Utente 257XXX
vi sottopongo 4 spermiogrammi fatti in questi ultimi 3 anni circa:

luglio 2004:
volume 1,9
concentrazione 66.000.000
totale per eiaculato 125.400.000
motilità alla II ora 15% rettilinea veloce
20% rettilinea lenta
25% discinetica
forme tipiche 35%

maggio 2006
quantità 1cc
numero nemaspermi 75.000.000
normoconformati 50%
mobilità II ora 50% discinetica

luglio 2006
volume 1 ml
concentrazione e totale ml 42.000.000
motilità II ora
progressiva lenta 5%
discinetica 15%
forme tipiche 22%

infine l'ultimo fatto in occasione di una icsi (andata male pur con tre embrioni trasferiti) gennaio 07 (io ho 36 anni la mia compagna 41)
volume 2,5 ml
concentrazione nemaspermica 50 milioni/mil
spermatozoi totali 125 milioni
forme mobili 70%
motililtà fortemente progressiva 20%
lentamente progressiva 32%
motilità in situ 18%
forme normoconformate 6%

I quesiti sono questi, fermo restando che qualche pbl sicuramente dal punto di vista della riproduzione nella coppia c'è e c'è stato in quanto sono almeno 3 anni e mezzo di insuccessi se non qualcosina in più. Io vi chiedo notizie sulla mia specifica situazione, (la mia compagna a parte l'età inizialmente gli hanno diagnosticato livelli elevati di prolattina curati subito con successo per pbl alla tiroide inoltre gli hanno trovato 2 anni fa dei polipi di minime dimensioni al canale cervicale anche questi tolti, non gli hanno trovato altro è da circa due anni dicono che la sua situazione è buona, rispetto all'età).
Ritornando a me preciso che ho fatto indagini di tutti i tipi (esclusa prostata) e mi hanno trovato solo un varicocele di modestissima entità sinistro e nessuna infezione negli anni, per il resto non ho nulla ho fatto tutte le analisi ed indagini del caso.

Ora mi chiedo 2 cose, come è possibile che:
più di una volta il totale eiaculato sia così basso quando proprio a vista so che eiaculo sempre oltre un cucchiaino di caffé che è pari a 2,5 ml?

Come è possibile che per 2 volte ho avuto pbl di motilità e due volte no, non è che ha influito il trasporto o simili?
Come è possibile che una volta ho avuto il 50% (ed un'altra il 35%) di forme tipiche ed una volta il 6%?
Ho sempre raccolto tutto a casa e consegnato entro mezzora massimo un ora ed un quarto.

Inoltre da quando ho scoperto questi pbl di infertilità ho avuto sempre un dubbio forse assurdo nella mente: verso i 17 anni circa ho fatto una rx alla colonna e sono sicuro che non mi hanno messo la protezione sui testicoli in quanto all'ospedale dove ero andato era rotta. Può entrarci qualcosa con la mia situazione. Questo perché avendo l'apparato genitale apparentemente normale anche in base alle analisi, non riesco veramente a capire perché lo spermiogramma no salvo pbl genetici o di stress.

Ps nell'ultimo sperimogramma forme normoconformate 6% venivo (due mesi circa prima) da una forte influenza che mi prese terribilmente allo stomaco per la quale dovetti prendere alcuni medicinali per una settimana almeno.

Concludo pure che nessun medico mi ha detto in faccia che sono sterile, ma mi sembra che nessuno riesca nemmeno a capire bene la mia situazione (e ciò mi interessa molto), oltre che quella della mia compagna. "Della serie" il figlio se veniva era scontato che venisse, ma se non viene forse è quello, forse è quest'altro, ma nessuno vi assicuro mi ha dato una diagnosi precisa, anche se noi abbiamo seguito i consigli un po' di tutti. Infatti quando abbiamo fatto l'icsi hanno scritto indicazione trattamento: idiopatico, età.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 25751,
Probabilmente l'età di sua moglie è un elemento importante.
Io le consiglierei di proseguire con la Procreazione Medicamente Assistita
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore 25751,
Probabilmente l'età di sua moglie è un elemento importante.
Io le consiglierei di proseguire con la Procreazione Medicamente Assistita
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
di certo lo spermiogramma andrebbe eseguito nel Centro che lo deve analizzare e non a casa. Questo è già un elemento che può influenzare i parametri. Lo sperma è già un liquido che può avere delle oscillazioni notevoli nel corso dell'anno e anche nel mese.
Io francamente un controllo ecografico della prostata e delle vie seminali l'avrei fatto visto i ripetuti episodi di ipoposia (volume ridotto) per escludere fatti flofistici asintomatici a carico delle vie seminali distali che possano aver determinato una parziale ostruzione con relativo disturbo dello svuotamento.
Il fatto che nel referto dello spermiograma per ICSI avesse il 6% di forme normali non mi stupisce: di solito nei Laboratori analisi generici sono nettamente più "ottimisti" nella valutazione dei parametri seminali, soprattutto per la morfologia, semplicemente per una non adeguata competenza.
Riguardo l'RX non ha nessuna importanza.
Concludo dicendo che la vostra situazione mi sembra abbastanza chiara: sua moglie ha un'età che non consente altri spazi terapeutici se non quello della ICSI, lei ha una situazione seminale di grave teratozoospermia (elevata % di forme anomale)e in ogni caso non è stato valutato completamente per cui non è definibile come dispermia idiopatica ma a questo punto non perderei ulteriore tempo e proseguirei sulla strada della fecondazione assistita.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo con i colleghi che mi precedono
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
capisco la Sua ansia di raggiungere una diagnosi di certezza per la Sua infertilità. Ma credo che sia un obbiettivo del tutto secondario di fronte al primo, cioè quello di una procreazione. La Sua astenoteratozoospermia non può giovarsi in ogni caso di terapie mediche o tantomeno chirurgiche. La Sua dispermia si scontra poi con un altro fattore di infertilità di coppia (età avanzata delle Sua compagna). Non rimane quindi che insistere, oltre ogni ragionevole possibilità, con le tecniche di procreazione assistita oggi fortunatamente a disposizione. Prima dell'avvento di tali tecniche, la Vostra coppia era quasi inevitabilmente condannata all'infertilità.
Auguri affettuosi per l'avverarsi del Suo desiderio ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  


dal 2015
alla fine abbiamo ripetuto l'ICSI e mia moglie ha avuto un bimbo ieri bellissimo e sanissimo a 42 anni!
forse siamo stati fortunati probabilmente (sentendo i vari consulti di persona) per l'età di mia moglie, ma meglio così.
vi ringrazio a tutti, in particolare ho avuto modo di conoscere Diego Pozza e quindi lo ringrazio in particolare.
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
splendida notizia. Auguri affettuosi per il lieto evento a Lei ed alla Sua compagna.
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO