Utente 602XXX
Buongiorno.
Mio marito ha fatto l'esame "prova di carico orale di glucosio(75g)"
e i risultati sono i seguenti:

P-glucosio (0') 115
p-Glucosio (120') 284 >200 Diabete Mellito.

Ora, naturalmente andremo dal ns dottore, che credo gli fara fare una serie di esami per accertamenti.
Mi chiedevo, quali tipi di esami dovrà fare per capire se effettivamente è diabetico.
(se non ho capito male, questo esame non può essere considerato risolutivo per la diagnosi del diabete, mi sbaglio?)

E soprattutto volevo sapere come comportarci con l'alimentazione in questo periodo di "transizione".

L'anno scorso, essendo mio marito donatore di sangue, ha fatto gli esami di controllo annuali e non aveva il glucosio alterato..
Quest'anno lo aveva appena fuori dai valori limite, motivo per il quale è andato a fare questo esame del glucosio.
Naturalmente siamo un pò spaventati, soprattutto perchè non sappiamo cosa ci attende, nè a livello di esami, né per la vita futura.

Grazie per qualsiasi chiarimento ed indicazione vogliate darci.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora, la curva da carico orale di glucosio è l'esame discriminante, quello cioè che utilizziamo per fare diagnosi di Diabete. Quando il valore a seconda ora è uguale o superiore a 200 mg/dl, si può fare diagnosi di Diabete Mellito. Capisco il turbamento, ma consideri che una diagnosi precoce eviterà a suo marito tutti quei problemi legati alle complicanze che questa condizione subdola può provocare. Quando ogni anno organizziamo su tutte le piazze italiane "la giornata mondiale del diabete", l'intento è di "scovare" soggetti già diabetici che non sanno di esserlo, proprio perchè preso in tempo e trattato adeguatamente, non da alcun problema. Molte persone, tra cui suo marito, facendo i normali esami di sangue ritrovavano valori di glicemia basali o normali o lievemente al di sopra, e spesso questo porta a sottovalutare la situazione. Bravo il suo medico che non si è fermato e le ha fatto fare l'OGTT (curva da carico orale). Adesso bisognerà soltanto correre ai ripari e questo è più facile del previsto: dovrà migliorare il suo stile di vita incrementando l'attività fisica, seguirà un'alimentazione bilanciata (cosa che dovremmo fare tutti a prescindere dal Diabete), evitando gli eccessi, aumentando la quota d fibre (verdura e ortaggi) e possibilmente iniziando un farmaco che si chiama metformina (se non controindicato) come suggerito dalle linee guida internazionali. La metformina andrà titolata dal suo medico (incrementata gradualmente) al fine di minimizzare gli effetti collaterali che anche se non pericolosi, sono mmolto fastidiosi (per es. diarrea). Quindi cosa vi attende? Una vita assolutamente normale nella quale farete solo maggiore attenzione allo stile di vita cosa che sarà sicuramente salutare a prescindere da tutto.
La raccomandazione che do a suo marito è quella di non sentirsi "malato" la condizione di Diabete Mellito al giorno d'oggi, con i presidi terapeutici e le conoscenze acquisite è una condizione metabolica che non più ci priva, ma ci allinea ad abitudini di vita più sane.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 602XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la risposta celere.
un altra domanda se possibile.
D'ora in poi dovrà ovviamente tenersi controllato, anche come esami.
ma il discorso dell'insulina?
Scusi la completa ignoranza in materia, preferisco chiedere a lei, a costo di sembrare sciocca, perchè navigando in internet e leggendo vari articoli, ci si spaventa e basta.
Inoltre volevo chiederle: stiamo cercando di avere un figlio, con problemi riguardanti la "mobilità" degli spermatozoi di mio marito.
in quel senso abbiamo fatto accertamenti, cure e anche è stato recentemente operato di varicocele.
Mi chiedevo se il diabete potesse influire anch'egli nella situazione.
Grazie per la pazienza
[#3] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, sicuramente dovrà fare dei controlli periodici (i controlli servono ad accertare il raggiungimento degli obiettivi e la prevenzione dei problemi: è questa la medicina moderna!), ma fare i controlli non significa fare esami in maniera ossessiva! Sarà il suo diabetologo di fiducia a stabilire i tempi e i modi. Attenzione ad internet perchè si trova di tutto! Si trovano sia siti competenti che siti "avventurieri", che capisco, per un non addetto ai lavori può risultare difficile da comprendere. Per quanto riguarda la possibilità di avere figli, suo marito sarà un papà perfetto, non essendo il diabete compensato un problema.
Non abbia remore a comunicare i suoi dubbi, io e tutto lo staff di medicitalia saremo felici di rispondere ai suoi quesiti!
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 602XXX

Iscritto dal 2008
grazie.
sicuramente in futuro non mancherò.
per il momento andremo dal nostro medico di base e vedremo il da farsi.
grazie ancora, per la celerità, la chiarezza e la cortesia.