Utente 125XXX
Buongiorno dottori,sono una ragazza di 20 anni e sono molto preoccupata.
Circa cinque anni fa ho avuto comportamenti a rischio con persone di cui non conoscevo lo stato sierologico,più grandi di me,che erano soliti avere molti partner sessuali.Dopo circa due anni da tali eventi ho eseguito tali esami:S--HBsAg(vorrei sapere se tale dicitura si riferisce alla ricerca anticorpi ANTI epatite B),S--Ab ANTI HCV,s--Ab ANTI HIV,tutti risultati negativi.
Da qualche mese è ritornata la paura di aver contratto qualche malattia venerea e quindi a cinque anni dagli eventi a rischio ho eseguito le seguenti analisi: S--ANTI-HCV, S--ANTI HIV1/HIV2,sempre risultate negativi.
Vorrei sapere se devo effettuare altri test per la ricerca di altre possibili malattie veneree,anche a distanza di così tanto tempo,e soprattutto se posso stare serena in merito a tali analisi per la ricerca degli anticorpi ANTI-HIV,o se devo effettuarne altre,più approfondite,in quanto la mia paura è che gli anticorpi con un test effettuato molto tempo dopo il periodo finestra non possano essere ritrovati anche ad avvenuto contagio e il test si possa positivizzare solo in seguito,e che per qualche motivo il mio test sia risultato falsamente negativo
Ho molta paura,spero in una risposta.
Grazie per l'attenzione!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
se poniamo di riferirci a rapporti avuti anni fa, direi che si può stare abbastanza tranquilli.
Per quanto riguarda la ricerca dei markers dell'epatite B, giacchè l'antigene di superficie è negativo (e si positivizza in circa 6-7 settimane, e così anche lanticorpo, si conclude che non ha e non ha mai avuto l'epatite B.
Stesso discorso per l'HIV.
Manca una ricerca per l'epatite C,al limite dello scrupolo un TPHA, ed un PAP test ben eseguito(.HPV), e direi che può archiviare l'accaduto , anche perchè altre malattie sessualmente tramissibili hanno caratteritiche molto peculiari, che paiono escluse.
Aggiungo solo che mi sembra che molto del problema sia ascrivibile a sensi di colpa per cose accadute in così giovane età.
Perchè non prova a parlarne ad un medico di sua fiducia , magari del consultorio , gratuito e libero?
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio,seguirò il suo consiglio e mi rivolgerò ad un consultorio.
Un'ultima domanda,lei non ritiene opportuno un test per la sifilide,e nel caso sia positivo,è troppo tardi per tentare una cura?
Probabilmente mi hanno dato informazioni sbagliate perchè mi hanno riferito che dopo un pò di anni il test per la ricerca degli anticorpi per l'hiv risulta negativo anche ad avvenuto contagio perchè il virus entra nelle cellule.
La ricerca degli anticorpi HCV non si riferisce al virus dell'epatite C?
POsso davvero archiviare l'accaduto dopo tali esami?
Grazie per l'attenzione
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il test per la Sifilide è sempre necessario in questi casi: se lo faccia prescrivere in tutte le forme percorribili dal venereologo.



cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
se legge la mia risposta noterà che ho scritto TPHA (nona riga): questo è appunto un test per la sifilide.
Le sue informazioni sull' HIV sono sbagliate, ovviamente!
Vedo che ha preso in considerazione anche l'epatite c: va bene! al termine di questo ci faccia magari sapere.
Cordialità