Utente 127XXX
buona sera,ho 38 anni e nel febbraio del 2008 ho avuto il primo pneumotorace dx trattato con drenaggio per circa 5 giorni.Nel febbraio del 2009 ho avuto il secondo episodio,sempre sul lato dx, trattato anche questo con drenaggio.Verso la metà di aprile ho avuto il terzo pneumotorace dx e sono stata operata "apicectomia polmone destro in videotoracoscopia e pleurodesi". Dopo un mese e mezzo dall'intervento altro pneumotorace di circa 7 cm curato con il riposo.Soffro ancora di lievi pneumotoraci (ultimo il 7/8/09)e di un forte dolore sulla parte dx che ho sempre e che aumenta se faccio qualsiasi attività anche le + banali(spazzare casa ,fare una passeggiata un po + lunga).P aer il dolore mi hanno dato la tachipirina da 500 mg che ho iniziato a prendere dai primi di agosto da un minimo di 2 al giorno ad un massimo di 4.All'inizio i risultati sono stati soddisfacenti ma adesso il dolore certi giorni è davvero insopportabile, invalidante!!Tutti i medici mi hanno detto che devo fare una vita normale ma mi è quasi impossibile visto il perdurare sempre del dolore.Che devo fare? Posso sempre prendere tachipirina? E visto che non mi fa più tanto effetto sul dolore che devo fare? E come mai perdurano questi pneumotoraci anche se le falde d'aria sono piccole? cosa devo fare in questi casi?grazie anticipatamente per le risposte.
[#1] dopo  
Dr. Edoardo Mercadante
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Cara utente,
gli episodi di pneumotorace di cui lei è affetta sono senza dubbio causa di grande disagio. Il trattamento cui è stata sottoposta è senza dubbio corretto, tuttavia potrebbe essere utile sapere se esiste una correlazione tra questi episodi e il suo ciclo mestruale. La sua storia clinica infatti potrebbe essere ricondotta ad una condizione estremamente rara nota come pneumotorace catameniale. In questi casi il pneumotorace è la conseguenza dello sfaldamento di minute isole di tessuto endometriale che possono essere presenti a livello pleurico. Questa è chiaramente solo un'ipotesi che lei potrebbe discutere con il suo chirurgo toracico, se così fosse, spesso la terapia ginecologica dell'endometriosi è in grado di prevenirre le recidive di pneumotorace.
Per quanto riguarda la terapia antalgica, come ben sa, la tachipirina è un farmaco che si impiega largamente anche in pediatria e questo la deve rassicurare sul basso rischio di eventuali abusi.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Felice Apicella
20% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
...............................
-il dolore puo' essere dovuto al coinvolgimento di un nervo intercostale, la riprova e' che dovrebbe scomparire con l'infiltrazione di anestetico locale;
-se le recidive sono frequenti, e' possibile che qualcosa e' rimasto e bisogna riguardare il polmone in toracoscopia;

cordiali saluti,

Dott. Felice Apicella
Firenze
[#3] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Intanto grazie per le risposte ,ma non c'è alcuna correlazione tra i pneumotarace e il ciclo mestruale, quindi sicuramente non si tratta di pneumotorace catameniale.In questi giorni, visto ke con la tachipirina non ottenevo grossi risultati sul dolore e mi si abbassava la pressione, mi hanno sostituito questo farmaco con il Patrol, ma a me sembrano solo dei palliativi. Per quanto riguarda l'infiltrazione in che parte la dovrei fare visto che il dolore è esteso in tutto il lato destro? E da ki la devo fare? Mi devo rivolgere al chirurgo toracico che mi ha operato? E per la verità avrei un po di paura a farla!!Per quanto riguarda le recidive post-intervento cosa può essere questo "qualcosa " rimasto, visto che nella tac fatta il 07/08/09 non veniva segnalato niente riguardo alla presenza di ulteriori bolle o blebs, ma soltanto questa lieve falda d'aria? Ringrazio sempre anticipatamente per le risposte. Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Felice Apicella
20% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
.......la visita del chirurgo che ha fatto l'intervento e' fondamentale, solo lui puo' valutare la situazione anche in funzione delle recidive; se la tc torace e' negativa non vuol dire che non vi sia qualche bleb residua!

Cordiali saluti,

Dott. Felice Apicella
Firenze

[#5] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
ok la ringrazio del consulto...e le porgo i miei saluti
[#6] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Buona sera, scusate se vi disturbo nuovamente, ma volevo sapere come comportarmi riguardo il vaccino per l'influenza da virus H1N1. La settimana scorsa ho fatto il vaccino per l'influenza stagionale,come daltronde ho fatto l'anno scorso dopo aver avuto il primo episodio di pneumotorace.Adesso con il vaccino per l'influenza A come mi devo comportare? La patologia inerente a questi continui pneumotoraci è tra quelle a rischio? Ho molta paura anche perchè i pareri dei vari medici sono contrastanti riguardo agli effetti del vaccino!! Che devo fare? So che nonostante i pneumotaraci e l'intervento di apicetomia i miei polmoni sono comunque sani e che magari queste patologie rientrano tra quelle pleuriche e non polmonari(almeno così mi è stato detto)però la paura che mi possa accadere qualcosa a causa di questa patologia c'è!! Vi ringrazio anticipatamente per la risposta e vi porgo i miei più cordiali saluti.