Utente 113XXX
Salve, 4 mesi fa ho subito una circoncisione parziale con frenuloplastica per prepuzio esuberante che mi dava problemi nei rapporti. Non avevo fimosi e nè frenulo corto, il frenulo mi è stato allungato anche se non ce n'era bisogno. Il chirurgo mi ha detto che doveva allungarlo per forza in sede di circoncisione. Ora da flaccido il pene è completamente coperto. Il problema è che adesso su un lato della cicatrice della circoncisione e dove è stato toccato il frenulo, si è formata una cicatrice dura e biancastra. Il chirurgo mi ha detto che si è formato un cheloide e mi ha prescritto contractubex e dermatix. La cicatrice della circoncisione anche se dura su un lato non mi dà tanto fastidio, ma è il frenulo allungato che adesso mi tira. Il chirurgo mi ha detto di aspettare ancora e poi al limite rifarà un'incisione sul frenulo.
Come devo comportarmi? Ho letto che i cheloidi tendono a riformarsi se asportati. Ci sono altre tecniche?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

segua le indicazioni ricevute.

Conoscendo ora il suo problema a "formare cheloidi" il chirurgo, meglio se dotato di competenze andrologiche od urologiche, che procederà alla correzione del cheloide sicuramente metterà in operà tutti gli stratagemmi intraoperatori (fili , tipo di sutura, ecc) per evitare una ulterirore e possibile non perfetta cicatrizzazione.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com






[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
il chirurgo è un urologo/andrologo. Per la cicatrice della circoncisione invece non c'è nulla da fare? Solo una circoncisione radicale risolverebbe il problema? Dopo quanto tempo è bene rioperare un cheloide?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

la ferita deve essersi stabilizzata e quindi almeno sei mesi dal precedente trattanmento.

Comunque anche questa tempistica la decide il chirurgo che potrà valutarla in diretta.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com