Utente 910XXX
Salve Dottori,
ho questa richiesta da porvi...

Sono un ragazzo di 24 anni, alto 1.69 e peso circa 58 kg.
Da poco più di un anno, ho un battito Cardiaco strano, nel senso che è essai diverso da quello di almeno 2 anni fà...

Mi spiego...sono Dimagrito di ben 42 kg in meno di un'anno, questo però l'anno scorso, certamente purtroppo seguendo un'alimentazione sbagliata (non sò se lascio intendere, ma ho avuto anche casi di Anoressia e Bulimia, aimè...anche se non del tutto supperate).

Per cui,ora la mia Frequenza Cardiaca si aggira tra i 38-42 Battiti/Minuto)...

Che vuol dire?
Come devo comportarmi?
E' conseguenza di questo brusco calo di peso?
Inoltre...è associato anche ad Ipotermia (Temperatura media di 35.2, ma d'inverno sono sceso anche a 34.8), per cui soffro il freddo in una maniera incredibile, ma non temo il caldo...affatto, e difficoltà nell'andare in bagno...

Leggevo su Wikipedia, alla voce Bradicardia, che sono fenomeni collegati.

Mi chiedevo...sarà collegato anche l'Ipotiroidismo?
Se così fosse...questo continuerebbe ad aumentare la mia paura verso il Cibo...

Non mangio pasta, purtroppo...ma adoro la Pizza (che mangio ogni Sabato) e la Frutta (ne vado pazzo, tutti i giorni ne mangio quasi a sentirmi gonfio).

Lo sò...è sbagliato ma...per ora è così! (Ne ho parlato anche con "chi si occupa di Disturbi Alimentari, ovviamente di persona...e sono stato anche dai Dietologi del mio Ospedale OO.RR.)...

Bè...spero di aver fornito abbastanza Tesi a riguardo, e se posso fornire altre spiegazioni, Vi prego, chiedetemene,,,pur di riuscire a capire cos'è che non và.

PS: Sono in Esercito, non è una condizione ottimale quella mia...
Qui tengono tanto all'Attività Fisica, non meno di 3 Giorni a Settimana...e nonostnte la mi senta spesso stanco e privo di forze...non mi fermo mai nella Corsa, è una sfida personale, come anche negli esercizi di potenziamento...
Normale?

Grazie di già per l'ascolto...e se potete essermi di Ausilio :)

A presto

-Vito

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
In effetti la frequenza da lei segnalata non è molto frequente per cui ritengo utile, se il suo curante fosse d'accordo l'esecuzione di una visita cardiologica con ECg senza la quale non è possibile esprimere giudizi.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 910XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dottor Tidu per la pronta ed immediata risposta...

Ho parlato con il Medico Curante, anzi...anche il Dietologo mi ha prescritto una visita penso simile (Holter ECG)...

Di mio, ho fatto, per ben 2 volte, Elettrocardiogramma, dal quale è emerso 38, poi 42 battiti/min...

Pensate che, alle visite per l'Arruolamento, quasi non volevano darmi l'Idoneità x questo motivo (Vi dirò, ho usato un trucchetto, in mente mi davo un ritmo "Ta-ta-ta..." abbastanza prolungato e sono riuscito ad accellerarlo, strano ma...verissimo)!

Questo pm a riposo...ho cronometrato la Frequenza, 6 Pulsazioni in 10, per cui circa 36 al min, considerando che dopo l'attività fisica mattutina, non sono andato neanche a pranzo, ma solo a cena qst sera.

Bè, tornando al dunque...
Non sono riuscito ad effettuare l'Holter, per motivi di tempo, lavorando fuori casa.

Quando ho fatto l'Elettrocardiogramma, mi meravigliò un sacco il responso verbale del Dottore che disse "Strano...non sò che dirti...Pantani aveva 38 battiti minuto, ma aveva un Cuore enorme...Tu invece...Bhò!!!" e questo mi lasciò sconcertato come non mai, di qui mi prescrisse l'Holter... (Di lì, grande sfiducia in medicina!)

Vabè, al solito, mi dilungo troppo.

Voglio RingraziarVi ancora una volta Dottor Tidu per avermi Risposto...spero di riuscire ad effettuare questo esame al più presto.

Buon prosequo,

a presto...
-Vito-
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
<mi faccia conoscere, se lo riterrà opportuno, il risultato dell'esame.
A disposizione per ulteriori consulti