Registrati | Recupera password
0/0

Alterazioni aspecifiche della fase di ripolarizzaz

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007

    Alterazioni aspecifiche della fase di ripolarizzaz

    Egr. Dr. ho 47 anni sono affetta da ipotiroidismo congenito in trattamento con eutirox 75 e da artrosi ed osteoporosi. Tra i vari controlli di routine l’endocrinologo mi ha fatto fare anche una visita cardiologia con elettrocardiogramma ed eco. Le riporto la diagnosi: Non familiarità per CAD. Tabagismo (4/5 sigarette). Sovrappeso.
    Attualmente asintomatica per angor e/o dispnea. E.O. CARDIACO Attività cardiaca ritmica. Toni validi, pause libere. PA 100/60 mmHg. Polsi periferici simmetrici, normosfigmici. ECG: Ritmo sinusale, 65/min. Normale intervallo di conduzione A- V ed intraventricolare. Onda T negativa da V1 a V4. Alterazioni aspecifiche della fase di ripolarizzazione ventricolare. Chiedendo informazioni alla dottoressa che mi ha fatto gli esami, mi ha risposto che non c’era niente di particolare e le alterazioni sono dovute alla patologia di cui sono affetta. Per quanto riguarda le analisi sono tutte nella norma tranne quelle riguardanti la tiroide e le seguenti: TAS 318 VES 25 OSTEOCALCINA 45,2
    Poiché sono una persona ansiosa, potrebbe gentilmente fornirmi maggiori spiegazioni in merito.
    La ringrazio Lucia




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 22 Medico specialista in: Cardiologia

    Risponde dal
    2006
    Cara Signora Lucia,
    le alterazioni aspecifiche della fase di ripolarizzazione ventricolare notate sull'ECG sono frequentissime nelle donne,in sovrappeso, ed affette da disturbi tiroidei.Costituiscono un reperto che si potrebbe definire" parafisiologico",non patologico.Piuttosto,per una migliore risposta ai quesiti,gradirei qualcosa sull'esito dell'ECOCARDIO cui Lei è stata sottoposta,"giusta causa".
    Cordiali saluti,
    Dr.A.Ascione



  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 148 Medico specialista in: Cardiochirurgia
    Chirurgia toracica
    Cardiologia

    Risponde dal
    2004
    Concordo con il collega e aggiungo: smetta di fumare e dimagrisca! E' utile avere anche informazioni sull'eco visto anche un TASLO un po' aumentato (ha avuto il reumatismo articolare acuto nell'infanzia?). Per il resto stia tranquilla...
    cordialmente

    DR Actis Dato



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 24 Medico specialista in: Ematologia
    Cardiologia
    Biochimica clinica

    Risponde dal
    2006
    Gentile Signora, i cosiddetti disturbi di ripolarizzazione sono tra i più comuni disturbi che si possano registrare in un ECG in una persona affetta da ipotiroidismo. I disturbi tiroidei, infatti, determinano spesso turbe di funzionalità cardiaca, sia per ciò che concerne il ritmo, sia per quel che riguarda la corretta perfusione delle coronarie. Tuttavia sono disturbi che per la loro aspecificità, possono soltanto indurci ad effettuare periodicamente controlli di efficienza cardiaca quali un ECG sotto sforzo ed eventualmente un ECG dinamico secondo holter. Valutati questi ultimi si potrà pensare se allargare il campo delle indagini diagnostiche.
    Un Cordiale Saluto

    dott. Massimo Scorretti



  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007
    RingraziandoVi per la risposta riporto la descrizione dell'ecocardiogramma: normale diametro dell'aorta ascendente, della radice aortica e delle sezioni sinistre. Normali spessori parietali, cinetica segmentaria ed indici di funzioni sistolica del ventricolo sinistro ( FE: 65% Simpson) Normale morfologia e dinamica degli apparati valvolari. Normale giunzione epi-pericardica. Normale diametro delle sezioni destre e della VCI, con fisiologiche escursioni respiratorie.
    Grazie Lucia




Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23/09/2007, 20:14
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 03/06/2008, 07:50
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16/09/2008, 17:15
  4. Tachicardia sinusale
    in Cardiologia
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 12/10/2008, 18:06
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02/09/2009, 18:19
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896