Utente 126XXX
Salve e tutti,
son un ragazzo di 28 anni che vive a Como e qualche mese fa un paio di giorni dopo un rapporto non protetto con una ragazza poco conosciuta ho iniziato ad avere forti bruciori al pene soprattutto localizzati nella zona del meato. All'inizio ho avuto anche bruciori molto forti lungo tutto l'uretra durante la minzione e dolore ai testicoli. Mai avuta nessuna perdita di nessun tipo. Son andato subito dal mio medico il quale mi ha prescritto urocultua e spermicoltura, intanto dato che il mio bruciore era pazzesco mi ha dato un antiinfiammatorio e un antibiotico per infezioni ad ampio spettro da prendere appena dopo aver effettuato gli esami prescritti.
Risultati:
Bruciore non è passato dopo la settimana di antibiotici e non diminuiva neanche con l'antiffiamatorio.
Ne urine ne sperma erano contaminati, quindi mi ha detto di aspettare ancora qualche giorno (per far passare l'effetto dell'antibiotico e far passare vari periodi di incubazioni di varie malattie) e mi manda ad un centro MST dove mi controllano la cute, mi fanno uno screning per varie infezioni ed esami del sangue!
Ritiro i risultati e fortunatamente non mi viene rilevato nulla.
Quindi oltre all'esame sierologico (che poi ho anche ripetuto per maggiore sicurezza) che è tutto OK, sul referto mi hanno detto che alla mucosa non è presente nulla e non ho ne clamidia ne gonorrea!
A distanza ormai di tre mesi e mezzo non ho più bruciore all'uretra durante la minzione ma ho in modo quasi continuo bruciore al meato a volte molto forte ma che non si altera durante la minzione, oltre il dolore ai testicoli e all'inguine!
Secondo voi cosa può essere, ma soprattutto la mia domanda è questa: per la prima volta leggendo su questo interessantissimo sito ho sentito nominare i MYCOPLASMI! Perchè al centro MST non mi hanno fatto fare anche questo tipo di ricerca? Può essere che secondo la mia anamnesi l'abbiano scarata a priori? Potrei avere questa infezione secondo i sintomi descritti che sono cominciati tre giorni dopo il rapporto occasionale?

Cordiali saluti a tutti i lettori

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

oltre a comunicarle di non amplificare la sua ansia in merito a questa patologia, le significo che è necessario capire direttamente se questo suo problema sia riconducibile a qualche patologia DermoVenereologica (balanite, balanopostite in primis)

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille dottore per la risposta!
Alla visita DermoVenereologica non è risultato nulla da attribuire ad una MST.
A questo punto dal basso della mia inesperienza deduco che i fastidi possano derivare da un'infezione... magari non è così!
Visto che mi hanno escluso clamidia e gonorrea quale altra infezione potrei aver preso con i sintomi sopra descritti? Continuo a ribadire che secondo me ho una MST per il semplice fatto che i disturbi sono cominciati dopo un po' di giorni da quel rapporto!

Cordiali saluti a tutti!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Qual'è quindi la diagnosi che le hanno posto?

[#4] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Nessuna lesione muco-cutanea riferibile a MST.
Test clamidia negativo
Test sierologici negativi (ripetuti anche a 100 giorni quindi di questo non mi preoccupo)
Non hanno eseguito ne test per gonorrea dato che non ho mai avuto perdite di nessun tipo, ne altri tipi di test per IST.
Successivamente ho eseguito urocoltura e spermicoltura per germi comuni e sono anch'essi negativi.
Detto questo i sintomi continuano anche se pian piano vanno diminuendo ma sempre presenti e molto fastidiosi.

Ancora saluti e grazie della disponibilità
[#5] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Salve di nuovo a tutti!
HO aspettato una settimana per una risposta ma purtroppo non l'ho ricevuta e sono un po' dispiaciuto sinceramente!
Ripeto sinteticamnete il quesito premettendo che:
1) alla visita dermovenereologica è tutto a posto;
2) test clamidia negativo;
3) germi comuni non presenti (ricercati con urinocoltura e spemicoltura);
4) nessuna perdita;
5) ancora presenti dolori (saltuari) ai testicoli, bruciori e dolore uretra e meato anche non durante la minzione, dolori inguinali (ma niente ghiandole gonfie ne ernia);
6) prostata ok sia al tatto (dell'urologo ovviamente), sia da riscontro ecografico;
7) testicoli non gonfi e di forma regolare e ok tramite riscontro ecografico;
8) detti disturbi iniziati qualche giorno dopo un rapporto non protetto e ormai in atto da parecchi mesi.
Detto tutto questo secondo qualche medico qui presente cosa potrei avere che mi provoca questi fastidi ormai non dolorosissimi come all'inizio ma ormai cronici e molto fastidiosi?

Saluti