Utente 223XXX
Gentili Dottori,

volevo un Vostro parere, ho 40 anni non sono sposato, non ho un'attivita' sessuale regolare, diciamo occasionale ovvero quando se ne presenta l'occasione ma rigorosamente rapporti protetti, da circa un anno ho fastidi sul lato sinistro dei testicoli, in un primo momento mi fu diagnosticata un lieve epididimite curata con lavoxacin per 15 gg. devo dire che la situazione miglioro' parecchio ma queste tensioni piu' che disturbi continuano a periodi alternati, in seguito ho fatto un'urinocoltura con antibiogramma e tutto e' risultato negativo, successivamente circa dieci giorni fa ad un esame approfonfito con ecodopler mi e' stato riscontrato un varicocele di 3° grado solo sul lato sinistro, e poi anche due cisti sull'epididimo sinistro di circa 7 mm e una sull'epididimo destro di circa 5 mm, ho fatto anche uno spermiogramma da cui e' risulato tutto ok.
la mia domanda e' questa: le tensioni che avvolte avverto sono da attibuirsi al varicocele oppure allae cisti? per il varicocele devo pensare per forza ad un intervento oppure monitorare la situazione? per quel che riguarda le cisti qauli conseguenze possono verificarsi in futuro ovvero possono ingrandirsi o regredire o anche per loro va monitorata la situazione e magari decidere in seguito il dafarsi?

In attesa di un Vostro cortese parere, vi porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 22372,

le cisti epididimarie in genere non arrecano dolore o dolenzia, se aumentano di dimensioni potrebbero interferire con il transito degli spermatozoi e quindi alterare i caratteri del liquido seminale.
Quasi sempre preferisco monitorizzare la situazione con ecografie ed esami seminali a cadenza annuale.
Il varicocele potrebbe determinare alterazioni del liquido seminale ed , in tal caso, si dovrebbe considerare l'ipotesi di un trattamento chirurgico.
Se il liquido seminale appare "normale", a mio parere,a 40 anni, non si deve pensare alla chirurgia
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
l'atteggiamento da tenere in un caso come il suo è di solo monitoraggio della situazione seminale e, con ecocolordoppler, della dimensione delle cisti epididimarie.
Di norma le cisti vanno asportate se la sintomatologia dolorosa diventa più intensa. Riguardo al varicocele direi che al momento non vi è indicazione chirurgica in parte per l'età ma soprattutto per la normozoospermia che riferisce.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Dottori,

Vi ringrazio delle cortesi risposte, seguiro il consiglio.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Sono in completo disaccordo con entrambi i colleghi:
le cisti dell'epididimo sono da monitare e da sole non sono responsabili della sua sintomatologia, il varicocele cosiddetto "sintomatico" come nel suo caso è una delle indicazioni descritte in letteratura per la correzione chirurgica dello stesso, i fastidi che lei accusa non passeranno con frequenti ecografie...
cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2006
Gentili Dottori,

Vi rispondo dopo alcuni giorni perche' fuori sede, vedo comunque che l'argomento crea anche pareri discordanti, vi dico che proprio da alcuni giorni mi e' ricomparso il dolore al testicolo sinistro cosi all'improvviso mi sono svegliato la mattina ed eccolo li, e mai come oggi mi chiedo se decidermi di ricorrere all'intervento perche vorrei trovare una soluzione non voglio continuare a prendere antinfiammatori ogni volta con le conseguenze che questi arrecano allo stomaco.

A questo punto visto il mio quadro clinico vi chiedo un consiglio su che intervento riteniate opportuno da seguire il classico oppure come sinceramente vi riferisco sarei piu propenso per la scleroembolizzazione. Ci sono centri in Puglia?

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2006
Gentili Dottori,

volevo informarvi che questi giorni mi sono ripresi i dolori al testicolo sinistro, e mi sono convinto che l'origine del dolore sia la ciste perche al tatto ho notato una pallina sul testicolo e il dolore parte proprio da li, il medico mi ha dato degli antifiammatori (sulidamor 100) la situazione sta migliorando.

Volevo un Vostro parere sul fatto che sia la ciste a scatenare questi disturbi e non il varicocele, e poi sto pensando di ricorrere all'asportazione chirurgica della ciste per risolvere definitivamente questi disturbi, Voi cosa ne pensate?

Cordiali saluti.