.Volterrani,E.Villa.   Conservative Surgery and Radiation Therapy in the treatment of early breast cancer. 15° International Cancer Congress, Hamburg, Germany, 1990, A1 138.40.
 
 
 
 
 
 
 
 
14)E.Villa,C.Verusio,G.Bordogna,M.Taverna,L.Morittu,M.Ronzoni,A.Rosso,S.Beatrice,F.Volterrani,A.Bolognesi.Combination Chemotherapy with Cyclophosphamide (CTX) , Adriamicin (ADM), Cisplatin (CDDP) d1-8 in advanced or metastatic NSCLC. 15à International Cancer Congress, Hamburg, Germany, 1990,n°BI.137.46
 
15)Beretta G.,Pancera G.,Labianca R.,Arnoldi E., Barni S.,BerettaGD., BollinaR.,FrontiniL., Goisis A.,Frigerio M.,Locatelli MC.,Raina A.,Ronzoni M.,Verusio C.,Vaghi M.,MartignoniG.,Tancini G.Studio di fase III con acido folinico(f) + fluorouracile (F) verso sola terapia di supporto (TS) nel carcinoma del tratto gastroenterico in fase avanzata nei pazienti anziani.VIII Riunione Nazionale diOncologia Sperimentale e Clinica, 1990, n°208.
 
16)Villa E.,Aldrighetti D.,Bordogna G.,Verusio C.,Rosso A.,Bolognesi A.Quadrantectomia e Radioterapia nel carcinoma mammario T1 e T2.
VIII Riunione di Oncologia Sperimentale e Clinica ,1990, n°289.
 
17)MartignoniG.,Gottardi O.,Scanzi F.,Arnoldi E.,barni S.,Bollina R.,Cucchi M.,Cuzzoni Q.,Frontini l.,Goisis A.,Labianca R.,Plastina M.,Raina A., Verusio C.,Ronzoni M.,Villa E.,Beretta G.Fluorouracile(FU) + acido folinico(AF) nel carcinoma del colon-retto avanzato: studio pilota. VIII Riunione di Oncologia Sperimentale e Clinica, 1990, n° 328.
 
18)Luporini A.,Barni S.,Verusio C.,Arnoldi E.,Frontini L.,Pancera G.,Beretta G.Evaluation of EEP Polychemotherapy in Advanced Gastric and Pancreatic carcinomas. 6° European Conference on Clinical Oncology, Firenze, 1991, n° 420.
 
19)BochicchioAM.,Zilembo N.,Di BartolomeoM., Verusio C.,Irillo A.,Farina G.,Farina G.,Bajetta G.Streptozotocina (STZ) ed Epiadriamicina (EpiADM) nel trattamento dei carcinoidi ed altre neoplasie neuroendocrine. X Riunione Nazionale di Oncologia Sperimentale e Clinica, Pordenone,1992, n°171.
 
20)C. Verusio,G.Ceresoli,M.Ronzoni,D.Aldrighetti,G.Chiesa, A.Carretta,A.Grossi,F.Volterrani,E,Villa.Multimodality Treatment with Mitomycin C (M), Cisplatin (P), Vinblastin (V) neoadjuvant chemotherapy (MPV), surgery and radiotherapy in locally advanced unfavourable IIIA and IIIb) Non Small Cell Lung Cancer (NSCLC). IV International Congress on anti-cancer chemotherapy. Paris, 1993, P110.
 
21)A.Carretta,G.Chiesa,E.Villa,F.Fumagalli,C.Verusio,A.Grossi.Surgery following Neoadjuvant MPV Chemotherapy ( Mitomycin C,Cisplatin, Vinblastine) in locally advanced (IIIA and IIIB) Non Small Cell Lung Cancer (NSCLC). 7° Annual Meeting of the European Association for Cardiothoracic Surgery, 1993, n° 29.
 
22)Bolognesi A.,Scattoni V.,da Pozzo L.,Verusio C.,Aldrighetti D.,Ronzoni M.,Villa E..CMV neoadiuvante nel carcinoma vescicale localmente avanzato.XRiunione Nazionale di Oncologia Sperimentale e Clinica,1993,42.
 
23)Bolognesi A.,Aldrighetti D.,Verusio C.,Ronzoni M.,Ceresoli G.,Villa E.Intensive chemotherapy with Fluorouracil, Epirubicin, Cyclophosphamide (FEC) day 1-8 in metastatic breast cancer. 7° Euro-
Pean Conference on Clinical Oncology, Jerusalem, 1993,444.
 
24)Ferreri AJM.,Reni M., Bolognesi A.,Verusio C.,Villa E.Combined modality therapy in the primary non-Hodgkin lymphomas of the central nervous system. Ann.Oncol.1994,5,suppl8,n°136
 
25)Verusio C.,Ceresoli G.,Bolognesi A.,Ronzoni M.,Zannini P.,Chiesa G.,Carretta A.,Villa E.Multimodality Treatment with Mitomicyn C(M) Cisplatin (P), Vinblastne (V) neoadjuvant chemotherapy (MPV), Surgery and RadioTherapy in locally advanced (IIIA and IIIB) Non Small Cell Lung Cancer(NSCLC).7°World Conference on Lung Cancer, Colorado Spring, Colorado,USA, 1994, 728.
 
 
26)Ceresoli G.,Cordio S.,Ferreri AJM.,Verusio C., Villa E.Combined chemoradiation for anal cancer: report of 22 cases.Eur J cancer.8° European Conference on Clinical Oncology,Paris1995,n°568.
 
 
27)CattaneoGM.,Fiorino C.,Ceresoli G.,Ragazzi G.,Verusio C.,Villa E.,Calandrino R.A NTCP_based study comparing 2D and 3D conformal technique for NSCLC irradiation. 3° Biannual meeting on Physics in Radiotherapy ESTRO, Gardone,1995. Radith Oncol,37 (Suppl 1):S8,n°22
 
28)Ceresoli G.,Verusio C.,Chiesa G.,Carretta A.,Rovere E.,Zannini P.,Villa E.Neoadjuvant chemotherapy in stage IIIA and IIIB Non Small Cell Lung Cancer(NSCLC). Five Years Experience.XIV Riunione Na- zionale di Oncologia Sperimentale e Clinica, Milano,1996. Tumori,,82 (S) : 95,n°238.
 
29)A.Berruti,A.Pia,M.terzoli,F.mantero,M.Boscaro,O.Daniele,S.DellaCasa,L.Antonangeli,DBisbocci,P.Loli,C.Verusio,R.Rossi,L.Dogliotti,A.Angeli.Chemotherapy with Etoposide, Adriamycina and Cisplatin (EAP) associated with oral Mitotane in advanced adrenocortical cancer.XIV   Riunione Nazionale di Oncologia Sperimentale e Clinica, Milano,1996, n°324.
      
30)A.Paccagnella,A.Favaretto,E:Villa,G.Ceresoli,A.Santo,F.Barbieri,V.DePangher,F.Artioli,G.Cacciani.E.Soresi,F.Oniga,C.Verusio,P.Mosconi,V.Torri.Preliminary results of a multicenter phase-III study evaluating the    impact of chemotherapy on quality of life (QOL) in advanced non –small cell lung cancer.ASCO, Thirty-fourth Annual meeting ,1998, Los Angeles,CA,n°1790
 
31)Paccagnella A.,Favaretto A.,Villa E.,Ceressoli G.,Santo A.,barbieri F.,DePangher V.,Artioli F.,Cacciani G.,Soresi E.,Oniga F., Verusio C.,Mosconi P.,Torri V.The impact of chemotherapy on quality of life (QoL) in advanced    Non small cell lung cancer: Results of a multicenter phase-III study. 23° congress of the European Society for Medical Oncology (ESMO), Athens,1998, Ann.Oncol,9(S4):48,n°404.
 
32)Bucci E.,Di Lucca G.,Scaglietti U.,Ceserani N.,Guffanti M.,Rampinelli I.,Zerini D.,Verusio C.Subcutaneus interleukin-2(IL2)may be less effective than intravenous IL2 when combined with CVD chemotherapy and a-interferon(IFN) in advanced melanoma.1°Congresso Nazionale di Oncologia Medica,Roma,1999,n°114.
 
 
 
33)C.Verusio,A.Dodero,G.DiLucca,EBucci,M.Guffanti,N.Ceserani,P.Servida,E.Zappone,JPeccatori,APescarollo,E.Beggiato,P.Corradini,M.Bregni,Tandem Autologous Blood Cell Transplant for chemotherapy-sensitive advanced breast cancer after anthracycline-taxane induction therapy.1°Congresso Nazionale di Oncologia Medica, Roma,1999,n°141
 
34)Protti M.,Imro Ma.,Manici S.,Bellone M.,Borri A.,Bucci E.,Scaglietti U.,Di Lucca G.,Rampinelli I.,Rugarli C.,Verusio C.Natural Melanoma Pepdites pulsed dendritic cells as cancer vaccines in melanoma patients. 1° Congresso Nazionale di Oncologia Medica, Roma,1999,n°340.
 
35)V.Russo,S.Tanzanella,D.Rigatti,P.Dalerba,F. Ciceri,E. Bucci,U.Scaglietti,G.Di Lucca,C.Traversari,C.Verusio,C.Bordignon.T-blast trasduced by retroviral vector coding for the MAGE3 tumor –antigen as cancer vaccines: preclinical studies.1° Congresso Nazionale di Oncologia Medica ,Roma,1999,n° 351.
 
36)Rampinelli I.,Bucci E.,Di Lucca G.,Scaglietti U.,Ceserani N.,Guffanti M.,Zerini D.,Verusio C. Folfox-4 regimen in a single center unselected series of metastatic Colorectal cancer patients.2° Congresso Nazionale di Oncologia Medica, Genova,2000, .
 
37) Emilio Bajetta, Maria Di Bartolomeo, Luigi Mariani, Antonio Cassata, Salvatore Siena, Sergio Frustaci, Graziella Pinotti, Andrea Bonetti, Ignazio Carreca, Guido Biasco, Luigi Bonaglia, Giovanni Marini, Antonio Iannelli, Elena Piazza, Claudio Verusio, Giovanni Mantovani, Salvatore Tumolo, Diego Cortinovis, Ermina Ferrario, Elena Beretta, Antonio Lambiase, Roberto Buzzoni: CAPECITABINE AND IRINOTECAN COMBINATION (XELIRI) IN METASTATIC COLORECTAL CANCER: RESULTS FROM A RANDOMIZED PHASE II ITALIAN TRIALS IN MEDICAL ONCOLOGY (I.T.M.O.) STUDY .14th International Congress on Anti-Cancer Treatment,Paris,2003
 
38)Landau J., Verusio C., Gastaldi S., Borgonovi E. : The perception of Quality of Life of solid Tumor patients undergoing chemotherapy in Italy. Asco Meeting, Chicago,2003
 
 
39) Landau J., Verusio C., Gastaldi S., Borgonovi E. : The perception of Quality of Life of solid Tumor patients undergoing chemotherapy in Italy. V Congresso AIOM.Roma 2003, abstract n° E54
 
40) C. Verusio. Cancer related fatigue.XIV world congress on breast cancer. Zagreb 2006. Abstract A160. Oral presentation
 
41) De Maio E., Morabito A., Barbera S., Robbiati F., Piazza E.,Brancaccio F., Rossetti F., Foa P., Verusio C., Gridelli C. A prospective phase II study of single –agent gemcitabine at prolonged constant infusion at 10 mg/m2 rate(PCI-G) in first line tratmnet of ederly patients with advanced non-small cell lung cancer(NSCLC). The MILES –2G study, ASCO meeting, Atlanta 2006, 7125
 
42) . Pronzato, M. E. Cazzaniga, G. Mustacchi, A. De Matteis, F. Di Costanzo, C. Verusio, N. Marzano, E. Rulli, I. Floriani Factors influencing the switch from Tamoxifen (TAM) to Aromatase Inhibitors (AIs) as adjuvant therapy in early breast cancer (EBC) patients (pts). Results from the NORA study. . ASCO meeting, Atlanta 2006,10633
 
43) Verusio C, Pogliani C, Morena R, Di Lucca G, Baroli A., Combinazioni chemioterapiche contenenti docetaxel nel carcinoma prostatico ormonorefrattario.un'esperienza della SC di oncologia medica dell'ospedale di Saronno. I supplementi di Tumori, Vol 5, numero 1 , January-february 2006
 
 
 
44) C. Verusio. Cancer related fatigue.XIV world congress on breast cancer. Zagreb 2006. Abstract A160. Oral presentation
 
 
 
45)Barbera S, Morabito A, Gridelli C, Robbiati SF Piazza E, PiantedosiFV,Brancaccio L,Capuano MA, BearzA, RosettiF, Verusio C, De Maio E, De Maio M, PerroneF. A prospective phase 2study of single agent gemcitabina at prolonged costant infusion at 10 MG/M2 rate in first line treatment of ederly patients with advanced non-small lung cancer . The Miles 2g study.8th national congress of medical oncology. 18-21 november, 2006, Milan, Italy
 
46)GridelliG, Mencoboni M, Carrozza F., Viganò G.,Gebbia V., Verusio C., Maione P., Gallo C., Perrone F.,Ciardiello F. Cetuximab(C) and gemcitabina(G) in ederly or adult PS2 advanced non small-cell lung cancer(NSCLC)patients(pts):The Calc1 randomized phase II trials. 2008 ASCO meeting Chicago, 8117
 
47) Ricciuti A., Burrone A., Della Beffa F., GastaldiS., Labianca R.,Lazzari M.,Provantini M.,Verusio C., Villa S. Changes in profession and patient-physician relationship in doctors with a personal experience of cancer. 2008 Asco meeting Chicago,17504
 
48)GridelliG, Mencoboni M, Carrozza F., Viganò G.,Gebbia V., Verusio C., Maione P., Gallo C., Perrone F.,Ciardiello F. Addition of Cetuximab(C) and gemcitabina(G) in ederly or adult PS2 advanced non small-cell lung cancer(NSCLC)patients(pts):The Calc1 randomized phase II trials. 2008 33rd ESMO Congress , Stockolm ,Sweden,248p
 
49) P. Maione,MMencoboni , F. Carrrozza, MG Viganò, V.Gebbia, C.Verusio,C.Gallo, A.Morabito,MC Piccirillo, C.Gridelli, F.Ciardiello, F.Perrone, on behalf of the Calc-1 (cetuximab in advanced Lung Cancer)Investigators. Addition of Cituximab to gemcitabine in ederly or Performance 2 (PS) patients with advanced non small-cell lung cancer(NCSLC): the CALC-1 randomized phase 2 trials. Oral presentation , C1, X Congresso Nazionale di Oncologia Medica, Verona , Ottobre 2008
 
50) V. Gebbia, C.Verusio, L.Frontini, B: Pisanelli, E.Barletta, T. Gamucci, G. Mancuso, M.Di Maio, MC Piccirillo, C.Gridelli, C. Gallo, F.Perrone on behalf of the DISTAL Investgators.
Weekly docetaxel vs docetaxel-based combination chemotherapy as second-linetreatment of advanced non-small-cell lung cancer patients. The DISTAL 2 randomized trial. Oral Presentation C6, X Congresso Nazionale di Oncologia Medica, Verona, Ottobre 2008
 
51)Ricciuti A., Burrone A., Della Beffa F., GastaldiS., Labianca R.,Lazzari M.,Provantini M.,Verusio C., Villa S. Doctors with a personal experience of cancer: changes in the profession and the relationship with patients.Poster Discussion session P10, Congresso Nazionale di Oncologia Medica, Verona, Ottobre 2008
 
52)Marconi M, De Bortoli A., Verusio C, : Accoglienza ed Umanizzazione: per aiutare il paziente oncologico a vivere a colori. XI Congresso Nazionale SIPO, Professionalità ed innovazione in Psico-oncologia, Senigallia, 1-3 ottobre 2009
 
53)J.Y. Douillard, S. Siena, J. Cassidy, J. Tabernero, R. Burkes, M.E. Barugel, Y. Humblet, D. Cunningham, M. Wolf, J. Gansert.  Randomized phase 3 study of panitumumab with FOLFOX4 vs FOLFOX4 alone as first-line treatment in patients with metastatic colorectal cancer: the PRIME trial. ECCO 15-34° ESMO multidisciplinary Congress, Berlin 2009 (C:Verusio co-author)
 
54)M. Peeters, T. Price, Y. Hotko, A. Cervantes, M. Ducreux, T. André, E. Chan, F. Lordick, A. Rong, J. Gansert. Randomized phase 3 study of panitumumab with FOLFIRI vs FOLFIRI alone as second-line treatment in patients with metastatic colorectal cancer ECCO 15-34° ESMO multidisciplinary Congress, Berlin 2009 (C.Verusio co-author)
 
55)C. Gridelli, F. Ciardiello, R. Feld, C. A. Butts, V. Gebbia, G. Genestreti, A. G. Favaretto,                   R.Wierzbicki, C. Gallo, F. Perrone, on behalf of the TORCH Investigators. International                    multicenter randomized phase III study of first-line erlotinib (E) followed by second-line cisplatin plus gemcitabine (CG) versus first-line CG followed by second-line E in advanced non-small cell lung cancer (aNSCLC): The TORCH trial. J Clin Oncol 28:7s, 2010 (suppl; abstr 7508), ASCO Meeting ,Chicago 2010, (CVerusio co-author)
       55
56) E. Bajetta, I. Floriani, M. Di Bartolomeo, R. Labianca, A. Falcone, A. Santoro, R. Casaretti, E. Pasquini, A. Martoni, C. Carlomagno; Intergroup Trial of Adjuvant Chemotherapy in Adenocarcinoma of the Stomach (ITACA-S) trial: Comparison of a sequential treatment with irinotecan (CPT-11) plus 5-fluorouracil (5FU)/folinic acid (LV) followed by docetaxel and cisplatin versus a 5-FU/LV regimen as postoperative treatment for radically resected gastric cancer: Tolerability and feasibility of a phase III study.J Clin Oncol 28:7s, 2010 (suppl; abstr 4018), ASCo Meeting, Chicago 2010. (CVerusio co-author)
57) Dibartolomei M, Bajetta E., Buzzoni R., Dotti K.F. Mariani L.,Filippelli G.,Aitini E.,CiarloA.,BaroneC.,Cirillo M.,Verusio C., on behalf of ITMO study group. Efficacy of three different bevacizumab contaning first-line regimens for metastatic colorectal cancer(mCRC). A randomized Phase II study by Italian trials in medical oncology(ITMO)Group. Abstract nA1,XII Congresso AIOM , Roma, 2010
58) Annamaria Ruzzo, Fabio Galli, Irene Floriani, Eliana Rulli,Vittorina Zagonel,Sara Lonardi, Monica Ronzoni, Bruno Massidda, Nicoletta Pella, Claudia Mucciarini, Roberto Labianca, Pina Ziranu, Enzo Veltri, Pietro Sozzi, Sandro Barni, Vincenzo Ricci, Luisa Foltran, Enzo Pasquini, Antonello Nuzzo, Annalisa Bramati, Daniele Turci, Silvia Lazzarelli, Claudio Verusio, Francesca Bergamo,Elisa Giacomini, Alberto Sobrero, Luciano Frontini, Mauro Magnani, Francesco Graziano.,
PHARMACOGENETIC PROFILING FOR TOXICITY OF OXALIPLATIN AND FLUOROPYRIMIDINES. AN ANCILLARY PROTOCOL TO THE TOSCA TRIAL.,n Abstract n    AIOM, 2012 Roma
59)S. De Placido, C. Boni, R. Lauria, M. De Laurentiis,M. G. Sarobba, A. S.Contu, F. Riccardi, M. Indelli,L. Del Mastro, F. Cognetti, A. Nuzzo, M. Venturini,D. Amoroso, G. Farina, R. R. Silva, C. Verusio,
O. Alabiso, S. Iacobelli, G. Bisagni, P. Carlini,G. Di Renzo, I. Floriani, M. Di Maio, C. Gallo,F. Perrone, on behalf of FATA-GIM3 Investigators.
E1*Comparison of toxicity after 2 years of adjuvant anastrozole (A) or exemestane (E) or letrozole (L) or tamoxifen (T). Preliminary data from the FATA - GIM3 phase 3 trial. Congresso AIOM, 2012, ROMA
 
60)Nicola Personeni, Lorenza Rimassa, Claudio Verusio , Sandro Barni , Annarita Destro, Carlotta Raschioni, Silvia Arnmenia, Irene Floriani, Chiara Gerardi, Marta Monteforte,Eugenio Villa,Silvia Bozzarelli, Massimo Robcalli, Valter Torri, Roberto Labianca , Armando Santoro.
Prognostic factors in KRAS wild-type metastatic colorectal cancer patients treated ewith biweekly cetuximab plus irinotecan, fluorouracil, andleucovorin: A phaseII study . ASCO Meeting , Chicago , 2013
 
61)M. Di Bartolomeo, A.Gevorgyan, A. Ciarlo, A. Bertolini, S. Barni, C. Verusio, E. Aitini, F. de Braud, K.F. Dotti, F. Pietrantonio and E. Bajetta on behalf ITMO group :COI-B capecitabine,oxaliplatin,irinotecan and bevacizumab, as first-line treatment for metastatic colorectal cancer. A phase II ITMO study
Medical Oncology 1, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori.
Congresso AIOM , 2013, Milano, A8
62) Borroni D., Pantaleo G.,Rossi A., Veneziani C.A:, Verusio C. Lo stato psicologico di orientino:determinanti psicosociali nella valutazione del proprio stato di salute da parte del malato oncologico. XIII congresso nazionale SIPO , Cosenza 2013
 
 
 
      
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
                                    
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        Pubblications :
 
 
 
1)E.Bajetta,S.Gori,C.Verusio,R.Buzzoni,G.Gasparini,P.Casali,C.Bartoli,G.Tomasini,F.Valvo.Le infezioni fungine nel paziente neoplastico: diagnosi e terapia delle forme più comuni. Argomenti di Oncologia,5: 237-251,1984.
 
2)E.Bajetta,G.Gasparini,C.Bartoli,,S.Gori,C.Verusio,P.Casali,F.Valvo,R.Buzzoni.Le infezioni virali nel paziente neoplastico: diagnosi e terapia delle
forme più comuni. Argomenti di Oncologia, 5, 469-486, 1984.
 
3)E.Bajetta,S.Gori,C.Verusio,P.Casali,R.Buzzoni,C.Bartoli,G.Gasparini.Le infezioni protozoarie nel paziente neoplastico: diagnosi e terapia
delle forme più comuni. Argomenti di Oncologia,6: 259-268.
 
4)A.Santoro,S.Viviani,V.Bonfante,C.Verusio,P.Bidoli.La chemioterapia dei sarcomi dei tessuti moli dell’adulto. X Corso di aggiornamento in Oncologia medica , Roma : 673-680,1984.
 
 
5)E.Basjetta,F.Valvo,M.Zambetti,P.Bidoli,R.Buzzoni,C.Verusio,C.Tondini,C.Bartoli,B.Salvadori.La sindrome di immunodeficienza acquisita. Argomenti di Oncologia,6:147-169,1985.
 
6)M.Zambetti,E.Bajetta,P.Bidoli,C.Verusio.Antiemetic activity of Metoclopramide versus Alizapride during Cancer Chemotherapy. Tumori, 71: 609-614,1985.
 
7)A.Santoro,C.Verusio.Trattamento combinato Radio-chemioterapico nel carcinoma spino-cellulare dell’esofago. Corso Master sul carcinoma dell’esofago,Milano,1985.
 
 
 
8)P.Bidoli,G.Tancini,C.Verusio,A.Santoro.Chemioterapia del carcinoma polmonare non a piccole cellule in fase
avanzata. Neoplasie del torace, XXVI Corso Superiore di Oncologia Clinica, 201-208,1985.
 
9)E.Bajetta,C.Verusio,V.Bonfante,G.Bonadonna.Cytarabine and Cisplatin in advanced malignant melanoma.Cancer
Treatment Report, 70: 1441, 1985.
 
 
10)E.Bajetta,C.Verusio,R.Buzzoni,P.Casali,E.Negretti.Guida alla terapia dei linfomi non Hodgkin . Corso di aggiornamento in Oncologia Medica , Sezione Lombardia dell’AIOM,1986.
 
11)F.Valvo,S.Viviani,C.Verusio,P.Bidoli,P.Casali,A.Santoro.La chemioterapia dei sarcomi uterini. Neoplasie ginecologiche, XVII Corso Superiore di Oncologia Clinica, 49-55,1986.
 
12)L.Ferrari,E.Bajetta,L.Gianni,C.Verusio,C.Bartoli,P.Valagussa,G.Bona-donna.Four drug sequential regimen in advanced breast cancer.Breast cancer Research and treatment, 10: 151-157,1987.
 
13)C.Verusio,E.Bajetta,L.Ferrari,C.Bartoli,P.Valagussa,G.Bonadonna.Cy-clofosphamide, Adriamycin and Cisplatin in metastatic and locally advanced breast cancer. American Journal of Clinical Oncology,1(4),:435-439,1988.
 
14)R.Zucali,A.Santoro,M.Valente,C.Verusio,G.Ravasi,G.Bonadonna.Trat-tamento combinato nel carcinoma spinocellulare dell’esofago.Radioterapia e trattamenti integrati,XXVIII Corso Superiore di Oncologia Clinica,109-114, 1988.
 
15)A.Santoro,C.Verusio,P.Bidoli,G.Bonadonna.Chemioterapia nelle neoplasie dell’esofago in “ Manuale di Oncologia Chirurgica Toracica”, Ravasi G., Preda F., eds, CEA, Milano,
          249-253,1988.
 
16)P.Bidoli,A.Santoro,C.Verusio,G.Bonadonna.Chemioterapia delle neoplasie del polmone in “ Manuale di Onco-
          logia Chirurgica   Toracica”, Ravasi G., Preda F., eds, CEA, Milano,
          171-.181,1988.
 
17)C.Verusio,E.Villa. Radioterapia delle neoplasie dell’esofago in “ Manuale di Oncologia Chirurgica”, Staudacher V., Andreoni B., Costa A., eds, Masson, Milano, II edizione, 387-88, 1988.
 
18)C.Verusio,E.Villa.Radioterapia delle neoplasie dell’osso in “Manuale di Oncologia Chirurgica “, Staudacher V., Andreoni B., Costa A., eds, Masson, Milano, II edizione, 795-799,1988.
 
19)P.Antognoni,C.Verusio.Radioterapia delle neoplasie dei tessuti molli i “ Manuale di Oncologia chirurgica “ , Staudacher V., Andreoni B., Costa A., eds,Masson, Milano, II edizione, 815-817,1988.
 
 
20)A.Bolognesi,C.Verusio.Radioterapia delle neoplasie del Mediastino in “ Manuale di Oncologia Chirurgica”, Staudacher V., Andreoni B., Costa A., eds, Masson, Milano, II edizione, 835,1988.
 
21)P.Bidoli,C.Verusio,A.Santoro.Progressi nel trattamento del carcinoma spinocellulare dell’esofago localmente avanzato. Argomenti di Oncologia, 10: 219-230,1989.
 
22)M.Di Bartolomeo.E.Bajetta,N.Zilembo,F.De Braud,A.Di Leo,C.Verusio,M.D’Aprile,A.Scanni,A.Irillo,A.Barduagni,C.Epifani.Trea-tment of Carcinoid Syndrome with Recombinant Interferon Alpha-2a. Acta Oncologica, 32,2, 235-238,1993.
 
23)Chiesa G.,Carretta A.,Verusio C.,Fumagalli F.,Zannini P.,Grossi A.Chemioterapia neoadiuvante MPV ( Mitomicina,Cisplatino e Vin- Blastina) associata a chirurgia e radioterapia adiuvante nella terapia del carcinoma broncogeno non a piccole cellule in stadio III. 95° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia.Ed. Minerva
Medica,Torino,1375-1378,1993.
 
24)E.Bajetta et. Al. For the Italian Trials in medical Oncology Group.Treatment of Metastatic Carcinoids and Other Neuroendocrin Tu-
 mors with Recombinant Interferon Alpha-2a. Cancer 72,10, 3099-3105,1993.
 
25)A.Carretta,G.Chiesa,P.Zannini,E.Villa,C.Verusio,F.Fumagalli,G.Melloni,A.Grossi.Surgery following neoadjuvant MPV chemotherapy ( mitomycin, cisplatin, vinblastin) in locally advanced ( IIIa and IIIb) non small cell lung cancer.Eur J Cardio-thorac Surg, 8:457-461,1994.
 
26)Verusio C.,Ceresoli G.,Bolognesi A.,Reni M.,Villa E:Terapie neoadiuvanti e combinazioni radiochemioterapiche : trattamento multimodale nel carcinoma polmonare localmente avanzato. XV Corso Nazionale di aggiornamento in Oncologia Medica, Milano,1994,159-170.
 
27)Fiorino C.,Cattaneo M.,Ceresoli G.,Verusio C.,Bolognesi A.,Longobardi B.,Signorotto P.,Villa E:,Calandrino R.Ottimizzazione 3D del piano di trattamento : esperienza delloOspedale San Raffaele. V Congresso Nazionale AIRO, Genova, 1995, 158-162.
 
28)Ferreri AJM.,Reni M.,Bolognesi A.,Verusio C.,Villa E.Combined therapy for primary central nervous lymphoma in immunocompetent patients. Eur J Cancer 1995;31A (12):2008-12
 
 
 
29)Verusio C.,Ceresoli G.,Reni M.Neoadjuvant chemotherapy for non small cell lung cancer. J Chemotherapy,1996, 8 (Suppl.3), 20-24.
 
30)Carretta A.,Chiesa G.,Ceresoli G.,Verusio C.,Altese r.,Melloni G.,Zannini P.,Grossi A. Multimodality treatment with neoadjuvant MPV chemotherapy, surgery and radiotherapy in the treatment of stage III non small cell lung cancer. J Chemotherapy, 1996, 8 (Suppl.4), 234-236.
 
31) Ragazzi G.,Cattaneo GM.,Fiorino C.,Ceresoli G.,Verusio C.,Villa E.,Calandrino Use of dose-volume histograms and biophysical models to compare 2D and 3D irradiation techniques for non small cell Lung cancer. Br J Radiol 1999, 72, 279-288.
          
32)Berruti A. et al for the Gruppo Italiano Tumori Rari.       Mitotane aassociated with Etoposide,Doxorubicin, and Cisplatin in the treatment of advanced adrenocortical carcinoma. Cancer ,83, 10, 2194-2200,1998.
             
 
33)Bretti S.,Berruti A.,Dogliotti L.,CastagnettoB.,Bertulli R.,Spadaro P.,ToscanoG.,Astorre P.,Verusio C.,Lionetto R.,Bruzzi P.,Santoro A.Combined Epirubicin and interkeukin-2 regimen in the treatment of malignant mesothelioma: A Multicenter phase II study of the Italian Group on Rare Tumors.Tumori,84,5,558-561,1998
 
 
34)Frustaci S.,Buonadonna A.,Romanini A.,Comandone A.,Della Palma M.,Gamucci T.,Verusio C.,Lionetto R.,Dani C.,Casali P.,Santoro A.Increasing dose of continuous infusion ifosfamide and fixed dose of           bolus epirubicin in soft tissue sarcomas. A study of the Italian Group    on Rare Tumors. Tumori 85,4,229-233,1999.
 
35)Santoro A.,Romanini A.,Rosso A.,Frustaci S.,Comandone A.,Apice G.,DeToma D.,Dogliotti L.,Lionetto R.,Dani C:,Bruzzi P.,Piolini M.,Bergnolo P.,Verusio C.Lack activity of docetaxel in soft-tissue sarcomas : Results of a phase II study of the Italian Group on Rare Tumors. Sarcoma, 3,177-181,1999.
 
36)Bucci E.,Protti M.,Rampinelli I.,Russo V.,Verusio C.Vaccini anti-tumorali. Le nuove frontiere dell’Oncologia.XXVII      Convegno Regionale AIOM, 33-57,1999.
 
37)    The impact of chemotherapy on quality of life in advanced non small cell lung cancer. Results of a multicenter phase III study. Journal Clinical Oncology, in press.
38)    C.Verusio: le difficoltà dell’oncologo medico nella gestione del malato oncologico. Atti del primo convegno di Psico-oncologia.
Lecce 2000.
39) Bucci E., Di Lucca G., Verusio C.,: Modificatori della risposta       
biologica. In Terapia Medica Oncologica.Eds Santoro A. EdiSES
156-167,2002
40)Emilio Bajetta, Maria Di Bartolomeo, Luigi Mariani, Antonio Cassata, Salvatore Siena, Sergio Frustaci, Graziella Pinotti, Andrea Bonetti, Ignazio Carreca, Guido Biasco, Luigi Bonaglia, Giovanni Marini, Antonio Iannelli, Elena Piazza, Claudio Verusio, Giovanni Mantovani, Salvatore Tumolo, Diego Cortinovis, Ermina Ferrario, Elena Beretta, Antonio Lambiase, Roberto Buzzoni:CAPECITABINE AND IRINOTECAN COMBINATION (XELIRI) IN METASTATIC COLORECTAL CANCER: RESULTS FROM A RANDOMIZED PHASE II ITALIAN TRIALS IN MEDICAL ONCOLOGY (I.T.M.O.) STUDY .Journal of Clinical Oncology,2003,in press .
 
41) Cazzaniga , Mustacchi, Pronzato, Dematteis...ecc(fra i coautori C.Verusio): Adjuvant systemic treatment of early breast cancer: the NORA study. Annals of Oncology , vol 17, no° 9, september 2006, 1386-1392.
 
 
42) Verusio C, Landau J, Di lucca G, . Cancer related fatigue and quality of life. XIV World Congress on Breast cancer. Zagreb, May, 18-21, 2006
 
43)Verusio C. Il medico nell'età della tecnica, in la psiche nell'età della tecnica. XIII Congrsso nazionale CIPA, pgg 249-268
 
44) Baroli A.,Bianchi L, Marzoli L., Verusio C., Banfi L., Pogliani C., Lorusso R., Pedrazzini L., Corletto D., Trotti G. Effetti dell'associazione docetaxel+terapia radiometabolica sulla tossicità midollare e sul dolore generato da lesioni ossee non complicate, nel carcinoma della prostata. Scenari,rivista di oncologia pratica e speimentale.Anno 5, pg 19
 
 
45)Factorial phase III randomized trial of rofecoxib and prolonged constant infusion of gemcitabine in advanced non-small-cell lung cancer: the Gemcitabine-Coxib in NSCLC(GECO)study.
C.Verusio Co-investigator. Lancet Oncology-online.May 21,2007, DOI :10.1016/S1470-2045(07)70146-8
 
46)Breast cancer in ederly women: adifferent reality? Results from the NORA study.
C.Verusio contributor. Annals of Oncology , 18, 991-996. June 2007
 
 
47)Cisplatin plus Gemcitabine or vinorelbine for Ederly patients with Advanced Non-Small-Cell Lung cancer:TheMILES-“P Studies, JCO,vol 25,n°29, 10 october 2007. 4663-4669
 
48) CVerusio : Doctoring Doctors, Curare un collega ammalato di cancro in “Quando il medico diventa Paziente. Progetto Chirone(Attivecome prima e Fondazione AIOM), ottobre 2007, FrancoAngeli
 
50)Adjuvant treament of early breast cancer: do the San Gallen recommendations influence clinical practice? Result from the NORA studt
C . Verusio Co-autor. Annals of Oncology 18, 1976-1980,2007
 
 
51)Claudia Pogliani, Claudio Verusio: l’anemia nel paziente anziano affetto da neoplsia polmonare non a piccole cellule in fase ananzata in trattamento cjhemioterapico. News, reports, Goals in oncology.N°1- anno 1.2008.26-29
 
52) Weekly docetaxel vs docetaxel-based combination chemotherapy as second-line treatment of advanced non-small-cell lung cancer patients. The DISTAL2 randomized trial.
Vittorio Gebbia1, Cesare Gridelli2, Claudio Verusio3, Luciano Frontini4, Enrico Aitini5, Bruno Daniele6, Teresa Gamucci7, Gianfranco Mancuso1, Massimo Di Maio8,9, Ciro Gallo10, Francesco Perrone9, Alessandro Morabito9 on behalf of the DISTAL Investigators. Lung Cancer in press
 
53) L Bianchi ,A Baroli, L Marzoli, C Verusio, C.Chiesa, L Pozzi. Prospective dosimetry with 99mTc-MDP in metabolic raditeraphy of bone metastases with 153Sm-EDTMP. Eurj Nucl Med Mol imaging.Doi 10.1007/s00259-008-0926-7
 
54) F.Russo,A Bearz,G.Pampaloni for the investgators of the Italian Pemetrexed monotherapy of NSCLC group(C.Verusio co-author). Pemetrexed single agent chemotherapy in previously treated patients with locally advanced or metastatic non-small cell lung cancer. BMC Cancer2008,8:16 doi :10.1186/1471-2407-8-216
55) CVerusio, M. Marconi, A. De Bortoli: programmazione ed organizzazione del supporto psicologico a pazienti e familiari in un aunità operativa di Oncologia Medica.
BIOS 2010, Anno XII , n° 1, pag 80-82
 
56) Gridelli C,Morabito A,Gebbia V, Mencoboni M, Carrozza F, Viganò MG, Verusio C et al:Cetuximab and gemcitabine in ederly or adult PS2 patients with advanced non-small-cell lung cancer: the cetuximab in advanced lung cancer(CALC1-E and CALC1 PS2) randomized phase II trials. Lung cancer , 67, 2010, 86-92
57)Randomized, Phase III Trial of Panitumumab With Infusional Fluorouracil, Leucovorin, and Oxaliplatin (FOLFOX4) Versus FOLFOX4 Alone As First-Line Treatment in Patients With Previously Untreated Metastatic Colorectal Cancer: The PRIME Study .JCO November 1 2010, vol 28, n31 pg46907-4705 .CVerusio (Co-investigator)
58)Randomized Phase III Study of Panitumumab With Fluorouracil, Leucovorin, and Irinotecan (FOLFIRI) Compared With FOLFIRI Alone As Second-Line Treatment in Patients With Metastatic Colorectal Cancer.JCO,november 1 2010,vol 28, n31, pg 4706-4713. CVerusio (co-investigator)
59)First line bevacizumab plus taxane –based chemotherapy for locally recurent or metastatic breast cancer : safety and efficacy in an open-label study in 2251 patients.Annals of Oncology ,22 : 595-602, 2011. Ian Smith et al on behalf of the Athena Study group. Cverusio coinvestigator)
60) Primary tumor Response to Preoperative Chemoradiation  with or without Oxaliplatin in Locally advanced Rectal Cancer : Patholiogioc results of the Star-01Randiomized Phase III Trial . DOI 10.1200/JCO .2010.34.4911.
J Clin Onc,29,2781-2789, 2011 CVerusio Coautor
61)Efficacy of three different first-line bevacizumab-containing regimens in metastatic colorectal cancer: A randomized phase II study of the Italian Trials in Medical Oncology Group (ITMO)
M. Di Bartolomeo1, K. F. Dotti1, L. Mariani2, E. Aitini3, A. Di Leo4, G. Filippelli5, C. Barone6, M. Cirillo7, S. Ricci8, F. Artioli9, C.Buscarino10, A. Bonetti11, C. Verusio12, S. Ferrari13 and E. Bajetta14 on behalf of the Italian Trial in Medical Oncology (ITMO) Group. Annals of Oncology (in Press)
62) First –line Erlotinib followed by second line cisplatin-gemcitabine chemotherapy in advanced non-small cell lung cancer; the Torch randomized trial. JCO 10/7/ 2012 CVerusio Coinvestgator
 
 
 
 
Allegato:
FONDAZIONE
ALEXANDER
LANGER
STIFTUNG


Ai Donatori di musica il premio Alexander Langer 2013
Motivazioni
La decisione di premiare “Donatori di Musica” - una rete di artisti,
medici, infermieri e volontari che prende il nome dall'impegno a
organizzare, prevalentemente in reparti oncologici, stagioni di
concerti - può sembrare una rottura con la tradizione che per anni ha
visto la Fondazione Langer privilegiare l'opera di pacificazione e di
soccorso in luoghi di conflitto e di crisi umanitaria. Più che una
rottura, però, è uno spostamento: dal lontano al vicino,
dall'emergenza alla quotidianità, dalla cura della vita offesa alla
cura della vita pericolante. E non solo: se c'è un tratto che accomuna
i nostri premiati, è la scelta nonviolenta, e di nonviolenza la
pratica medica ha un profondo bisogno.
Quando Gandhi, e dopo di lui Illich, denunciavano gli effetti patogeni
della moderna medicina, il bersaglio erano sia lo specialismo, sia la
violenza potenziale legata alla disparità di conoscenze, padronanza,
potere fra chi soffre e chi cura. A maggior ragione nella malattia
oncologica, in cui il malato può vivere momenti di vulnerabilità
estrema, in cui il corpo può ridursi a un groviglio di sofferenza
nelle mani di chi ha la facoltà (e l'onere) di decidere le terapie e i
tempi, modi, luoghi in cui applicarle.
Oggi la medicina ha imparato a riflettere su se stessa, sulla propria
vocazione, sul proprio ambiente; da anni in molti ospedali c’è chi si
sforza di "umanizzare" la degenza promuovendo iniziative per lo svago
e la socializzazione. Giusto, ammirevole.
Ma i Donatori puntano a qualcosa di diverso: a contrastare un modello
di medicina che ancora tende a sequestrare il paziente in una enclave
istituzionalizzata, a rinchiuderlo nell'identità esclusiva di "malato
di cancro"- e qui viene spontanea un'analogia con gli interventi in
situazioni di guerra civile o di catastrofe naturale, dove i colpiti
sono vittime, certamente, ma non vittime soltanto, e amerebbero avere
rapporti da persona a persona, non da bisognosi a soccorritori.
Per rompere la segregazione, per dare spazio alle molte cose che un
malato continua a essere, la via maestra è costruire legami fra i
degenti, i loro familiari e amici, gli artisti, gli operatori
sanitari. Un lavoro che non può accontentarsi della performance
isolata perché vuole tempi lunghi, continuità, sapienza sedimentata,
un contorno coerente.
E' in questa prospettiva che il concerto prende senso come strumento e
simbolo di condivisione: si discute, lo si prepara insieme, insieme si
vive la beatitudine che la musica sa dare, si gusta il cibo che
accompagna l'incontro. E insieme si cambia.
La presenza nel reparto dei musicisti, un pezzo di mondo dal quale i
pazienti sono stati esclusi o si sono lasciati escludere, ha
consentito - dicono i Donatori - una “rivoluzione imbarazzante” per la
sua semplicità: iniziata dalla consapevolezza che ognuno è nello
stesso tempo sano e malato, spesso in transito da una condizione
all'altra, la rivoluzione è approdata alla scoperta che non
necessariamente il paziente è la figura che chiede e riceve, può
altrettanto bene essere quella che offre e dà. In questa logica di
scambio, l'artista porta la sua musica, gli operatori le proprie
conoscenze, i malati il proprio sapere: esperienza del dolore, ma non
soltanto, anche storia della vita che si è vissuta e si spera di
tornare a vivere.
E' un insieme che protegge dal rischio di diventare, proprio malgrado,
"malati professionali". Ed è una critica pratica alla nostra cultura,
in cui il cancro è avvolto da un'aura perturbante che rende difficile
persino nominarlo, e che può falsare i rapporti e le parole.
L'esperienza dice che ci si può opporre. E' proprio dall'esperienza
nascono i Donatori.
Nel 2007 un musicologo e direttore artistico, degente all'ospedale di
Carrara, propone al suo primario di organizzare un concerto - quel che
faceva prima e vuol continuare a fare nel modo in cui gli è possibile.
L'esperimento ha una ricaduta bella e fattiva oltre le previsioni,
tanto che l'evento si trasforma in sistema, e invoglia altre persone,
altre istituzioni - gli ospedali di Bolzano, Brescia, Saronno,
Sondrio, Vicenza, San Camillo Forlanini di Roma.
Un progetto così semplice e così ambizioso esige regole e patti. Agli
artisti chiede, insieme all'eccellenza professionale, sensibilità e
riserbo: nessun turismo umanitario, nessuna autopromozione o ritorno
di immagine. Agli operatori chiede un lavoro costante di informazione
calibrato sul livello diffuso di conoscenza della malattia e delle
opzioni terapeutiche. A tutti si chiede empatia, rispetto reciproco,
messa in discussione dei ruoli: nel setting del concerto, nessuno ha
un abbigliamento "di funzione”, a significare che si tratta di una
performance diversa da ogni altra.
Ma nella cura il medico non abdica al suo ruolo. Lo svolge con più
consapevolezza del punto di vista del malato, ma anche dei propri
disagi, difficoltà, debolezze, da affrontare insieme. A differenza che
nella direttiva "il malato al centro", che lascia spesso la decisione
nelle mani del medico, qui al centro è il rapporto. E quel rapporto è
la condizione per una buona alleanza e una modalità di cura non
accanita e non bellicosa - come avviene invece nella diffusa tendenza
a concepire la terapia come guerra, duello, prova di forza.
La priorità delle relazioni è l'altra faccia della “rivoluzione
imbarazzante”: mentre ancora oggi l'«umanità» del curante è
considerata dagli stessi pazienti un (pregevolissimo) di più, per i
Donatori è parte integrante dell'eccellenza professionale. Senza la
quale non c'è buona medicina né buona terapia.
Questo impegno complessivo non è materia per un progetto di riforma
sanitaria; è materia per un lavoro di riforma interiore, la stessa
strada che porta a scegliere la nonviolenza e a decidere
consapevolmente della propria vita.
Il Presidente del Comitato scientifico: Fabio Levi
Il Presidente della Fondazione: Enzo Nicolodi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 




 


 


 





 





 


 





 
 
                                                                                                                   
 
                                                                        __________________________________________
 
 
 

Sito web

Scheda personale

Attività su Medicitalia

Il Prof. Claudio Verusio è specialista di medicitalia.it dal 2007.