Utente 127XXX
Buongiorno!
Sono una ragazza di 22 anni. Ho fatto una visita dematologica circa un mese fa in cui mi è stata riscontrata una forma di acne polimorfa soprattutto nella zona viso, collo e decoltè. Il dermatologo mi ha consigliato l'assunzione di Minocin 100 come terapia, ma mi ha parlato brevemente della sua poteziale fotosensibilizzazione. Per questo motivo mi ha consigliato di non assumere il farmaco fino alla fine dell'estate.

Volevo sapere cosa si intende per fotosensibilizzazione, a quali "dosi" di raggi UV si presenta il problema e se devo mettere protezioni solari anche se semplicemente faccio una passeggiata durante una giornata di sole. E inoltre, l'effetto di fotosensibilizzazione termina con la fine dell'assunzioe della terapia, o perdura ancora per qualche tempo?

Grazie per l'aiuto!
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Si aprirebbe il discorso sulle fotodermatosi.
Diciamo per brevità che vi sono certe sostanze,che, interagendo con la radiazione solare, danno reazioni fototossiche ed , a volte fotoallergiche.
Cioè , perchè si manifesti la reazione cutanea ci vogliono tutti gli elementi suddetti. Ovviamente vi è una grande variabilità individuale
Nel caso specifico poco conterà sapere quanti joule per centimetro quadrato necessitano; sappia solo che alle nostre latitudini durante l'estate vi è sempre una forte irradiazione.
Stessa cosa con le lampade .
Praticamente è meglio non assumere tetracicline d'estate e nel caso attuare una buona elio protezione.
Cessando la terapia cessa rapidamente anche l'effetto sensibilizzante (pochi giorni) , anche se si consiglia comunque la protezione.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Grazie infinite dell'aiuto e della velocità della risposta!
Buona giornata!