0/0
Aggiungi ai preferiti

Minocin e reflusso gastroesofageo


giovedì 15 marzo 2012 da Utente cancellato
Buongiorno,

gradirei un consiglio in merito ad una terapia che sto per seguire. Il dermatologo mi ha consigliato di prendere 1cp/die per 30 giorni di Minocin 100mg a causa di un lieve problema di acne.

Sono da pochi mesi uscito da una situazione di reflusso gastroesofageo causato da incompetenza del cardias (confermato da gastroscopia nell'agosto scorso), ma non ne sono guarito totalmente (ho preso vari ipp per circa 6 mesi e Deniban). Ad oggi soffro ancora di bruciori di stomaco, difficoltà lieve nel digerire e senso di sazietà precoce. Non sto più assumendo nessun farmaco per il reflusso.

E' il caso di avventurarsi in 30 giorni di antibiotico? L'acne non è grave e, sinceramente, se dovessi ritornare al punto di partenza con lo stomaco sarebbe un gran bel problema.

Grazie per le risposte.

Segnala allo staff

Risponde dal 2008 il medico

Dr. Felice Cosentino

Specialista in:
Chirurgia dell'apparato digerente
Gastroenterologia e endoscopia digestiva
Chirurgia generale

Perfezionato in:
Colonproctologia

Esercita a:
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)

Referente d'area
Indice di partecipazione al sito: 4179
indice medicitalia
>>Ad oggi soffro ancora di bruciori di stomaco, difficoltà lieve nel digerire e senso di sazietà precoce. Non sto più assumendo nessun farmaco per il reflusso. <<


Come mai ha smesso la terapia se i disturbi persistono ? L'antibiotico può prenderlo e non ha controindicazioni per il reflusso.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, H San Giuseppe - MI www.endoscopiadigestiva.it
CONSULTARE SEMPRE IL PROPRIO MEDICO.
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
giovedì 15 marzo 2012, dopo 5 minuti
modificato dopo 2 minuti
replica #1  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2012 il medico

Dr. Francesco Quatraro

Specialista in:
Gastroenterologia e endoscopia digestiva

Perfezionato in:
Colonproctologia

Esercita a:
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Referente d'area
Indice di partecipazione al sito: 2216
indice medicitalia
Gentile utente,
non sono segnalate controindicazioni nei pazienti che soffrono di malattia da reflusso gastroesofageo.

Sono comunque segnalati, in alcuni casi, disturbi gastrointestinali vari.

Gli antiacidi a base di sali di alluminio, calcio o magnesio, riducono l'assorbimento orale delle tetracicline, per cui è opportuno evitare l’assunzione contemporanea di Minocin e questi antiacidi.

Cordialità

LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
giovedì 15 marzo 2012, dopo 3 minuti
modificato dopo 1 minuti
replica #2  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente cancellato
L'ho smessa perché ho notato che anche proseguendo per lunghi periodi con Omeprazolo, Pantoprazolo o Esomeprazolo il tutto migliorava ma comunque non guariva del tutto ed il mio intestino ne risentiva.

Passando poi per neurologi hanno cominciato ad attribuire il tutto ad ansia ed hanno cominciato prima con Deniban, poi Sertralina, Paroxetina, Xanax senza comunque risolvere il problema.

Preferisco tenermi qualche fastidio e comunque condurre una vita pressoché normale, agli inizi era molto peggio, ogni pasto era una valle di lacrime quando veniva il momento di digerire.

Se comunque ha qualche consiglio lo accetto volentieri.

Grazie.

giovedì 15 marzo 2012, dopo 2 minuti
replica #3  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2012 il medico

Dr. Francesco Quatraro

Specialista in:
Gastroenterologia e endoscopia digestiva

Perfezionato in:
Colonproctologia

Esercita a:
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Referente d'area
Indice di partecipazione al sito: 2216
indice medicitalia
Viste le sue precisazioni le aggiungo un ulteriore informazione:
le benzodiazepine, riducendo il tono dello sfintere esofageo, facilitano il reflusso.

LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
giovedì 15 marzo 2012, dopo 13 minuti
replica #4  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2008 il medico

Dr. Felice Cosentino

Specialista in:
Chirurgia dell'apparato digerente
Gastroenterologia e endoscopia digestiva
Chirurgia generale

Perfezionato in:
Colonproctologia

Esercita a:
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)

Referente d'area
Indice di partecipazione al sito: 4179
indice medicitalia
Bisogna valutare quindi con un gastroenterologo i sintomi e comprendere se realmente c'è necessità del farmaco antireflusso/antisecretivo. Nel caso fosse necessario allora si cercherà la terapia antisecretiva mirata. Senza una visita non è possibile per noi darle precisi suggerimenti farmacologici.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, H San Giuseppe - MI www.endoscopiadigestiva.it
CONSULTARE SEMPRE IL PROPRIO MEDICO.
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
giovedì 15 marzo 2012, dopo 2 minuti
replica #5  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente cancellato
Gentile Dottore,

mi hanno visitato se ben ricordo 5 o 6 gastroenterologi, inutile dirle che nessuno ci ha azzeccato. Ho provato penso tutti gli ipp (mi manca solo il lansoprazolo), Peridon, Levopraid. Ho effettuato una gastroscopia con 16 biopsie.

Comincia poi il rimbalzo tra gastroenterologi e neurologi (per i quali esistono solo psicofarmaci) e va a finire che si perde una gran quantità di tempo e soldi, nulla sarebbe se ci fossero risultati, invece...

giovedì 15 marzo 2012, dopo 10 minuti
replica #6  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente cancellato
Al terzo giorno ho già perso una notte di sonno per il mal di stomaco. Sono andato dal medico di base a farmi prescrivere Lucen da 40mg, va bene?

lunedì 19 marzo 2012
replica #7  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2008 il medico

Dr. Felice Cosentino

Specialista in:
Chirurgia dell'apparato digerente
Gastroenterologia e endoscopia digestiva
Chirurgia generale

Perfezionato in:
Colonproctologia

Esercita a:
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)

Referente d'area
Indice di partecipazione al sito: 4179
indice medicitalia
Adesso deve procedere con un ciclo di 6-8 settimane e ridurre la dose la risoluzione dei disturbi o alla fine del ciclo.


Saluti



Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, H San Giuseppe - MI www.endoscopiadigestiva.it
CONSULTARE SEMPRE IL PROPRIO MEDICO.
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 19 marzo 2012, dopo 36 minuti
replica #8  -  Segnala allo staff
 

Vuoi rispondere al consulto?


Esegui il login (registrati e inserisci utente e password) e ti apparirà in questo spazio arancione il modulo in cui scrivere il testo.
 
 
 
 
advertising
 

Gratis il tuo consulto ora!

 
 
 
 
 
 

News dai blog degli specialisti:

 
Medicitalia sito dell'anno 2013
ultima modifica:  01/07/2014 - 2,75        © 2000-2014 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896        Privacy Policy