0/0
Aggiungi ai preferiti

Ritardo assunzione pillola in terza settimana


lunedì 22 agosto 2011 da Utente 115xxx
Salve,

Sono una ragazza di 22 anni che assume la pillola Loette regolarmente da maggio del 2009 (2 anni abbondanti). Prendo la pillola sempre in un orario che varia dalle 19.45 alle 23 circa.

Sabato 13 agosto ho assunto la pillola verso le 20.
Domenica 14 agosto ho avuto due rapporti non protetti verso le 18/18.30 e ho scordato di prendere la pillola al solito orario.
Lunedì 15 mattina, alle 10.53 ho assunto la pillola della sera precedente, con quindi un ritardo di circa 15 ore.

La pillola dimenticata era la quarta della terza settimana del blister.
Ho telefonato alla mia ginecologa per chiedere se avessi dovuto prendere la pillola del giorno dopo ma mi ha detto di non preoccuparmi visto che prendo Loette da più di due anni. In ogni caso io da domenica 14 non ho più avuto rapporti (quindi sono ora 7 giorni che non ne ho) e al termine del blister ho attaccato un nuovo blister senza effettuare la settimana di pausa, così come consigliato nel bugiardino per casi come il mio.

Ecco i miei dubbi:
1) il rapporto del 14 pomeriggio era coperto dalla pillola assunta il 13 sera oppure potrebbe essere avvenuta la fecondazione nelle 15 ore di ritardo di assunzione della pillola del 14 sera?
2) è vero che dopo due anni di assunzione regolare, un ritardo di assunzione di 15 ore come questo è irrilevante?
3) la settimana "di astinenza" è sufficiente o devo per forza coprire i rapporti ancora per tutto il mese? (il bugiardino addirittura indica che unendo due blister non sono necessarie precauzioni aggiuntive)

Grazie in anticipo del vostro parere, sono una ragazza piuttosto ansiosa e questa dimenticanza mi ha davvero mandata in tilt! Inoltre avendo unito i due blister, ieri non mi è arrivato il ciclo come di norma, eppure sento crampi al bassoventre.. é normale o è sintomo di gravidanza? Grazie!

Segnala allo staff

Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia


Buona sera,

Dopo due anni di assunzione regolare, aver posticipato l'assunzione di un'unica pillola di 15 ore non dovrebbe costituire un problema. Le ovaie, grazie alla pillola sono messe a riposo e seppur l'efficacia sia garantita per ritardi inferiori alle 12 ore, tendenzialmente non dovrebbero esserci problemi. E', dunque, altamente improbabile che quel singolo rapporto possa aver portato ad una gravidanza. Tuttavia, se queste settimane di attesa del prossimo ciclo aumentano come credo il suo carico di ansia, le consiglio di effettuare comunque un test di gravidanza. Per quanto io e la sua ginecologa la possiamo tranquillizzare, l'assenza di ciclo dovuta alla prosecuzione con il secondo blister può essere un'evento stressante che può scomparire in pochi minuti effettuando il test. Per quanto riguarda i rapporti di questo mese, la contraccezione è garantita così come ha letto e non sono necessarie coperture aggiuntive. Infine, i dolori al basso ventre che riferisce non sono sintomo di gravidanza, probabilmente sono dovuti ad un'irritazione del colon dovuta allo stress, o al fatto di non aver avuto il normale ciclo mestruale mensile.

Distinti saluti.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 22 agosto 2011, dopo 4 ore
replica #1  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
La ringrazio di cuore per la tempestiva risposta. Un parere come il suo magari non eliminerà del tutto le paranoie ma serve a darmi speranze in più.. E quindi a calmarmi.
Aggiungo a questo punto una domanda:visto che sono pure diffidente sui test di gravidanza (se leggo negativo mi ripeto che magari il test ha sbagliato,so che può succedere),dopo quanto dal rapporto a rischio mi conviene effettuarlo per avere un minimo di sicurezza in più che sia affidabile?
Un'ultima cosa:lei ha scritto"E', dunque, altamente improbabile che quel singolo rapporto possa aver portato ad una gravidanza."..potrebbe far differenza il fatto che di rapporti quel pomeriggio ne ho avuti due a poca distanza (circa un'ora o due) l'uno dall'altro?
Grazie ancora!

lunedì 22 agosto 2011, dopo 2 ore
replica #2  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Buon giorno,

I test di gravidanza in commercio sono molto affidabili già da due, tre giorni dopo la data in cui avrebbe dovuto avere il ciclo. La certezza la può avere effettuando un semplice prelievo di sangue e dosando la beta-HCG. Per quanto riguarda il numero di rapporti, non si preoccupi non influisce. Comunque stia tranquilla perché per fortuna e'stata ben guidata dalla sua ginecologa e vedrà che andrà tutto bene.

Cordiali saluti

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
martedì 23 agosto 2011, dopo 12 ore
replica #3  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
La domanda sui test era più che altro volta al fatto che avendo unito i blister il ciclo salta..devo quindi aspettare il mese prossimo per un test? Comunque da qualche giorno ho frequenti mal di pancia e mal di testa.. Spero non c'entrino nulla con tutta questa storia..
La ringrazio per la disponibilità e la pazienza!

mercoledì 24 agosto 2011, dopo 16 ore
replica #4  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Per fare il test basta che siano trascorsi 30 giorni dall'inizio dell'ultimo ciclo che ha avuto. Se i sintomi permangono le consiglio tuttavia una visita dalla sua ginecologa per avere un quadro chiaro della situazione.

Cordiali saluti.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
mercoledì 24 agosto 2011, dopo 8 ore
replica #5  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
.. Potrebbero indicare gravidanza??

mercoledì 24 agosto 2011, dopo 5 minuti
replica #6  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
La cosa più probabile è che siano dovuti alla stress emotivo di questi giorni. Il mal di pancia che riferisce potrebbe essere attribuito al fatto di non aver effettuato la consueta settimana di sospensione della pillola e la cefalea potrebbe essere associata allo stress. Chiaramente però queste sono solo ipotesi che vanno verificate attraverso una visita specialistica.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
mercoledì 24 agosto 2011, dopo 44 minuti
replica #7  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Va bene:) cercherò di fare un salto al consultorio della mia città poiché purtroppo una visita specialistica della mia ginecologa costa molto cara e non lavorando non posso permettermela al momento..grazie nuovamente della disponibilità,è stata gentilissima..

mercoledì 24 agosto 2011, dopo 3 ore
replica #8  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Buongiorno,
Ho effettuato stamattina ho test di gravidanza "fai da te", con esito negativo.
Il test era "clearblue digital", ma dopo averlo usato ho trovato su internet pareri negativi su quella marca. Io ho aspettato 15 giorni dal rapporto a rischio per fare il test e, aldilà del fatto che mi sia saltato x l'aver attaccato due blister, il ciclo avrei dovuto averlo domenica 21.. Secondo lei il risultato ottenuto oggi è affidabile? Lunedì prossimo (visto che al consultorio mi hanno detto che un test dà certezze solo dopo 3 settimane dal rapporto) semmai ripeterò il test oppure farò un dosaggio del beta HCG tramite prelievo del sangue. Intanto attendo un parere e la ringrazio anticipatamente.

lunedì 29 agosto 2011
replica #9  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Buona sera, non posso commentare la marca del test di gravidanza che ha acquistato, ma le dico che essendo negativo può vivere con più tranquillità questo momento. Le consiglio lunedì prossimo (anche se potrebbe effettuarlo anche in questi giorni) di effettuare direttamente il dosaggio beta HCG, in modo da non aver più neanche il minino dubbio . Le ribadisco comunque che in genere anche i test di gravidanza acquistati in farmacia sono affidabili.

Cordiali saluti.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 29 agosto 2011, dopo 4 ore
replica #10  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
La ringrazio! Incrociamo le dita.. In realtà la mia preoccupazione deriva più che altro dal fatto che da qualche giorno sento TUTTI gli odori e non mi era mai capitato.. Anche il seno un po' gonfio.. Se non è una gravidanza (cosa che mi auguro) non capisco cosa porti a questo sintomo..

lunedì 29 agosto 2011, dopo 1 ore
replica #11  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Il seno potrebbe aver risentito della mancata interruzione tra un ciclo di pillola ed il successivo. Per quanto riguarda gli odori, come saprà in gravidanza si percepiscono meglio. Potrebbe essere un pò di suggestione. In ginecologia ed ostetricia non ci sono certezze assolute e purtroppo dovrà aspettare i risultati della beta HCG per avere la certezza assoluta.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 29 agosto 2011, dopo 35 minuti
replica #12  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
salve dottore,
ieri mattina, dopo 22 giorni da quel famoso rapporto a rischio, ho effettuato un esame del sangue per il dosaggio beta HCG. il risultato è stato di 0.1. ho telefonato al consultorio della mia città dove mi hannod etto due cose:
1)il risultato è negativo, quindi non dovrei essere incinta
2)è necessario che tra una settimana mi rechi nuovamente al laboratorio d'analisi per ripetere il test, affinché io possa avere la certezza assoluta che il risultato sia negativo, poiché - a quanto hanno detto - solo un secondo test dà la conferma di un "vero negativo".

volevo chiedere il suo parere: un test come questo, a 22 giorni dal rapporto a rischio, con risultato 0.1, rischia di essere un falso negativo o di aumentare in questa settimana?
lo chiedo perché io a leggere il risultato mi ero nettamente tranquillizzata mentre quando mi hanno detto che era meglio ripeterlo mi sono fatta delle domande.. inoltre mesi fa avevo già effettuato le beta sul sangue (nello stesso laboratorio privato) ed erano risultate "INDOSABILE".. mentre stavolta sono a 0.1 (.. un numero concreto!!).. cosa ne pensa?
come ultima cosa aggiungo che oggi ho dei dolori acuti, come spilli, a sinistra dell'ombelico.. gravidanza o semplici disturbi da colite (colite di cui soffro sovente negli ultimi mesi)?
grazie ancora del tempo che mi dedica e della sua infinita pazienza!

Cordiali saluti

martedì 6 settembre 2011
replica #13  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, i colleghi del consultorio hanno ragione, conviene ripeterlo tra una settimana per essere sicuri al cento per cento. Il valore che ha letto e' assolutamente negativo anche se non e'indosabile e per quanto riguarda i dolori e'verosimile che sia colite.

Cordiali saluti

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
martedì 6 settembre 2011, dopo 2 ore
replica #14  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Bene, in questo caso lunedì rifarò il test. Solo un dubbio: ieri ho terminato il blister della pillola, attendo quindi le mestruazioni per domenica. Nel caso (sperato) in cui si presentassero regolarmente, io tengo comunque a sottopormi al prelievo, ma è un problema dosare le beta HCG durante il ciclo? So che ad esempio alcuni esami del sangue non possono essere fatti in quei giorni. C'è il rischio che la "mestruazione" alteri l'esito dando falsi negativi o falsi positivi?

giovedì 8 settembre 2011
replica #15  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Buona sera, se dovesse venirle il ciclo diventa superflua l'esecuzione del prelievo, quindi auguriamoci che arrivi in modo da evitarle un nuovo prelievo.

Cordiali saluti

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
giovedì 8 settembre 2011, dopo 1 ore
replica #16  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
È molto gentile a rispondere sempre e così rapidamente.

Credo che farò il prelievo in qualsiasi caso per via del fatto che sono molto scrupolosa (so che il ciclo indotto dalla pillola non sono vere mestruazioni e possono anche comparire con una gestazione in atto) e purtroppo anche piena di paranoie.. Quest'ultimo motivo mi porta anche a temere che anche in caso di non-gravidanza il ciclo mi ritardi per un fattore psicologico(o anche perché ho attaccato due blister!!). Forse il prelievo sarà dispendioso ma vale la pena per mettersi un po' il cuore in pace, visto che purtroppo a causa di questo"dilemma"le ultime settimane sono state un po' pesanti.
mi perdoni se sto sfruttando così tanto il suo supporto, ma il servizio che offrite su questo sito aiuta a sentirsi meno soli durante periodi non proprio tranquilli!
La ringrazio ancora di cuore, la terrò aggiornato!
Per ora buon weekend!!

venerdì 9 settembre 2011, dopo 9 ore
replica #17  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Non si preoccupi, nessuno disturbo, non esiti scrivermi se avesse altre domande.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
venerdì 9 settembre 2011, dopo 16 ore
replica #18  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Salve dottore,
Le scrivo per farle sapere che il ciclo mi è arrivato puntuale e regolare domenica (con un sacco di dolori), ma per sicurezza ieri mattina (lunedì) ho fatto il test del beta HCG sul sangue, che è risultato 0,1 come l'altra volta. A questo punto io confido che due test con questo esito fatti a 22 e 29 giorni dal rapporto a rischio possano essere affidabili. Per quanto io abbia ancora qualche disturbo (dolori come "spilli" in diversi punti dell'addome/bassoventre in alcuni momenti della giornata e stimolo a urinare più spesso soprattutto al mattino) spero che lei possa confermarmi uno "scampato pericolo".. Dopotutto le beta sono gli esami più affidabili giusto?
Grazie ancora di tutto,
Buona giornata!

martedì 13 settembre 2011
replica #19  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Assolutamente si, stia tranquilla, due beta negative e l'arrivo del ciclo possono farle dormire sogni tranquilli.

Cordiali saluti

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
martedì 13 settembre 2011, dopo 8 ore
replica #20  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Non so come ringraziarla per l'aiuto e il supporto. Spero di non doverla disturbare più in futuro.. Buona serata e grazie ancora!

martedì 13 settembre 2011, dopo 2 ore
replica #21  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Gentile medico, contrariamente a quanto scritto sopra mi trovo a doverle indirizzare un nuovo messaggio. Le spiego subito: attendevo il ciclo per oggi ed infatti si è manifestato verso ora di pranzo(anche se di solito compare alle prime ore del mattino), però fino a stasera è stato un ciclo davvero molto scarso, inizialmente tendente al marrone e in seguito rosso vivo(sulla carta igienica e non sull'assorbente, dov'è sempre scuro).. Perdoni i particolari poco piacevoli, cerco solo di essere più precisa possibile. Ricordando che io prendo la pillola, a cosa può essere dovuto questo primo giorno di ciclo semifantasma? Aggiungo che i dolori mestruali al bassoventre ci sono tutti e sono iniziati ieri sera.. Se fossi incinta il ciclo potrebbe arrivare di questo tipo? Scarso e come descritto sopra? Poiché so che alcune donne hanno il ciclo anche da incinta, soprattutto se prendono la pillola(che rende il ciclo "meccanico", fasullo).. Sono un po' spaventata, non faccio che "monitorare" l'entità della mestruazione e convincermi che magari sono incinta.. (si chiederà da dove deriva questa paura;è un po' strano ma qualche settimana fa ho il dubbio che una pillola possa essermi caduta durante l'assunzione..so che sembra ridicolo ma alcune paranoie sono incontrollabili..).. La ringrazio infinitamente per la pazienza e la professionalita che, sono certa, non mancheranno nella sua risposta. Le auguro nel frattempo una buona serata..!

lunedì 10 ottobre 2011
replica #22  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Buonasera, considerato che il ciclo è arrivato puntuale, anche se per ora un pò più scarso può stare tranquilla. E'chiaro che tutto può succedere, ma se lei inizia ad immaginare la peggiore delle ipotesi ogni mese non riuscirà più a vivere serenamente. Uscendo di casa una macchina potrebbe investirla, ma in genere non accade, e prendendo la pillola potrebbe insorgere una gravidanza, ma è un'ipotesi poco probabile. Deve riuscire a rilassarsi, altrimenti ogni mese starà male e inizieranno a venire a galla migliaia di domande. Purtroppo in questa branca esistono poche certezze assolute, ma i numeri giocano a suo favore. Può accadere che prendendo la pillola il ciclo possa addirittura saltare, per cui è necessario che viva con maggiore serenità la contraccezione. Per qualsiasi dubbio non esiti a scrivere.

Cordiali saluti.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
martedì 11 ottobre 2011
replica #23  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Buonasera, considerato che il ciclo è arrivato puntuale, anche se per ora un pò più scarso può stare tranquilla. E'chiaro che tutto può succedere, ma se lei inizia ad immaginare la peggiore delle ipotesi ogni mese non riuscirà più a vivere serenamente. Uscendo di casa una macchina potrebbe investirla, ma in genere non accade, e prendendo la pillola potrebbe insorgere una gravidanza, ma è un'ipotesi poco probabile. Deve riuscire a rilassarsi, altrimenti ogni mese starà male e inizieranno a venire a galla migliaia di domande. Purtroppo in questa branca esistono poche certezze assolute, ma i numeri giocano a suo favore. Può accadere che prendendo la pillola il ciclo possa addirittura saltare, per cui è necessario che viva con maggiore serenità la contraccezione. Per qualsiasi dubbio non esiti a scrivere.

Cordiali saluti.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
martedì 11 ottobre 2011, dopo 1 ore
replica #24  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Ha proprio ragione, visto che la stresso così spesso le confido che da un po' di tempo vedo uno psicologo per via delle frequenti paranoie, quindi purtroppo so di esagerare spesso in tutto questo. Comunque il ciclo si è abbastanza normalizzato e sono più tranquilla.. Grazie della cortesia! Le auguro un'ottima serata!

mercoledì 12 ottobre 2011
replica #25  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Non si preoccupi, non mi stressa affatto, e se ha dubbi non esiti a scrivere, sarò lieto di tranquillizzarla.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
venerdì 14 ottobre 2011
replica #26  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Salve, torno a rivolgermi a lei, questa volta con un po' meno di "paura" e un po' più di dubbi..

Ho notato che negli ultimi mesi (diciamo 2 o 3), accuso i cosiddetti "dolori premestruali".. troppo presto. A circa 10 giorni dall'arrivo del ciclo il seno inizia a farmi male (da abbastanza a molto), e a tratti ho male ai reni, mal di pancia e dolori alle ovaie come quelli causati normalmente dal ciclo. Nel momento del ciclo poi, questo si presenta scarso e della durata di 3-4 giorni, mentre dino a 3 mesi fa era di almeno 5.

Ora, io dò per scontato di essere fuori rischio di gravidanza: il rapporto "a rischio" che ho avuto ad agosto era stato "smentito" da 2 test beta hcg negativi (e comunque sono ormai passati due mesi, dovrei essere incinta di 3 mesi e penso che me ne sarei accorta giusto?), e le paranoie sull'aver ingerito la pillola o meno che ho avuto durante il passato mese, erano così assurde che ho deciso di archiviarle.
Detto e appurato quanto sopra, da cosa possono essere dovuti questi dolori?
Può essere "normale" accusare i sintomi mestruali a 10 giorni dal ciclo? Aggiungendo che con la pillola tali disturbi dovrebbero essere eliminati.. (e infatti, fino ad ora, in 2 anni di assunzione i sintomi erano spariti).
In caso non fosse normale, da cosa potrebbe essere dovuto? Potrebbe essere che la pillola che prendo non vada più bene per me? E in questo caso i sintomi sarebbero giusti?

Le faccio tutte queste domande pur sapendo che dovrò sottopormi a una visita "non virtuale", ma preferirei attendere di vedere se il ciclo mi arriva (tra una settimana) e poi andarci.. Anche perché per ora sono a corto di soldi per pagarmi anche la visita del consultorio. Nel frattempo provo a chiarirmi le idee chiedendo tutto questo a lei.

La ringrazio come sempre per la disponibilità, e le auguro un ottimo weekend!

sabato 29 ottobre 2011
replica #27  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, come ha supposto potrebbe essere giunto il momento di cambiare la pillola, utilizzando un altro tipo potrebbe facilmente risolvere questo problema. I dosaggi presenti nella pillola che assume potrebbero non essere più sufficienti a garantirle l'assenza dei sintomi premestruali. Il ciclo che si riduce è un'effetto normale della pillola.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
mercoledì 2 novembre 2011
replica #28  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Grazie! nel frattempo ho prenotato la visita(purtroppo la
Prima data disponibile era metà dicembre!). L'unico dubbio era se in questi casi è normale avere dolori tipo i dolori al seno addirittura 10 giorni prima dell'arrivo del ciclo? Oggi per esempio mancano 3-4 giorni e non sento quasi nulla, ma negli scorsi 5 giorni ho avuto molto male! Grazie di tutto!

mercoledì 2 novembre 2011, dopo 5 ore
replica #29  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Quando si percepisce un dolore in genere è un campanello che ci indica che qualcosa non va. Probabilmente come le dicevo è solo un probelma legato al dosaggio ormonale inadeguato. Ha fatto bene a prenotare una visita e le consiglio, sopratutto se quest'anno non l'ha ancora effettuata, di prenotare anche un'ecografia mammaria, fondamentale specialmente per le donne che assumono la pillola.

Cordiali saluti

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
domenica 6 novembre 2011
replica #30  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
La ringrazio del consiglio, mi informerò sicuramente a riguardo!
Le auguro un'ottima settimana ringraziandola come sempre per la sua enorme disponibilità!!

domenica 6 novembre 2011, dopo 36 minuti
replica #31  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Ancora qui! Avrei bisogno di sapere se i farmaci Yovis e Peridon interagiscono con la pillola (Loette). Mi è stato detto di no, che PERÒ è bene distanziate le assunzioni dei farmaci dalla pillola di due o tre ore. Essendo che ieri e in un altro paio di occasioni ho assunto pillola e Peridon a meno di mezz'ora l'una dall'altro, c'è il rischio che l'efficacia contraccettiva sia ridotta? Oppure l'affermazione "non interagiscono" è valida anche per assunzioni pseudo-contemporanee? La ringrazio per il chiarimento, mi assilla questo dubbio poiché vorrei essere certa di poter avere rapporti sereni questo mese.. Se ci fosse anche il minimo pericolo eviterei il rischio fino alla nuova confezione. Grazie di nuovo!

domenica 20 novembre 2011
replica #32  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Ps. Ho assunto Yovis per 10 giorni consecutivi, mentre ho preso 13 compresse di peridon in maniera un po' scostante (purtroppo scordavo spesso di prenderlo) iniziando circa 2 settimane fa (avrei dovuto prendere due compresse al giorno, ma è successo solo poche volte).

domenica 20 novembre 2011, dopo 3 minuti
replica #33  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Ps. Ho assunto Yovis per 10 giorni consecutivi, mentre ho preso 13 compresse di peridon in maniera un po' scostante (purtroppo scordavo spesso di prenderlo) iniziando circa 2 settimane fa (avrei dovuto prendere due compresse al giorno, ma è successo solo poche volte).

domenica 20 novembre 2011, dopo 7 minuti
replica #34  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, per lo yovis non c'è problema, per il peridon in effetti sarebbe meglio non assumerlo a breve distanza dalla pillola, ma per una volta non dovrebbero esserci problemi a meno che non ci sono stati episodi di diarrea.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
venerdì 25 novembre 2011
replica #35  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
No nessun episodio di diarrea.. Oggi ho scritto alla ginecologa e mi ha detto che non inteferisce se assunto vicino.. Bo! Non so più cosa pensare.. Più che altro non capisco il "non interferisce" e poi"meglio prenderlo a distanza".. Nel senso: meglio prenderlo a distanza perché Peridon può indurre vomito e diarrea e quindi preso vicino alla pillola rischia che questa venga vomitata eccetera, oppure meglio prenderlo a distanza perché se presi a pochi minuti l'uno dall'altro, Peridon annulla l'effetto contraccettivo della pillola? Perché se si tratta di vomito/diarrea sto tranquilla, al massimo sono andata in bagno più spesso ma mai feci liquide (mi perdoni i dettagli poco gradevoli). Se invece si tratta di pericolo di "interferenza" e "disinibizione" degli effetti della pillola (pur senza vomito o diarrea), allora mi preoccupo..

In parole povere : se come si è detto, Peridon non interferisce con la pillola, perché "meglio distanziare le assunzioni dei due farmaci"? Qual è il rischio di prenderli ravvicinati?
Grazie ancora!

venerdì 25 novembre 2011, dopo 2 ore
modificato dopo 9 minuti
replica #36  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, stia tranquilla non interferisce sull'effetto contraccettivo, ma come ha scritto, se dovesse portare diarrea, potrebbe determinare un'alterato assorbimento e quindi una minore efficacia.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 28 novembre 2011
replica #37  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Lei è davvero paziente! E visto che ogni volta mi riprometto di non disturbarla più e altrettante volte finisco per approfittare ancora della sua disponibilità, stavolta mi limito a ringraziarla, anche perché ovviamente ho già una nuova "curiosità". Una delle ultime pillole che ho assunto era leggermente "sbeccata". Una cosa di un millimetro, intendiamoci.. è stato un caso che l'abbia notato, mi son detta che "chissà quanto pillole leggermente "difettate" ho già preso senza nemmeno vederlo".. Questa volta che l'ho visto però mi sento di chiederlo: una piccola sbeccatura compromette l'efficacia della pillola? Preciso che non era né rotta a metà né a tre quarti.. E se l'ho visto è perché sto diventando così attenta alle assunzioni che guardo addirittura la forma della pillola prima di prenderla! Grazie!

martedì 29 novembre 2011, dopo 19 ore
replica #38  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Salve,
Ho due domande:
1) andare in bagno subito o poco dopo aver preso la pillola (sia per fare la pipì che "tutto il resto"), ne compromette l'assorbimento? E in caso di feci "molli"?
2) Ho letto che il pompelmo e alcune erbe possono dare problemi di interferenza con la pillola. Ma è vera questa storia? Io bevo ogni sera una tisana prima di dormire; ne ho di vari tipi, quelle che più mi fanno sorgere dubbi sono quelle che aiutano la digestione (es. Le tisane dell'erboristeria l'Angelica, che io però compro al supermercato e che contengono ad esempio verbena, liquirizia, anice, finocchio, cardo mariano, sambuco, rabarbaro..). Sia per questi preparati che per il pompelmo, cercando su internet si trovano risposte come"si, possono interferire ma solo se assunte e consumate in enormi quantità, in quantità industriali".. È cosi? E quali sarebbero queste quantità industriali? Una tisana o due al giorno? O un succo di pompelmo al giorno? E queste stesse cose assunte in altri modi? Che ne so, un cocktail di frutta con il pompelmo o il frutto stesso (capita di mangiarlo non come succo ma come frutto nella sua forma!!).. Oppure: sto lavorando in una profumeria dove in questo periodo promuovono un profumo a base di pompelmo e altri agrumi e altri ingredienti.. Alla fine della giornata l'ho inalato o me ne sono spruzzata addosso (per dimostrazione) in grande quantità, ben superiore a quella normale di un profumo. Tutto questo pompelmo rischia di annullare l'effetto contraccettivo della pillola? E poi per interferenza in questi casi si parla di riduzione contraccettiva o "solo" di aumento della tossicità del farmaco, o comunque interazioni di tipo diverso che non compromettano la protezione contraccettiva?
Di quali altri cibi/bevande/sostanze devo avere paura? Questa cosa delle erbe e del pompelmo mi hanno ghiacciata. Mi sembra di dover stare attenta a tutto. Che poi tante volte non possiamo sapere con certezza ogni singolo ingrediente di un cibo o di una bevanda o di una qualche sostanza! E se qualcosa interferisse con la pillola? Mica posso smettere di bere, mangiare eccetera per non restare incinta!
So che Le ho fatto un discorso molto lungo e come al solito pieno di domande, spero comunque che Lei trovi il tempo e la voglia per chiarire i miei dubbi, per lo meno per quanto riguarda le tisane e il pompelmo(nei vari modi di assunzione che Le ho citato, compreso il profumo in grande quantità), due argomenti che mi premono molto.. Poi se avesse qualche indicazione su altri cibi potenzialmente "a rischio gravidanza"(es. Funghi, finocchio, agrumi o frutti o verdure varie, carni, alimenti che modificano la digestione o potenzalmente lassativi tipo le prugne!) la ascolterò volentieri!
Ancora una volta grazie per la pazienza, cerco di togliermi ogni dubbio poichè mi sta diventando quasi impossibile vivere un'esperienza sessuale serena.
Buona serata!

sabato 17 dicembre 2011
replica #39  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
.. Aggiungo subito una domanda: soffro di colite, e quindi sono abituata alla "pancia gonfia".. Ma qualche giorno fa, per un paio di giorni, ho avuto l'impressione di non digerire bene e che il cibo mi "risalisse" un po' durante tutta la giornata (con anche un po' di nausea).. La cosa è durata solo un paio di giorni ma mi sono chiesta se non fosse reflusso gastrico (sempre perché sono molto ansiosa!!).. Se lo fosse stato, c'è il rischio che la pillola non si sia assorbita? Non ho ne vomitato né avuto rigurgiti(sempre che io abbia capito bene cosa sono).. Solo per un attimo avuto l'impressione di un liquido un po' acidino che mi tornasse fino in gola.. Ma non mi sembra di aver avuto "bruciori di stomaco".. Me be' intendo poco:(
Che ne pensa?

sabato 17 dicembre 2011, dopo 7 minuti
replica #40  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, potrei scrivere a lungo, ma mi preme sciverle una considerazione breve, ma fondamentale: stia tranquilla. Come ha scritto non può smettere di bere e mangiare, per cui viva la sua sessualità con maggiore serenità. Per quanto riguarda l'integrità della pillola, se la rottura è millimetrica come dice, non c'è alcun problema. Per quanto riguarda tisane e profumi, non si preoccupi e anche per gli altri alimenti. Un rigurgito non è un problema. Riassumendo, i più frequenti problemi di efficacia sono costituiti dalla mancata assunzione o assunzione effettuata in ritardo, dalla contemporanea assunzione di alcuni farmaci, dal vomito. Chiaramente per ogni perplessità mi contatti, ma può spruzzare anche tonnellate di profumo e bere una o due tisane al giorno senza problemi.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
mercoledì 21 dicembre 2011
replica #41  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
GRAZIE, non potrei dire altro.
Sono passata in un paio di farmacie/erboristerie in questi giorni e mi hanno detto che pompelmo e finocchio possono interagire, di non assumerli prima di qualche ora dalla pillola. Mi sono scordata però di chiedere se la verbena interagisce. Non trovo molto su internet riguardo a questo tipo di erba e non vorrei che proprio questa fosse "pericolosa"..Sarebbe il colmo! (Lei sa niente?). Comunque per garanzia massima adotterò la precauzione delle assunzioni non contemporanee, se possibile a qualche ora (o per lo meno ci proverò visto che è impossibile e distruttivo stare attenti a tutto tutto..), comunque in effetti sono stata all'oscuro di tutte queste "interazioni" nei miei 2 anni e più di assunzione della pillola e non ho avuto gravidanze quindi come dice lei tenterò lo "star tranquilla".. non mi è riuscito bene negli ultimi mesi ma devo calmarmi un po'. Inoltre suppongo che ci sia un limite di post in ogni discussione ed essendo arrivati qui a oltre 40 messaggi immagino che ci siamo vicini. Finché avrà la pazienza di rispondermi io con un po' di faccia tosta tornerò a disturbarla quando avrò le mie strane paranoie, poi appena non potrà più me lo dica pure, semmai aprirò qualche altro post sperando di trovare un aiuto tanto paziente e cordiale quanto il suo, o il suo ancora se avrò fortuna.

Le auguro un ottimo Natale!

mercoledì 21 dicembre 2011, dopo 3 ore
modificato dopo 10 minuti
replica #42  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Salve.. Non ci crederà, ma altre delle mie domande un po' assurde! Mi chiedevo:
1)Andare in bagno (indipendentemente dal "bisognino"urine o feci normali o molli, ovviamente però non parlo di diarrea (liquida) visto che so di per certo che quella dà problemi) subito dopo l'assunzione della pillola o comunque nell'arco del "poco dopo" dal'assunzione (insomma: da immediatamente dopo l'assunzione alle successive 2-3 ore).. Non crea problemi vero?
2)I vari prodotti "ad uso esterno" quali creme, profumi, pomate medicinali (soprattutto quelle antibiotiche, es. aureomicina), cosmetici ecc. dei quali viene detto "non interferiscono con la pillola", se vengono ingerite possonono invece in questo caso alterarne l'effetto?
3)L'ho già contattata riguardo a interferenze pillola-cibi/bevande... Aggiungo alla mia lista: il melograno? il pompelmo(mi aveva detto no problem per il profumo ma non ho ben capito se la storia cambia con il frutto o bevande)!
Grazie! Se non si è ancora stufato, spero che intanto si possa fare due risate con queste domande un po' "ridicole"! :-)
Ne approfitto per augurarle un buon anno!!

lunedì 9 gennaio 2012
modificato dopo 17 minuti
replica #43  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, e buon anno anche a lei. Riguardo la prima domanda stia tranquilla, non crea assolutamente alcun problema. Il secondo punto non mi è chiaro; perchè dovrebbe ingerire dei prodotti ad uso esterno? Non lo faccia a prescindere dalla sicurezza contraccettiva che non penso sia stata testata per un uso improprio. Non penso ci siano problemi con il melograno e può bere tranquillamente succo di pompelmo.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
martedì 17 gennaio 2012
replica #44  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Salve!
Perche ho usato un po' di volte aureomicina pomata sugli angoli della bocca e temo di poterne avere ingerita un po'........... la metto prima di dormire e ho paura che magari nel sonno sia colata in bocca.. Oppure mentre bevevo dell'acqua prima di dormire:-(

martedì 17 gennaio 2012, dopo 2 ore
replica #45  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
poi stasera nel prendere la pillola mi si è "appiccicata" sulla parte esterna del labbro inferiore(a quanto pare devo migliorare le mie tecniche di "centrare la bocca"!!!!!!)per un secondo prima che la tirassi dentro la bocca per ingoiarla....... ovviamente vado tranquilla no? perché ogni tanto mi chiedo se la parte più esterna della compressa non rischia di disperdersi un po' a contatto con le mani(magari se uno ha il palmo della mano umida)o con la pelle prima di ingoiarla.. e visto che le labbra sono generalmente umide........ anche qualche giorno fa, l'avevo posizionata sulla lingua e prima di deglutire non so perché l'avevo ripresa un istante tra le dita (forse non l'avevo nemmeno fatta uscire dalla bocca) e visto che la compressa era già bagnata di saliva mi son preoccupata di non aver perso del principio attivo sulle dita (e allora ovviamente mi son messa a succhiarle per 10 minuti!! ahah!).......... diciamo che mi preoccupa molto pensare che non arrivi in corpo un quantitativo di pillola sufficiente a garantire la copertura contraccettiva :-(
......... prima o poi finirò le paranoie..........

martedì 17 gennaio 2012, dopo 1 ore
replica #46  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
( la prossima volta aspetterò di aver chiare tutte le mie domande prima di scrivere venti messaggi di fila )
leggo su internet che sarebbe meglio non abbinare la pillola a bevande calde. Invenzione vero? anche perché cascherebbe male, stasera dopo l'assunzione ho bevuto del brodo caldo! fantastico ;-)

martedì 17 gennaio 2012, dopo 59 minuti
replica #47  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Stia tranquilla e non faccia diventare la contraccezione una malattia. Tutto ciò che ha scritto non altera l'efficacia della pillola, ma dovrebbe vivere più serenamente; non può pensare che tutte le donne che usano la pillola siano scrupolose come lei, eppure funziona lo stesso, ma loro vivono meglio. Cerchi di eliminare tutte queste paranoie.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
giovedì 19 gennaio 2012
replica #48  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Me ne rendo conto, mi sto informando per uno psicologo....... Ma mi creda, se sapessi come risolverla da sola lo farei...... Anche perché a ogni Sua risposta ho un'altra domanda, anche ora per dire sarei già pronta con nuovi dubbi! E non è sano(tantomeno per Lei!).
Mi perdoni per tutto il disturbo e grazie di cuore........ Le auguro tante cose belle :-)

giovedì 19 gennaio 2012, dopo 16 minuti
replica #49  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Nessun disturbo, le auguro di riuscire a trovare la serenità che cerca.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
mercoledì 25 gennaio 2012
replica #50  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Salve, mi perdoni se torno a disturbarla dopo mesi ma ho bisogno urgente!!
Stasera ho preso la mia pillola. Ho tentato di mandarla giù senz’acqua ma per 5-10 secondi purtroppo non ce l’ho fatta quindi il primo problema è: in quei 5-10 secondi di movimento in bocca c’è il rischio che si sia sciolta e non faccia effetto? Comunque dopo è scesa ma per sicurezza ho mandato giù 2 bicchieri d’acqua, solo che per spingerla ancora più giù ho cercato qualcosa da ingerire, trovando un piccolo snack (taralli pugliesi) ai semi di finocchio. Dopo averne mangiato uno mi sono ricordata di aver letto che i semi di finocchio diminuiscono l’effetto della pillola! Ora sono terrorizzata, ne ho mangiati proprio APPENA DOPO la pillola, praticamente verranno digeriti insieme!!!!!!! Secondo Lei c’è il rischio che la pillola di stasera non faccia effetto giusto visto che prima l’ho tenuta in bocca per 5-10 secondi e poi un minuto dopo ho mangiato snack ai semi di finocchio? La prego mi faccia sapere, così so se prendere una pillola in più, ho tempo solo fino a domani mattina alle 7!


domenica 1 aprile 2012
replica #51  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, mi dispiace non aver visto in tempo la sua richiesta di consulto. Comunque direi che può tranquillizzarsi, non saranno quei 5-10 secondi o i semi di finocchio a rendere inefficace la pillola. La stragrande maggioranza dei fallimenti dei contraccettivi orali sono dovuti a dimenticanze o assunzione contemporanea di alcuni farmaci. Un tarallo e pochi secondi di permanenza nel cavo orale non sono un problema. Buona giornata.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 2 aprile 2012, dopo 15 ore
replica #52  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Non si preoccupi, non mi aspettavo nemmeno una risposta a dire il vero!
Alla fine non ho preso pillole di scorta ma stamattina me ne sto pentendo, ho il terrore soprattutto che i semi di finocchio abbiano fatto interazione. Il problema è che trovo facilmente articoli che sostengono che il finocchio, soprattutto se in semi, è pericoloso per l'effetto contraccettivo, e io l'ho assunto praticamente in concomitanza quindi non oso immaginare. Cercherò di fidarmi della pillola anche se..... Non è facile :-(
Grazie, come sempre

lunedì 2 aprile 2012, dopo 10 minuti
replica #53  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Buondì,sebbene l’argomento non sia dei migliori ho bisogno assoluto di chiarezza e mi rivolgo qui, assillandoLa come al mio solito (scusi in anticipo). Prendo la pillola da qualche anno verso le sette di sera. Ieri sera l’ho presa ma ho cominciato quasi subito ad avere gonfiore, meteorismo e conseguenti episodi di –ahimè- flatulenza. Ciò ha continuato a verificarsi per tutta la sera, al di là del disagio ero tranquilla riguardo all’assorbimento anche se un paio di volte ho controllato che non fossero presenti macchioline sulle mutande, non si sa mai che con l’aria venissero espulse spruzzi di feci in “formato liquido” tipo diarrea. Né sulle mutande né nel water mi è sembrato di vedere nulla nel momento dopo un’emissione di aria.
Purtroppo stamattina verso le 11.30 sono dovuta andare in bagno e ho espulso feci semiliquide, mi verrebbe da dire poltacee ma non sono certa del significato del termine: erano feci che fuoriuscivano con molta facilità/rapidità, quasi liquide ma avevano quel minimo di consistenza che mi fa dubitare nel definirle “diarrea”. So che sono passate più di 12h dall’assunzione della pillola. Eppure ammetto di aver trattenuto in alcuni momenti ieri sera lo stimolo di andare in bagno. E’ possibile che questa “simil-diarrea” fosse lì già da ieri e quindi pur avendo avuto l’episodio stamattina è come se si fosse verificato nelle ore successive all’assunzione della pillola?
Oppure proprio il fatto di essere riuscita a trattenerla indica che non era vera diarrea?
Per spiegarmi meglio: se fossi andata in bagno ieri sera senza trattenere lo stimolo allora magari avrei avuto le stesse feci di stamattina e alla loro vista mi sarei preoccupata e avrei preso una pillola in più! Ma avendole trattenute fino a stamattina, cosa devo pensare? Che la pillola non fosse stata ben assorbita ieri sera anche se ho trattenuto le feci fino a stamattina (premetto che stanotte non mi sono mai svegliata, non è che ho avuto mal di pancia o di stomaco nella notte per il fatto di trattenere queste feci)? Trattenerle impedisce il malassorbimento oppure -se c’era stato la sera prima- , espellerle vicino alla pillola è uguale che tenerle fino al mattino dopo? Inoltre non avendole espulse ieri, non sarò mai sicura al 100% che ieri sera sarebbero uscite, e nello stesso modo di stamattina. Ah, ieri era l’ultima pillola della prima settimana di assunzione poiché oggi infatti entro nella seconda settimana d’assunzione del blister.
Scusi l’argomento infelice, ma DEVO sapere se sono protetta o no e perché (anche in previsione che l’episodio si ripeta in futuro). Grazie mille!!!!!


giovedì 19 aprile 2012
replica #54  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, il fatto che la diarrea vera e propria sia cominciata di mattina e'assodato, non avrebbe potuto trattenersi per una notte durante la quale non ha comunque avuto stimoli. Se la diarrea persiste le consiglio comunque di utilizzare anche un metodo barriera anticoncezionale, questo sopratutto perché ci troviamo nella seconda settimana di assunzione.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
sabato 21 aprile 2012
replica #55  -  Segnala allo staff
Replica dell'
Utente 115xxx
Grazie, Non ho avuto ulteriori episodi, evacuazioni direi abbastanza normali.
Ma lei diceva quindi che se anche avessi avuto altri episodi come quello, anche lontani dalla assunzione della pillola, ero a rischio? La seconda settimana (almeno stando al bugiardino) non è la più sicura? Comunque un rapporto l'ho avuto, spero non sia a rischio.
Piuttosto, ho lo stupido timore di aver scordato una pillola, la settima (=ultima della prima settimana, la stessa dopo la quale al mattino ho avuto la "diarrea"), poiché segno sempre l'orario d'assunzione dopo aver preso la pillola invece mi sono accorta di non averlo fatto quel giorno, quella sera. Nonostante ciò, la pillola nel blister non c'è, quindi suppongo di averla assunta e aver semplicemente scordato di segnarmi l'orario. Il rapporto l'ho avuto due sere dopo, quindi nel frattempo ho preso le prime due pillole della seconda settimana, continuando quindi regolarmente. Nel caso assurdo in cui non abbia assunto la settima pillola e abbia avuto il rapporto dopo la nona, quelle due pillole prese regolarmente dopo quella "scordata" possono proteggermi da una gravidanza? Avranno già ristabilito l'efficacia contraccettiva? O mi conviene comunque fare un paio di test di gravidanza tra un mese?
Io ho voluto avere rapporti liberi perché l'ho considerata solo una paranoia (dopotutto la pillola nel blister non c'è, quindi si suppone che io l'abbia presa!) eppure è un pensiero che non riesco a togliermi dalla testa ora..... So bene che nel bugiardino si dice di prendere protezioni aggiuntive per una settimana se non addirittura un mese in caso di dimenticanza, ma io sono qui che spero che dopo più di due anni di assunzione non basti una(ipotetica)pillola in meno a rovinare tutto.....inoltre questo mese ho erroneamente preso una pillola in più, la terza. Speriamo che abbia aumentato l'effetto contraccettivo! Avevo anche pensato di prenderne una in più dopo il rapporto avuto dopo la nona pillola, per avere contraccezione maggiore, ma non me la sono sentita di fare questo al mio corpo..... :-(

sabato 21 aprile 2012, dopo 36 minuti
replica #56  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2011 il medico

Dr. Neri Stella

Specialista in:
Ginecologia e ostetricia

Esercita a:
NAPOLI (NA)

Indice di partecipazione al sito: 19
indice medicitalia
Salve, se ha dubbi riguardo l'eventuale assunzione di una pillola le converrebbe comunque avere rapporti protetti, non e'rilevante da quanti anni assume la pillola. Tuttavia, sono d'accordo con lei sul fatto che sia una paranoia e che se manca e'perche' l'assunta regolarmente. Per quanto riguarda le settimane di assunzione, io consiglio sempre di utilizzare un metodo contraccettivo aggiuntivo quando si dimentica una pillola per stare tranquilli. Stia tranquilla.

Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli
Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
lunedì 23 aprile 2012
replica #57  -  Segnala allo staff
 

Vuoi rispondere al consulto?


Esegui il login (registrati e inserisci utente e password) e ti apparirà in questo spazio arancione il modulo in cui scrivere il testo.
 
 
 
 
advertising
 

Gratis il tuo consulto ora!

 

Dizionario Medico:

 
 
 
 
 

News dai blog degli specialisti:

 
Medicitalia sito dell'anno 2013
ultima modifica:  01/07/2014 - 0,70        © 2000-2014 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896        Privacy Policy