Utente 887XXX
Buongiorno Dottore,

venerdì scorso mio padre (70 anni) è stato ricoverato nel reparto di cardiologia perchè lamentava un fastidio che, partendo dallo stomaco risaliva su per lo sterno fino alla gola, dove alla fine permaneva un senso di
costrizione. Tale fastidio dura meno di un minuto e poi scomapare. A volte mio padre ha avuto anche un senso di pesantezza alla testa, tanto che durante uno di questi episodi ha dovuto sedersi talmente forte è stata la vertigine (stava lavorando ed era sotto sforzo).
All'ospedale è stato tenuto sotto osservazione (collegato alla telemetria) per oltre 72 ore.
Appena giunto all'ospedale ha fatto l'ECG e gli enzimi cardiaci tutti negativi.
Durante la permanenza in ospedale il fastidio si è ripresentato varie volte, ma la telemetria non ha rilevato nulla.
Nei giorni successivi ha effettuato un doppler ai vasi del collo che ha evidenziato un lieve ristringimento delle carotidi (non so la percentuale ma i medici dicono che è una forma assolutamente non preoccupante). Dall' eco-cardio invece è stata evidenziata una leggera stenosi aortica ( gradiente 45 mmHG). Secondo il cardiologo però questi problemi non giustificano i sintomi riportati da mio padre.
Infine ieri ha ripetuto l'ECG e l'eco-cardio sotto sforzo (indotto farmaceuticamente perchè mio padre ha difficoltà nel pedalare). Mentre effettuava questi esami ha avuto un'altra volta questo fastidio stomaco-sterno-gola, ma gli esami in diretta non hanno evidenziato alcunchè.
Conclusione mio padre è stato dimesso senza aver trovato una causa al suo problema con diagnosi di dolore non di natura cardiaca.
Io non ritengo che mio padre sia ansioso, depresso ecc. (almeno apparentemente), ma potrebbe essere di questo genere la
causa di quanto gli sta accadendo? Lei che ne pensa? Ci sono ulteriori esami che sarebbe il caso di eseguire?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
gentile utente.
Immagino che quel gradiente aortico (45 mmHg) dia riferito al gradiente massomo (o di picco ) e no al gradiente medio. Questo è un dato importante per sapere se la stenosi aortica sia rilevante o meno.
Poichè durante la prova da sforzo (seppur indotta farmacologicamente) la sintomatologia si è presentata e non ci sono state alterazioni ECGrafiche (o ecografiche se ha eseguito un ecostress), la causa cardiologica puo' essere esclusa. Rimane possibile una gausa gastroenterologica (ernia iatale, reflusso gastroesofageo, spasmo esofageo etc), ma per questo le consiglio di indirizzare il consulto presso i colleghi gastroenterologi.
A disposizione per ulteriori consulti