Utente 251XXX
da una settimana avverto un dolore durante e dopo aver urinato nella parte estrema del glande.stamattina mentre mi mst.e' fuoriscito del sangue (non ho eiaculato).tengo a precisare che ho subito 2 interventi nella zona genitale il primo in tenera eta' per ritenzione di tesicolo sx il secondo verso i 29 anni per rimozione testicolo sx e sostituzione con protesi.sino ad oggi non ho riportato nessun fastidio o problema.mi sono rivolto al medico di famiglia che mi prescritto il keraflox da somministrare per 6 giorni.vorrei sapere a cosa e' dovuto questa perdita di sangue -non in abbondanza poche gocce- questo dolore al glande durante l'urina e se il mio retaggio clinico incide sulla possibilita' o meno di procreare. grazie per l'assistenza distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

gli interventi pregressi non hanno alcuna correlazione con la presenza del sangue
cerchi di limitare la masturbazione e ne parli con il suo medico
Fenomeni isolati non sono "malattia"
cari saluti
[#2] dopo  
13785

Cancellato nel 2013
concordo con il Collega
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non ho ben compreso quello che sarebbe accaduto: credo di interpretare che, dopo automasturbazione, invece di eiaculare, si sarebbe verificata la fuoriuscita di sangue dall'orifizio uretrale esterno?
Ma in che quantità?
Di che colore?
Insieme o meno a liquido seminale?
Insieme o meno ad urina?
E come si è arrestato?
Con dolore o senza?
Insomma, non dovrebbe trascurare questo episodio. Limitare la masturbazione? Ma perchè, mi scusi, Lei con quale ritmo si masturba?
Mi faccia sapere.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO