Terapia


mercoledì 21 marzo 2012 da Utente 240xxx
paziente femmina età 78,
da diecigiorni ha una frequenza cardiaca alta 110 120 battiti al minuto,
terapia
mattina; cotareg, 1/2 cardacor, cordarone, coumadin, e norvasc la sera,

nonostante la cura il ritmo non rallenta, sono preoccupato perchè si lamenta, si affatica, il ritmo elevato può causare danni?
da un giorno abbiamo aumentato la dose di cardacor a 1 pastiglia e aspettiamo, pensiamo di fargli immediatamente una visita cardiologica,
cordiali saluti

Segnala allo staff

Risponde dal 2009 il medico

Dr. Maurizio Cecchini

Specialista in:
Cardiologia

Esercita a:
PISA (PI)

Referente d'area
Indice di partecipazione al sito: 1032
indice medicitalia
La tachicardia che lei indica va indagata escludendo le cause piu' frequenti (a parte la febbere) quali l'anemia ed una disfunzione tiroidea, anche perche' e' strano che la paziente abbia tale frequenza sotto amiodarone e beta bloccanti.
Ne parli con il suo medico
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org

Dr. Maurizio Cecchini - Specialista in Cardiologia
Universita' degli Studi di Pisa
Medicina di Emergenza ed Urgenza
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
giovedì 22 marzo 2012, dopo 14 ore
replica #1  -  Segnala allo staff
 

Vuoi rispondere al consulto?


Esegui il login (registrati e inserisci utente e password) e ti apparirà in questo spazio arancione il modulo in cui scrivere il testo.
 
 
advertising
 
 
 

News dai blog degli specialisti:

 

Approfondimenti:

Terapia "curativa" della fibrillazione atriale: info per paziente e medico
la Fibrillazione Atriale è l’aritmia più difficile da trattare con i farmaci e l’unica alternativa ad essa e ai suoi limiti è rappresentato dalla Ablazione...
 

Gratis il tuo consulto ora!

 
 
ultima modifica:  11/12/2015 - 0,28        © 2000-2016 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy