Utente 126XXX
buon giorno,
ho 37 anni e da circa qualche anno soffro di problemi di ernia discale.
La risonanza dell'agosto del 2009 ha evidenziato: a livello di L4-L5 ernia discale posteriore mediana, bulging discale posteriore di L3-L4 ed L5-S1; degenerazione e disidratazione dei dischi.
Svolgo da circa tre anni nuoto con una frequenza media di due volte a settimana.
Vorrei sapere che tipo di ginnastica riabilitativa e posturale devo intraprendere e se il nuoto è uno sport compatibile con le mie problematiche.
Grazie e cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Paolo Perrini
28% attività +28
20 attualità +20
16 socialità +16
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,

il nuoto é uno sport indicato nei pazienti con patologia discale lombare.
Anche la ginnastica posturale é un'ottima attivitá per gli stessi problemi di cui sopra.
Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio della Sua solerte risposta.
Posso chiederle per il nuoto che stili sono più adatti.
Grazie e cordialità
[#3] dopo  
Dr. Paolo Perrini
28% attività +28
20 attualità +20
16 socialità +16
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Sicuramente il nuoto sul dorso é quello migliore nel suo caso.
Cordialitá,
[#4] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la Sua cortese risposta.
Vorrei approfittare della Sua gentilezza e pazienza e chiederLe un'ultima domanda.
Per allentare la pressione vertebrale a livello dei dischi interessati, considerata anche la rettificazione del tratto, potrebbe consigliarmi qualche esercizio specifico da espletare. In buona sostanza, mi preme sapere se il tratto lombare dovrà lavorare in antiversione o retroversione del bacino.
La ringrazio ancora una volta e La saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Paolo Perrini
28% attività +28
20 attualità +20
16 socialità +16
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gli esercizi per il rachide lombare atti a ridurre il carico sui dischi e a potenziare i muscoli paravertebrali sono vari e differenti. Occorre che discuta di tali problematiche con il suo fisiatra e fisioterapista.
Cordiali saluti,
[#6] dopo  
Dr. Jacob Thekkekara
16% attività +16
0 attualità +0
4 socialità +4
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Gentili utenti
Io mi dissocio dai miei colleghi che consigliano il nuoto, la ginnastica ed altri sport per non peggiorare la malattia di ernia discale. Secondo me qualunque sforzo o stress fanno uscire l'ernia sempre di più.
Tutti consigliano ginnastica e sport per rinforzare la muscolatura e prevenire la malattia di ernia discale. Avere una muscolatura possente è una cosa bella ed è un bene. Anche una muscolatura d'acciaio non sarebbe in grado di impedire la fuoriuscita del disco nel canale vertebrale. Basta vedere quanti sportivi soffrono di ernia discale.
Dedicarsi allo sport e all'attività fisica fa bene a chi non soffre di ernia discale. Chi soffre di ernia discale è meglio che si astenga da sport, ginnastica, nuoto ecc. per non aggravare la malattia. Qualunque sforzo e l'attività fisica che provocano dolore deve essere sospesa.
Un malato non può più fare la prevenzione!!! Cercate di guarire dall'ernia e poi dedicatevi allo sport!!! Per guarire e per evitare l'intervento chirurgico eseguite le terapie che dimostrano le ernie guarite con i controlli TAC e RMN eseguiti prima e dopo la cura, non basta fare una qualunque terapia.
[#7] dopo  
Dr. Paolo Perrini
28% attività +28
20 attualità +20
16 socialità +16
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
In realtà è ben noto che esistono sport in cui è frequente osservare la comparsa di lombalgia o lombosciatalgia (tennis, calcio e simili) e sport in cui tale evenienza è estremamente rare e comparabile se non minore come incidenza alla restante popolazione (nuoto in primis).
Inoltre non capisco il senso di aggiungere un consulto in data 01.11 ad una richiesta inviata dal paziente nell'agosto us.
Cordiali saluti,
[#8] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Egregi dottori,
ringraziandoVi per la Vostra cortese attenzione,
Vi rappresento che la mia domanda era diretta a conoscere se il nuoto aggrava o meno la mia patologia.
So bene che in fase acuta non è possibile effettuare alcuno sforzo ovvero praticare sport: l'unica terapia è, infatti,il riposo.
So altrettanto bene che l'ernia discale è sempre "dormiente" e che ogni movimento sbagliato può provocarne la fuorisciuta.
Mi chiedevo, soltanto, se, terminata tale fase acuta, era possibile riprendere a nuotare, in maniera blanda, cercando di allungare il meglio possibile la colonna vertebrale.
Cordialità
Salvatore Fieramonti
[#9] dopo  
Dr. Jacob Thekkekara
16% attività +16
0 attualità +0
4 socialità +4
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Secondo me praticare il nuoto per chi ha l'ernia non va bene. Gli sforzi e lo stress a cui viene sottoposta la schiena fanno uscire il disco sempre di più. Penso che senza sforzare la colonna non è possibile nuotare quindi il nuoto non aiuta a migliorare l'ernia o a impedire la fuoriuscita del materiale discale nel canale vertebrale come molti sostengono.
Cordiali saluti.