Utente 258XXX
Salve. La scorsa settimana durante un rapporto sessuale col mio ragazzo si è presentata la lacerazione del frenulo con conseguente copioso spargimento di sangue. Ci tengo a specificare che eravamo all'inizio del rapporto in situazione tranquillissima. E' stata consigliata una frenulectomia.
C'è possibilità d'evitare l'intervento o che si rimargini da solo? Nel caso dell'intervento che conseguenze avrebbe la vita sessuale? Sarebbe più fragile?
Dopo la lacerazione a pochi giorni di distanza il mio ragazzo dice di non provare dolore col pene eretto. Vuol dire per caso che il frenulo si è staccato del tutto?
Grazie mille dell'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
cara lettrice 25830,

consigli al suo ragazzo di procedere al semplice intervento di frenuloplastica per evitare antipatiche conseguenze in futuro
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Il problema è che lui è restio a farsi tagliuzzare, dice che non gli fa male e che potrebbe cicatrizzarsi da solo. Io son convinta che se è stato consigliato dall'urologo che l'ha visitato c'è un motivo per l'intervento.
Peraltro lui mi ha sempre detto di sentire il frenulo tirare all'inizio del rapporto,e di averlo sentito "debole", sto iniziando a pensare possa essere collegato con l'improvvisa rottura all'inizio del rapporto da cui, le assicuro, è uscito tanto di quel sangue da far paura..
Potrebbe spiegarmi quali potrebbero essere le conseguenza di una mancata operazione? Vorrei avere chiara l'effettiva situazione.

Lui in particolare teme credo la riduzione delle sensazioni in seguito ad un eventuale intervento.
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Cara Utente,
tranquillizzi il suo ragazzo perchè l'intrvento di frenulotomia non crea nessun tipo di problema successivo, anzi, nel suo caso è assolutamente indicato. Se decidesse di non essere operato, premesso che non abbiamo visto la situazione locale, potrebbe ripetersi di nuovo la stessa cosa durante il rapporto e come avete constatato non è una bella esperienza!!.

Un cordiale saluto

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la lacerazione del frenulo può essere completa o incompleta; se incompleta sono possibili ulteriori lacerazioni in rapporti successivi. In questo senso è importante il consiglio dell'urologo o andrologo che ha valutato direttamente il suo ragazzo.
Se lui a tutti i costi volesse resistere all'intervento consiglio (ovviamente) di aspettare a riprendere i rapporti quando visivamente la lacerazione appare risolta, e di riprendere i rapporti inizialmente con preservativo, per dare ulteriormente tempo alla riparazione della lacerazione di consolidarsi, senza violente sollecitazioni meccaniche.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#5] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Il problema è che da quel che ho capito se il frenulo si rimarginasse da sè sarebbe più fragile e rimarrebbe con la stessa corsa che ha provocato la rottura in situazione perfettamente normale.
Credo i dubbi principali del mio ragazzo derivino dalla paura di un "cambiamento" successivo all'intervento.
Come si può capire quando la lacerazione è rimarginata?
[#6] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
peraltro mi da da pensare il fatto che quando lui ha un'erezione spontane non provi nessun dolore nonostante la ferita sia fresca.
Non so se pensare se gli si sia staccato già del tutto.
Il mio problema è che lui possa trascurare la cosa per paura di andare a "toccare" quella parte che è così importante per un uomo, credo sia una questione psicologica. Non so come parlargli per convincerlo a tornare dall'urologo che gli ha dato da fare degli esami per la coagulazione e gli ha detto di "tornare tra un po'".
[#7] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Ah, nella rottura lui non ha provato nessun dolore, anzi. Tranquillamente abbiam cercato di capire da dove uscisse tutto quel sangue, soprattutto da chi.
Continua a non provare nessun tipo di dolore. Nel caso la lacerazione fosse stata totale l'urologo avrebbe lo stesso prescritto la frenulotomia?
Scusate la confusione delle mie domande ma vorrei essere sicura di capire bene.
Lui fa "l'allergico" ai medici.
[#8] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

la lacerazione del frenulo è una situazione "banale" dal punto di vista medico (non del paziente!), ma per decidere lo specifico del caso in questione la via telematica ha i suoi limiti. Discutetene DIRETTAMENTE con un Urologo e seguite le sue indicazioni. Quanto in teoria si poteva dire è già stato scritto.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#9] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Lo so che la situazione è banale e con l'urologo ci ha già discusso. Solo che siccome il frenulo non è mio e purtroppo negli uomini non vi è (a mio parere)una buona abitudine agli aiuti nel campo (specie in giovane età) vorrei quantomeno saper dire qualcosa al mio ragazzo sulle controindicazioni di questo suo rifiuto a sottoporsi all'intervento. Che io peraltro non comprendo.
Tutto qui.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
ma con l'urologo è stato chiarito se c'era o no la lacerazione o se era ed è solo un frenulo corto non ancora lacerato?
Non sapete da dove veniva il sangue, il suo ragazzo non ha provato dolore , ecc, ecc. Purtroppo per noi è difficile, senza un esame clinico diretto, darle un consiglio corretto e preciso. Detto questo, l'incisione del frenulo (detta anche ,in gergo tecnico, frenulectomia) è un intervento semplice ma delicato che vasempre attentamente soppesato. Le complicanze chirurgiche, in mani esperte , sono praticamente nulle (una sola volta, nella mia lunga "purtroppo" carriera, mi è capitato il caso di una ipospadia , cioè una lesione dell'uretra , fatta da un chirurgo non abituato a questa zona anatomica). Altri problemi possono essere di "sensibilità". Tutti argomenti da affrontare comunque con l'urologo che eventualmente farà l'intervento.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#11] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Carissima Signora,
la frenuloplastica è il meglio che si può offrire al suo partner io la eseguo in ambiente ambulatoriale e con anestesia locale.
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
l'importante , prima di tutto , è chiarire la situazione attuale del suo compagno e poi con lo specialista che consulterà pensare alle successive tappe terapeutiche.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta