Utente 253XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 23anni,fototipo chiaro,con ipercheratosi agli arti superiori,ho già subito l'asportazione chirurgica di 8 nei,risultati fortunamente benigni,mi sottopongo a visita di controllo annuale, ma ho notato che ogni anno il numero di nei/macchie solari aumenta del + 20 %,nonostante applichi una protezione solare adeguata alle parti esposte durante l' intero arco dell' anno ed assuma integratori di vit C e B-carotene per limitare i danni ossidativi.

Ho letto alcuni articoli in merito ad un farmaco di nome Melanotan,ho notato che il prodotto è in vendita su siti internet americani,ma diffido di queste vie di vendita trattandosi di un farmaco che necessita di somministrazione sottocutanea e anche per il fatto che non riporta autorizzazioni da parte di FDA.

L'azienda farmaceutica Clinuvel(australiana) sta sviluppando un prodotto a principio attivo simile denominato CUV1647,atto a stimolare la produzione di melanina, ed attualmente è in studi di fase 2 su volontari,la mia domanda è questa,può questo prodotto(se e quando verrà autorizzato) ridurre /evitare la formazione continua di nei/macchie solari nel tempo e quindi la conseguente escissione chirurgica e le conseguenti inestetiche cicatrici?

Grazie,
sicuro di una Vs.pronta risposta,porgo
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Caro Ragazzo,

Perdoni il franco consiglio: lasci perdere i ritrovi "miracolosi di internet"..

no comment sugli acceleratori sottocutanei di melanina..

per il resto, lasciamo agli scienziati le sperimentazioni di fase 2 (tutt'altro che in fase avanzata..)

ancora: i NEI, non si tolgono chirurgicamente perchè non ci piacciono o solo perchè aumentano (alla sua età è ancora possibile che ne appaiano di nuovi) ma si asportano e si esegue l'esame istologico (!) dopo aver effettuato la visita dermatologica e l'epiluminescenza (mappa dei nei):
questo quando esistono delle alterazioni del NEO che possono renderlo atipico e pertanto a rischio.

Ultimo consiglio:

le macchie solari (lentigo solari e non i NEI per intenderci) aumentano dopo un eccesso di assorbimento dei raggi solari (sono pertanto "esiti" di ustioni di primo o secondo grado - l'effetto "peperone" dopo la tintarella è un ustione di primo grado per intenderci e la "spellatura" è un ustione di secondo grado - :

pertanto le consiglio nei prossimi mesi di contattare direttamente un dermatologo di sua fiducia per ottenere oltre la visita, tutti i consigli atti ad evitare ancora queste sovra-esposizioni.

Carissimi Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA