Utente 157XXX
Salve,

I valori della mia curva glicemia ed insulinemica sono i seguenti:

glicemia basale: 105 mg/dl
glicemia tempo 60': 160 mg/dl
glicemia tempo 120': 149 mg/dl

insulinemia basale: 5,5 mUI/ml
insulinemia tempo 60': 33,4 mUI/ml
insulinemia tempo 120': 39,1 mUI/ml.

Questo sarebbe diagnosi di IGT?
Mia madre ha diabete tipo 2.
Mi conviene andare da un diabetologo oppure mi tengo sotto controllo da sola?
Ho 35 anni, alta 170 cm e peso 56 kg.

Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Andrea Del Buono
28% attività
16% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Signora,
non parlerei di alterata tolleranza agli zuccheri poichè a due ore dall'assunzione di soluzione glucosata (e mi auguro che non le abbiano fatto mangiare il solito cornetto e poi ripetuto il prelievo) i valori sono ottimali. Vista la familiarità per diabete è opportuno che segua una dieta e faccia attività fisica. Cordiali saluti
[#2] dopo  
10926

Cancellato nel 2007
I valori della sua curva glicemica, se fatta correttamente (75 gr di glucosio per os e prelievi ogni 30 minuti per glicemia) suggeriscono diagnosi di alterata tolleranza ai carboidrati. Si parla di IGT, difatti se i valori di glicemia alla seconda ora (120 min.) sono superiori a 140 mg/dl ed inferiori a 200 mg/dl.
La glicemia elevata alla seconda ora è in armonia con i valori di insulinemia. Dal momento che il suo indice di massa corporea è normale, suggerirei cmq visita specialistica per ulteriori accertamenti e orientamento dietetico adeguato. cordiali saluti, dott.ssa monica mellozzi
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Igino Muccitelli
16% attività
0% attualità
0% socialità
CASSINO (FR)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
il risultato della sua curva glicemica sembrerebbero suggerire una ridotta tolleranza al glucosio (IGT). Normale sembra la risposta insulinemica al carico di glucosio. Considerando però il risultato "border-line",il normale BMI, le consiglio (e concordo in questo con il collega Andrea Del Buono) di seguire solo una sana alimentazione e una regolare attività fisica (in considerazione della familiarità per diabete mellito). Non viva con il "terrore" di diventare diabetica.
Cordiali saluti.