Utente 120XXX
Salve gentili medici,
Ieri finalmente mi sono sottoposto a un intervento di circoncisione che mi dovrebbe avermi "liberato" dalla mia fastidiosa fimosi.

Sul decorso post operazione ho letto molti casi contrastanti su internet, per esempio qualcuno che diceva di non essere riuscito a dormire a causa del dolore la notte dopo l'operazine.
Nel mio caso avverto solo un trascurabile fastidio dovuto al glande scoperto e i punti che tirano con il pene in erezione, penso che sia tutto normale.

Il medico mi ha dato una crema da applicare per 5 giorni e basta, adesso però noto un rigonfiamento della pelle sotto al glande, devo preoccuparmi?

Inoltre dopo quante settimane potrò riprendere l'attività sessuale? C'è un periodo standard od è soggettivo?

Sempre su internet ho letto che i circoncisi durante i rapporti sessuali dovrebbero "durare" di più ed inoltre ci sono meno probabilità di contrarre malattie veneree. Tutto questo è esatto?

Scusate se sono stato prolisso e grazie per le eventuali risposte!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,mdiamente dopo circa 20-30 gg. puo' riprendere l'attivita' sessuale,con il placet del chirurgo operatore in caso di dubbi o fastidi.Spesso il benessere e' contestuale alla guarigione della ferita.Quanto alle malattie veneree i vantaggi sono proporzionali alle normali precauzioni.Cordialita'.