Utente 258XXX
Buongiorno, ho bisogno di un consiglio.
Sono molto spaventato dopo un rapporto non protetto con una partner potenzialmente a rischio hiv.
Il rapporto è stato breve e l'eiaculazione esterna, ma ora presento i sintomi della candida.
Volevo sapere:
la candida è un possibile vettore dell'hiv?
nel peggiore dei casi, e cioè che la partner fosse hiv positiva (cosa che non posso appurare), qual'è la probabilità di trasmissione del virus?
ho letto che c'è una finestra di 3/6 mesi nei quali un test hiv non è attendibile. c'è qualcos'altro che posso fare per togliermi il dubbio?

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le Pz
il mio consiglio e' di rivolgersi subito ad un dermatovenereologo o centro MTS (clinica Dermovenereologica) per una visita.Le verra' spiegato quali esami effettuare (esiste tutta una batteria di test che vanno fatti in caso di rapporti ad elevato rischio di trasissione di malattie veneree e sessualmente trasmissibili.Inoltre riferisce presumo una balanite (da candida!?);andra' curata in tempi brevi anche se la candda albicans non e' il vettore dell'HIV,notoriamente virale.Pare pero'che possa agire da sinergico.
Coraggio

Cordialita'



,
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Concordo col Collega Griselli circa la necessità di una visita presso lo Specialista Dermato-Venereologo, durante la quale sarà possibile la cronistoria dell'evento a rischio e/o altre situazioni correlate per stabilire con maggior accuratezza l'iter diagnostico strumentale.
La cosa più importante, comunque, è non farsi prendere dal panico e cercare di affidarsi ai consigli ed ai dettami del suo dermato-venereologo, che saprà anche diagnosticarle le eventuali infezioni che lei crede di aver contratto.

Carissimi Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#3] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno,

Ho sentito il mio medico e mi ha detto che se dopo un mese dal "fattaccio" il test risulta negativo posso stare tranquillo... il problema è che non è quello che leggo in giro. Nessuno riesce a farmi luce su questa cosa e giuro che sto vivendo malissimo.
Qualcuno mi può confermare ciò che mi dice il medico?

Grazie
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Il test HIV effettuato dopo un mese da un rapporto a rischio, non è sufficiente per escludere il contagio: il periodo "finestra" può arrivare fino a 6 mesi di tempo: pertanto riesegua il test almeno fra 3 mesi, ben sapendo che 1 rapporto a rischio non significa automaticamente contrarre l'HIV; viva la sua vita tranquillo e massima attenzione in futuro.