Login | Registrati | Recupera password
0/0

Osteoposrosi a 50 anni

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009

    Osteoposrosi a 50 anni

    Ho letto con interesse le risposte deI DR. Donati Umberto e Dr.Moschini Alberto sarei lusingata se volessero risponermi così come altri specialisti. Sono una donna di 50 anni con vari problemi: Osteoporosi, asma bronchiale e varie allergie.
    Nel 2007 ho fatto la prima MOC lombare: L2 -2.48 -1.86
    L3 -2.82 -2.16
    L4 -2.51 -1.84
    TOT 40.98 32.58 0.795 L2-L4 -2.58 -1.93
    Il reumatologo mi ha prescrito i seguenti accertamente: VIT D 40.3 DIURESI 1250
    PROT.TOT. 8.18(6.40/8.30) GGT 16 (2/38) FOSFAT.ALCAL. 71 (42/141) CALCIO9.85
    (8/10.20) FOSFORO 4.15 (2.70/4.50) FERRITINA 30.10 (15/150) CALCIO URIN.24
    88 (100/300) FOSFORO URINARIO 24H 500 (400/1300) ANTIC. ANTI-ENDOMISIO NEGATIVO ANT TRANSGLUTAMINASI 15 ELETTROFOR DELLE PROTEINE albumina 4.87 alfa1 0.19 alfa2 0.92 beta1 0.62 beta2 0.31 gamma 1.27 TSH1.252
    ESTRADIOLO <10 FSH 118
    Mi ha poi consigliato HRT che poi su indicazione senologo (placca displasica) non ho fatto; ho preso saltuariamente SOLO Cacit 1000 anche perchè ero e sono terrorizzata degli effetti collaterali (osteonecrosi mandibolare) degli antiriassorbitivi. Ho rifatto la MOC 06.2009
    L1 -3.2 -2.6
    L2 -3.3 -2.6 LOMBARE
    L3 -3.2 -2.5
    L4 -2.9 -2.1
    TOTALI AREA 48.96 BMC 34.44 BMD 0.703 TSCORE -3.3 ZSCORE -2.4

    NECK -2.0 -1.3
    TROCH -2.3 -1.9
    INTER -1.2 -1.0 FEMORALE
    TOTAL -1.4 -1.0
    WARD'S -2.5 -1.3

    A questo punto mi piacerebbe sapere con tutti i farmaci: antiriassorbitivi giornalieri settimanali o mensili; ranelato di stronzio; raloxifene ed altro ancora...quale è meglio al mio caso?
    OPPURE C'E' QUALCOSA DI NON CONVENZIONALE senza effetti collaterali ed altrettanto efficace?
    Come mai mi sarà venuta questa osteoporosi? Purtroppo, ora, non posso più andare a sciare e mi sento molto triste!
    GRAZIE DI QUANTO VORRETE DISPORRE NEI MIEI CONFRONTI



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 125 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Cara signora, l'argomento osteoporosi è abbastanza articolato e richiede una serie di informazioni per poterlo inquadrare correttamente ed individualmente. Probabilomente nella maggior parte dei casi si pensa che la cura dell'osteoporosi possa essere uguale per tutti e che tutti i farmaci sono uguali. Questo non è corretto.
    I dati che lei ci comunica depongono per una osteoporosi ad elevato rischio di frattura lombare e medio rischio di frattura femorale. Le consiglierei pertanto di non trascurare la terapia che nel suo caso è assolutamente necessaria.
    L'osteonecrosi della mandibola che lei teme dagli antiriassorbitivi è un eventualità estremamente rara nei dosaggi utilizzati per l'osteoporosi e comunque esistono anche altre categorie di farmaci che non hanno tale effetto collaterale.
    Gli esami che ci ha esposto sono solo parziali e nel suo caso, per poter instaurare la terapia più corretta la pregherei di completarli eseguendo il dosaggio del:
    Paratormone, 25OH Vitamina D
    Sarebbe inoltre importante sapere l'età del suo menarca e della menopausa, la presenza di periodi di assenza di mestruazioni in età fertile, precedenti fratture per banali traumi subite da lei o da suoi familiari diretti, uso di farmaci diuretici, cortisonici, ansiolitici o antidepressivi, antiepilettici, anticoagulanti, quanti caffè beve al giorno, abitudine al fumo, attività fisica ed esposizione al sole. Non voglio dilungarmi oltre e comunque mi riserverò di richiederle altro, se necessario, in base alle sue risposte a queste prime domande. Attendiamo notizie



    Dr. Giuseppe Colì
    Specialista Ortopedico
    Responsabile Centro Osteoporosi

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Gent.mo e chiarissimo Dr. COLI' la ringrazio infinitamente per la sua risposta; posso iniziare a rispondere ad alcuni quesiti (premetto che un paio di gg. prima di leggere la Sua risposta ho fatto un prelievo e sono in attesa per l'11 di questo mese dell'esito VitD e purtroppo il medico non mi aveva prescritto il Paratormone. Provvederò quanto prima)

    Età menarca 13 anni
    Non ho mai avuto periodi di assenza di mestruazioni fino al
    2002 saltati per 3 mesi consecutivi (forse stress)
    2003 saltati per 2 mesi consecutivi
    2005 metrorragia
    2006 le ho avute solo per 3 mesi
    2007 le ho avute solo per 2 mesi (gli esami ormonali riportati sopra sono di questo periodo)
    2008 tornate mestruazioni per 2 mesi
    2009 tornate mestruazioni per 1 mese

    Ne' io, nè i miei familiari non abbiamo mai avuto fratture,non ho mai usato diuretici,faccio uso da circa quattro anni di ALIFLUS 250-50 e successivamente
    FORMODUAL 100-6 per due volte al dì, uso saltuariamente 6 o 7 gocce di EN un paio di volte la settimana,non uso antiepilettici nè anticoagulanti e non bevo caffè (solo orzo), ho fumato circa 9 sigarette al giorno per 34 anni, attività fisica scarsa solo lavori casalinghi e poca esposizione al sole.
    A breve invio risultato vitD
    La ringrazio del tempo che vorrà dedicarmi




  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 125 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Le raccomando che il dosaggio sia della 25OH-VitD e non la semplice vitD. Attendo i risultati


    Dr. Giuseppe Colì
    Specialista Ortopedico
    Responsabile Centro Osteoporosi

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Stim.mo Dr. GIUSEPPE COLI',
    oggi posso comunicarLe il valore
    VIT D 250H 29 (10/100)
    Per quanto riguarda la tiroide, riporto alcuni valori che ho trovato in esami precedenti:
    TSH 1.42 (0.25/4.50)
    FT3 2.00 (2.00/4.00)
    FT4 1.09 (0.70/1.70)

    mi dica per cortesia se sono sufficienti per comprendere il funzionamento tiroideo o se devo comunque fare anche il Paratormone.
    Aggiungo anche che a luglio, causa dolori ora scomparsi, ho fatto delle radiografie colonna dorsale con questo esito:
    MINIME ALTERAZIONI SPONDILOSICHE. NON EVIDENTI COLLASSI SOMATICI, NON LESIONI OSSEE STRUTTURALI O MORFOLOGICHE DI SIGNIFICATO PATOLOGICO. METAMERI REGOLARMENTE ALLINEATI. SPAZI INTERSOMATICI DI AMPIEZZA REGOLARE.
    Ora Le chiedo se cortesemente mi vuole indicare qual'è la cura migliore per l'osteoporosi nel mio caso specifico che abbia il meno possibile effetti collaterali e cosa sono queste ALTERAZIONI SPONDILOSICHE
    Grazie dottore per l'aiuto che mi sta concedendo, con l'occasione porgo cordiali saluti.



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 125 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Dall'esame globale dei suoi esami, si evince che lei assume poco calcio. Infatti con valori normali di vit D e una calciuria bassa, l'unica spiegazione può essere questa. Consideri che il calcio (calcemia) è un parametro vitale e quindi l'organismo lo mantiene sempre nei valori di normalità, pena rischio di vita; per far questo, il suo organismo ricevendone poco, lo risparmia e non permette che venga liberato con le urine (calciuria bassa). A questo punto è necessario che ricorra ad una integrazione farmacologica di calcio, in commercio ne esistono diversi prodotti, e se lei ha avuto in passato problemi di calcoli renali preferisca il calcio citrato a quello carbonato. Altra precauzione sarebbe quella di non fare vita sedentaria, potrebbe iscriversi in palestra o prendere l'abitudine di camminare ogni giorno per 20-30 minuti a passo sostenuto. Per completare, è inoltre necessario che inizi una cura con antiriassorbitivi (le ho già detto che ai dosaggi utilizzati per l'osteoporosi è un evenienza molto rara) e per precauzione può eseguire prima una visita odontoiatrica per essere sicura di non essere a rischio di osteonecrosi mandibolare. Ne parli con il suo medico curante e ci tenga informati.


    Dr. Giuseppe Colì
    Specialista Ortopedico
    Responsabile Centro Osteoporosi

  7. #7
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Gent. Dr. COLI',
    la ringrazio infinitamente per la risposta, mi scuso ma gradirei integrarla con altre tre domande:

    1) Visto che bevo circa g. 250 di latte al giorno e mangio una porzione di formaggio quasi ad ogni pasto, come si spiega che dagli esami risulta che io ne assumo poco?

    2) Per quanto riguarda gli antiriassorbitivi che dovrò assumere sono meglio i settimanali o mensili? Io penso che i mensili abbiano meno effetti collaterali.

    3) Sul referto RX colonna che ho riportato sopra, mi può gentilmente spiegare cosa sono le Alterazioni Spondilosiche?

    La ringrazio per la Sua disponiobilità.



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 125 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Probabilmente ne assorbe meno di quanto dovrebbe e lo perde nelle feci. E' necessario considerare che vi sono degli alimenti che "competono" con l'assorbimento del calcio, oppure lo legano e lo trasportano nelle scorie da eliminare.
    Per assumere il calcio è necessario avere quindi delle accortezze nelle associazioni: è consigliabile non assumerlo insieme ad alimenti che contengono fibre insolubili (cellulosa), fitati, ossalati, eccesso di proteine, grassi saturi e sostanze alcalinizzanti.


    Per quanto riguarda gli antiriassorbitivi, la scelta di somministrazione mensile o settimanale non modifica assolutamente il risultato che si ottiene e pertanto scelga quella più comoda per lei.


    Le alterazioni spondilosiche significano che inizia ad esserci l'artrosi (il suffisso -osi in medicina indica degenerazione, invecchiamento).

    Se desidera ulteriori consigli alimentari per favorire l'assorbimento del calcio, consulti un dietologo o un nutrizionista che siano informati a riguardo.
    Cordialità


    Dr. Giuseppe Colì
    Specialista Ortopedico
    Responsabile Centro Osteoporosi

  9. #9
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Gent.mo Dr. COLI'
    La ringrazio sentitamente per la Sua chiarezza nelle risposte e mi rendo conto di quanto, noi pazienti, siamo fortunati a poter interagire con medici così preparati.
    Con viva cordialità.




Discussioni Simili

  1. Pillola del calcio
    in Reumatologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30/12/2013, 11:30
ultima modifica:  14/04/2014 - 0,16        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896