Utente 116XXX
Salve,
Mi chiamo David e ho 19 anni.
Ieri ho avuto il mio primo rapporto sessuale, purtroppo inconcluso dato che ho sentito un gran bel CRACKKK!
Mi spiego, lubrifico per bene la mia partner, io ero notevolmente eretto, penetro la prima, la seconda, alla terza volta spingo un po di piu e sento tirare tantissimo con un TREMENDOO dolore/bruciore lo tiro fuori e vedo del sangue, allora corro al bagno bestemmiando in multilingua, controllo quanto è successo e avevo lesionato intensamente la parte a metà tra frenulo e spazio interno del prepuzio.
Ovviamente ho sciacquato il tutto, ma piu usavo acqua e piu bruciava maledettamente, fino a che l'emoraggia ebbe fine.
ovviamente mi rimisi le mutande.
A distanza di 2/3 ore urinai è sentii che bruciava ancora notevolmente,
Quindi sono andato in farmacia chiedendo consiglio e mi hanno venduto dei lavaggi di "euclorina" e "connetivina" pomata da applicare dopo i lavaggi.
Non li ho ancora fatti perche presumo che brucierà parecchio dato che è sale sodico!!!
ma cmq penso che li farò domani quando il bruciore in se e per se si sarà calmato un po!

ora veniamo alle domande:
Ho il frenulo troppo corto??
dovro patire ancora degli spaccamenti di questo tipo nei prossimi rapporti sempre se riusciro a concluderli?
dovro prendere provvedimenti es: circoncisione, frenuloplastica o semplicemente ho tirato troppo per essere la prima volta?

ora veniamo alle considerazioni fatte da me:

ho sempre avuto problemi di intensa ipersensibilità al glande, percui ho delle difficolta a seguire un igiene interno stabile, provo molto dolore nel toccare e rimuovere i residui sopratutto quelli situati a fine glande. Paradossalmente nei momenti sessuali con partner è completamente insensibilizzato al tatto e nei rapporti orali, apparte quando viene toccato il prepuzio che addiritura sento come una sorta di colica allo stomaco, e conseguante leggera retrazione del pene.

Spesso ho il glande secco ,ruguso e molte volte si arrossa moltissimo, per poi cominciare a idratarsi lentamente, ma cmq il rossore non sparisce, anzi diventa quasi un violaceo!

Frenulo costantemente rosso fuoco anche in modalità passiva.

buchino credo si chiami uretra, anche essa perennemente arrossata.

In conclusione:
Mettendo insieme questa serie di problemi presumibilmente c'è un legame con l'episodio accadutomi ieri, percui oltre alle ipotesi di natura strutturale del pene, non è da escludere nemmeno problemi di circolazione o anche di altre malattie legate all'apparato dermico.
non sono un medico e nn mi sono fatto una diagnosi ho solo intuito quali potrebbero essere.

sicuramente contatterò un andrologo o urologo, ma dato che lo siete anche voi mi piacerebbe leggere qualche parere.

Vi ringrazio anticipatamente

David

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,azzeri le fantasie e ritorni ad una realtà più semplice legata ad un frenulo (o ex frenulo) corto che si é lacerato,del tutto o parzialmente,nel corso del primo coito.Tutte le altre osservazioni vanno confermate da uno specialista reale e non virtuale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio Dr.Izzo, il frenulo si è lascerato parzialmente, effettivamente sembra quasi si sia scorticato.
In trepida attesa di altri pareri competenti...