Utente 126XXX
Buongiorno,
ho 46 anni e da qualche mese accuso un fastidioso gonfiore alle gambe per il quale avevo già prenotato un ecocolordoppler, che ho poi disdettato temendo di essere troppo precipitosa... La mia impressione è quella di avere una forte ritenzione idrica che si accumula soprattutto sulle gambe, ma proprio ieri mi è successo un episodio che mi ha un po' insospettita su un possibile problema di circolazione. Mi spiego: a me piace fare la sauna, bagno turco ecc, non sono un'accanita frequentatrice di Spa, ma ci vado una volta ogni tanto. Dopo circa 10 minuti quando ho iniziato un po' a sudare ho anche riscontrato che spuntavano delle chiazze rosse sulle cosce...che aumentavano sempre di piu', tanto che mi sono spaventata e sono uscita subito! Anche dopo uscita e dopo aver fatto la doccia fredda, le cosce sono rimaste bollenti e prima che le chiazze se ne andassero sara' passata minimo una mezzora.
Puo' avere un significato particolare questo? e mi consiglia di farlo comunque l'ecocolordoppler?
grazie
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Le cause che possono determinare un edema degli arti inferiori sono varie.
Le consiglierei in prima battuta una valutazione dal vivo presso il suo Medico di base, che sarà certamente in grado di valutare l'opportunità e la scelta di accertamenti specialistici e/o strumentali.
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
la ringrazio per la risposta immediata! Non avevo volutamente menzionato il medico di base al quale mi sono ovviamente già rivolta! La risposta era stata:
"non è possibile...! e poi lei non puo' avere ritenzione idrica...NON PESA MICA 100 KILI!!!"
Mi rendo conto benissimo che nello svolgimento della professione non si puo' essere specializzati in tutto...
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Mi astengo dal commentare...
Resta in ogni caso compito del Medico di base formulare e validare opportunamente ipotesi diagnostiche alternative a quella ritenuta meno probabile.

Purtroppo a distanza non sono in grado di poterLe suggerire altro.
Resta in ogni caso valida l'idea di sottoporsi ad un ecocolordoppler.