Utente 389XXX
Buongiorno dottori, sono una ragazza di 25 anni. Vi scrivo poiché da un po' di giorni la mia frequenza cardiaca è piuttosto alta: 94 battiti al minuto appena alzata dal letto!
Non è la prima volta che mi capita, ma in passato mi è stato detto che era un problema legato al mio ipotiroidismo. Sono due anni però che mi sto curando, ma a volte la tachicardia ritorna.
Soffro anche di esofagite da ernia iatale, ho spesso la pressione bassa (con il caldo riesco a malapena ad arrivare ad una massima di 95, che è il mio limite massimo, mentre in inverno sto sui 100-110) e soprattutto d'estate una carenza di ferro.
So che tutti questi fattori incidono sulla frequenza cardiaca, ma più che altro vorrei sapere se è possibile "prevenire" in qualche modo questo fastidioso inconveniente che a volte non mi permette di svolgere nessuna attività, magari adottando uno stile di vita specifico, in modo tale da limitarne la comparsa.

Vi ringrazio per i vostri eventuali consigli.

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Una giovane donna ha tendenzialmente una frequenza cardiaca più alta degli uomini di pari età, tuttavia in effetti un cattivo funzionamento della tiroide puo' (soprattutto nell'ipertiroidismo o nel sovradosaggio del trattamento dell'ipotiroidismo) provocare tachicardia. Potrebbe essere utile eseguire degli accertamenti on esami del sangue (per vedere gli ormoni tiroidei e una eventuale anemizzazione) e se questi fossero negativi senta il suo medico perchè potrebbe esserci indicazione a una visita cardiologica.
A disposizione per ulteriori consulti