Utente 898XXX
Gent.mi Dottori, a mio papà è stato diagnosticato un Ca polmonare,visto il tipo di tumore,chiedo se ci sono possibilità di intervento o terapie e nel caso contrario se sarà ad evoluzione lenta o veloce.
Referti:
RX TORACE+TAC TORACE senza MDC del 21-08-09: rispetto ai radiogrammi del 04-11-04, 25-01-06 si nota sternotomia longitudinale mediana con clips ad anello per rivascolarizzazione miocardica ed iperdiafania enfisematosa senza lesioni pleuroparenchimali flogistiche nè versamento pleurico al polmone sinistro. Si nota una lesione nodulare rotondeggiante di 9mm al segmento basale mediale del lobo inferiore sx. Nel segmento dorsale del lobo superore dx, a larga base di impianto, sulla porzione superiore della grande pala scissurale e sulla pleura mediale e posteriore, si evidenzia una lesione solida, a margini spiculati, primitiva, di 64 x 42mm, con tralci evolutivi anche all’ilo polmonare ed alla porzione inferiore della grande pala scissurale. Si riconoscono inoltre nodularità evolutive satelliti subpleuriche al segmento basale anteriore del lobo superiore e di 15mm all’apicale del lobo inferiore a dx con una falda di versamento pleurico basale di 10mm. Vi sono linfonodi patologici tracheali, tracheali inferiori, pre carenali, carenali ed all’ilo dx del diametro massimo di 25mm.

VISITA PNEUMOLOGICA: nel sospetto di Ca polmonare metastatico: Broncoscopia x citologico/istologico + Mantoux 5 U. Per il momento TAVANIC 500 mg C1 x 10gg.
MANTOUX: positiva.
BRONCOSCOPIA 25-08-09: Broncoaspirato e spazzolato per forte sospetto di neoplasia broncogena in paziente senza lesioni endoscopiche. Coltura materiali vari: Negativa. CITOLOGICO: Cellule neoplastiche POSITIVO – Macrofagi polmonari – Polimorfonucleati neutrofili (discreto numero) – Eritrociti (numerosi) – Quadro citologico compatibile con NEOPLASIA NON A PICCOLE CELLULE.

84 anni, ex fumatore fino a 20 aa fa, operaio metalmeccanico per 40 aa.
IPOACUSIA,CARDIOPATIA,GASTRITE CRONICA INTERSTIZIALE,METAPLASIA INTESTINALE,VASCULOPATIA,IPERTROFIA PROSTATICA (adenoma prostatico),IPERTENSIONE ARTERIOSA,IPERCOLESTEROLEMIA,DIABETE II tipo

INTERVENTI:
Tonsillectomia, appendicectomia,PTCA su vaso coronarico 29-06-'93,Cheratosi seborroica toracica: asportazione diatermica 01-08-'94,Ernia inguinale dx 05-06-'95,Angioplastica femoro-poplitea sx 22-11-1995,Epitelioma basocellulare lombare: exeresi 10-09-'96,Acromioplastica artroscopica: decompressione artroscopica per conflitto subacromiale dx con lacerazione degenerativa cuffia rotatori 13-10-'97,Posizionamento Stent arto inferiore dx 08-08-2000,Epitelioma basocellulare avambraccio dx: asportazione chirurgica 17-01-03,Rivascolarizzazione miocardica mediante 4 by-pass coronarico 01-12-04,TEA Carotidea sx 01-12-04,Cuffia dei rotatori

TERAPIA IN ATTO:Norvasc C½,Proscar C1,Novonorm mg0,5 + mg1,Tiklid C1 x 2,Omeprazen 20 mg, Tareg 160 C1,Sinvacor 20mg C1

Ringrazio e saluto cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Edoardo Mercadante
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Caro utente,
il quadro clinico che lei descrive e a cui i colleghi che hanno papà in cura sono giunti, riguarda un carcinoma polmonare non microcitoma in una fase avanzata di malattia (metastasi polmonari multiple e linfopatia mediastinica), in un paziente con discrete comorbidità (malattie collaterali come la cardiopatia, la vasculopatia ed il diabete). Tutto ciò condiziona negativamente le possibilità terapeutiche, infatti se la chirurgia non è possibile per la fase avanzata di malattia, la chemioterapia (terapia di seconda scelta) nel caso di papà temo non possa essere impiegata sia per l'età avanzata (controindicazione relativa) sia a causa delle altre comorbidità. In questi casi è estremamente importante avere al centro dell'attenzione la qualità di vita di suo papà e sostenerlo con eventuale terapia di supporto quando questa si dovessere rendere necessaria. si rivolga al suo ongologo che avrà senz'alttro grande esperienza in merito.
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 898XXX

Iscritto dal 2005
Gent.mo Dott. Mercadante, la ringrazio per la sollecita risposta, condividiamo la sua visione. Mio papà non è ancora stato visto da un oncologo in quanto abbiamo appena avuto la risposta citologica ma abbiamo già provveduto a prendere un appuntamento e la visita sarà martedì prossimo. Credo che sarà inviato alle cure palliative e l'importante a questo punto è che possa terminare la sua vita nel più sereno dei modi con la minor sofferenza possibile. Grazie ancora