Utente 103XXX
salve gentili dottori, sono portatore dalla nascita di aorata bicuspide e prolasso mitralico, diagnosticateme da adolesciente, ora ho 34 anni, e ogni 2 o tre anni m ison sempre sottoposto a controlo ecocardiografico per vedere che le piccole insufficienze non aumentassero.
l'ultimo fatto di recente l'ho fatto con un medico diverso dal precedente, perchè l'altro non era disponibile.
l'esame a detta del medico è ok, nel senso che non ci son variazioni dall'ultimo ecocardiogramma di controllo, anzi una insufficienza che nello scorso esame era definita lieve, lui ha detto che me la definisce minima...quindi sarei miliorat oin un certo senso...ma questo forse dipende anche dall'operatore ..insomma una sorta di percentuale di interpretazione personale...
comunque ho notato che il medico precedente, spingeva di piu con la sonda sul petto, l'esame durava un po' di piu, si sentiva il rumore del cuore in sottofondo e mi si spalmava molto piu gel...
nell'ultimo esame con questo nuovo medico mi ha spalmato men ogel, pochissimo, non spingeva fino a darmi fastidio, ma si limitava a passare con poca pressione sul torace, non sentivo i lrumore del cuore dall'apparecchio e l'esame è durato un po di meno...
mi è sorto il dubbio e la paura che non sia stato fatto bene e da qui la differenza dell'esito...ma a dire il vero gl iho fatto domande ed è stato dispopnibile e hentile, mi ha anche invitato a mostrarmi sul monitor la valvola bicuspide, insomma la mia paura che non abbia eseguito benissimo l'ecocardiogramma...
o forse sono solo mie paure e le differenze son dovute solo al metodo di operare ma alla fine i risultati son corretti...
potete chiarirmi il dubbio?
grazie a chiunque interverra'.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  


dal 2008
aggiungo per precisare meglio il mio quesito, che nel precedente esame le insufficienze eran definite come live per la bicuspide, minima per la mitrale con lieve prolasso, e minima per la tricuspide...mentre nell'ultimo esame son definite come minima per la bicuspide, minima la mitrale e normale la tricuspide...
com'è possibile? devo preoccuparmi per l'esame o posso stare tranquillo?
grazie
[#2] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Non viva di angoscia e turbamento per una "patologia cardiaca" che al momento praticamente non c'è....
Ha 35 anni e un minimo vizio a carico della valvola aortica e mitralica che se nei prossimi anni peggiorerà potrà eventualmente essere corretto. In questo momento è sufficiente fare un controllo cardiologico ed ecocardiografico annuale senza farsi prendere dalla paranoia... Certamente eseguire l'esame ecocardiografico dallo stesso operatore può essere di maggiore conforto per avere una valutazione più obiettiva, ma finchè il vizio è definito minimo o lieve e finanche moderato non si preoccupi!

GM Actis Dato
cardiochirurgo
[#3] dopo  
Dr. Gabriele De Masi De Luca
24% attività
0% attualità
0% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Concordo con il collega,...mi permetto solo di aggiungere e ricordare l'importanza della profilassi dell'endocardite batterica prima di interventi diagnostici e terapeutici (ex procedure odontoiatriche, urologiche, oRL...) a cui si deve sottoporre, essendo portatore di un difetto valvolare che, seppur minimo, e' considerato comunque un fattore di rischio (di grado moderato)di sviluppo di endocardite batterica. Puo' consultare le linee guida sulla profilassi batterica,dove a pag 44 vi sono tutti gli interventi e procedure diagnostiche prima delle quali deve sottoporsi a profilassi antbiotica.
http://www.asmn.re.it/CEU/Protocolli/Endocardite/LG_marzo2005.pdfORL etc)

Un saluto

Gabriele De Masi De Luca
[#4] dopo  
Dr. Gabriele De Masi De Luca
24% attività
0% attualità
0% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
[#5] dopo  


dal 2008
GRAZIE EGREGI DOTTORI, GLI SPECIALISTI CHE MI HAN SEMPRE FATTO L'ESAME MI HAN SEMPRE RILASCIATO LA LISTA DEI COMPORTAMENTI D ATENERE IN CASO DI MANOVRE ODONTOIATRICHE, OPERATORIE, ECC..
MA SCUSATEMI NON HO AVUTO LA RISPOSTA AL MIO QUESITO...
CIOè LE DIFFERENZE CHE MI HAN TROVATO POSSON CAPITARE? L'ESAME ANCHE SE SVOLTO CON MODALITA' DIVERSE è STATO FATTO UGUALMENTE BENE?
GRAZIE
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Greco
20% attività
0% attualità
0% socialità
AGROPOLI (SA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
Le differenze da lei riscontrate sono solo da riferire a interpretazioni dell'operatore e non a cambiamenti dell'ecocardiogramma, peraltro il rigurgito mitralico e tricuspidalico sono fisiologici