Utente 598XXX
Egregi,
ho 47 anni, soffro di allergia (rinite e asma) da 40 anni, ma da due anni sono in cura in un nuovo centro con ottimi risultati. Sono allergica a parietaria, betulla, cipresso, nocciolo, olivo, polvere, pelo cane e gatto... ecc. sulfamidici e tetracicline e con reazioni di crossreattività con frutta e verdura,(gonfiore alla bocca e gola. Sto facendo terapia desensibilizzante sublinguale per parietaria e da quasi due anni ho tolto dalla mia dieta quasi tutta la frutta e alcune verdure(premetto che era il mio cibo perchè mangio pochissima carne).
Con l'asma sono stata meglio,così anche per la rinite, ma quest'anno a fine maggio mi è iniziata un'orticaria fulminante,si presenta con bolle di diversa grandezza spesso poco arrossate ma rialzate proprio come quando si è stati a contatto con l'ortica e inizia spesso dalle mani e dai polsi, poi all'interno delle gambe (sempre), alle volte nei piedi (alluce e tendine), quando è più folgorante spuntano nel collo e sotto le ascelle, alle volte c'è solo prurito e non si vede nulla (come nei polsi). le prime volte ha iniziato con la bocca che si gonfiava in modo evidente, solo le labbra però e dopo alcuni giorni è iniziato il prurito che è devastante, ho una sensazione di mancamento, cerco di non grattarmi, ma è quasi impossibile. Compare spesso di notte o nel far del giorno, ho segnato volta per volta i cibi che avevo ingurgitato, ma non sono mai gli stessi. Alle volte c'è qualcosa che da l'input, o il bordo dello slip o un bracciale o una puntura di zanzara di qualche ora prima, da qualcosa inizia.. forse... per poi ampliarsi. Dopo due o tre ore mi passa(dopo due antistaminici)e non mi lascia segni,la pelle ritorna normale. Ho parlato con l'allergologa che l'ha imputata alla mia allergia,consigliandomi di fare anche le normali analisi del sangue, anche per escludere una possibilità. Gli esami, buoni per il resto, hanno evidenziato di aver contratto la mononucleosi e il citomegalovirus(IgG positivi, nessuna percentuale).Il mio medico curante ha detto che non hanno rilevanza e mi ha liquidato con un: "con la tua allergia..."
L'allergologa è in ferie, vorrei una vostra opinione ! Sono un pochino disperata.. non capisco perchè, cosa mi fa scatenare questa tortura?! Sarà che non ho abbastanza vitamine? Che potrei avere qualche malattia autoimmune o cosa? Non sono allarmista, ma da fine maggio mi sarà successo 15 volte e per assurdo non riesco a fare l'esame di laboratori che mi ha chiesto l'allergologa (test ISAC)perche non riesco a stare per più di tre giorni senza antistaminico! cos'ho? Datemi un consiglio. Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ettore Vallarino
28% attività
4% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
In attesa di eseguire i tests prescritti dall'allergologa e della successiva visita allergologica, consiglierei esami di pertinenza internistica generale con particolare riferimento a glicemia, emocromo completo di formula, IgE totali, GGT, Fosfatasi alcalina e bilirubina, oltre ai consueti di check up. Per i problemi gastroenterologici consiglierei esami endoscopici con biopsie per escludere "gastroenterite eosinofila", esami completi delle feci (compresa la ricerca di parassiti) ricerca helicobacter pylori e screening celiachia, ed ecotomografia addominale totale. Consiglierei anche tampone faringeo ed esame colturale delle urine. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 598XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dottore,
la ringrazio per la risposta. Gli esami di cui lei ha parlato sono tutti nella norma: bene l'emocromo,gamma GT perfetta, gli IgE non sono stati quantificati se non precedentemente l'inizio dell'orticaria.Gli unici risultati scaturiti sono l'IgG positive al citomegalovirus e gli Anti EBNA e VCA anch'essi con IgG positivi. Per quanto riguarda i problemi gastroenterici per ora non ne ho o solo raramente, ma mai associati all'eruzione cutanea.(Comunque per quanto riguarda la celiachia,la ricerca nel sangue o nelle feci ha dato esito negativa). Grazie e cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Ettore Vallarino
28% attività
4% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Le IgG positive indicano una "memoria anamnestica", una infezione pregressa, quindi non direi siano implicate queste infezioni. Cordiali saluti