Utente 128XXX
74 anni affetta da trombocitemia
NODULO SENO SX ADDENSAMENTO SPICULATO CON MICROCALCIFICAZIONI POLIMORFE INCLUSE DI 3.CM DIAMETRO MAX NODULO SILIDO AGOASPIRATO:PRESENZA DI NUMEROSE CELLULE CARCINOMATOSE DI MEDIE DIMENSIONI ISOLATE O IN PICCOLI AGGREGATI CON ABBONDANTE CITOPLASMA CATEGORIA C5
LINFONODI SOSPETTI CAVO ASCELLARE OMOLATERALE CON IL MAGGIORE DI 1,6 CM AGOASPIRATO: NUMEROSE CELLULE CARCINOMATOSE REPERTO CITOLOGICO COMPATIBILE CON METASTASI LINFONODALE DI CARCINOMA MAMMARIO.
POSSO SPERARE???
grazie in un momento terribile
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Deve eseguire la stadiazione (studio del torace, fegato, ossa). Dopo tali esami valutare le opzioni da seguire (per esempio: chemio - chirurgia -chemio oppure chirurgia - e poi si vede dall'istologico...)
[#2] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dr. Alessandro D'Angelo, la ringrazio per la veloce risposta e Le chiedo cortesemente di darmi un Suo giudizio sul livello di gravità' e sulle possibilità di recupero della situazione (purtroppo nodulo di 3,5cm non 3 cm.).Grazie ancora e buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
3 o 3,5 cambia poco...
credo ce più che esprimersi sulla gravità, sia necessario procedere nel verso giusto.

una stadiazione di malatti è fondamentale prima di ogni cosa ; poi si potrebbe effettuare un trattamento neoadiuvante seguito da intervento o un trattamento d'emblè.

Deve affidarsi ad un oncologo e nella sua città ve ne sono di bravi (primario ed aiuti).
[#4] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
DIAGNOSI ISTOLOGICA (mastectomia e ascella)
Cacinoma duttale infiltrante della mammella grado 3 secondo Elston. La neoplasia corrisponde al nodulo cm 3x2x2.8 descritto macroscopicamente e si associa a focolai di carcinoma duttale in situ, poco differenziato secondo Holland, di tipo comedocarcinoma, che rappresenta ca. il 3% delle dimensioni totai del nodulo. Non si osserva invasione neoplastica vascolare linfatica. Il piano cutaneo,il parenchima a distanza e tutti i margini chirurgici di resezione sono indenni. Metastasi linfonodali e perilinfonodali a 29 dei 41 linfonodi isolati.
Cute senza evidenza di neoplasia
Tessutio adiposo libero da neoplasia. Non si repertano linfonodi.
Situazione recuperabile? Durata e qualità vita? Quali cure?
Grazie infinite.
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Aspetti a trarre conclusioni catastrofiche anche se il massivo interessamento linfonodale è un fattore prognostico importante.

Mancano altri dati sulla stadiazione della malattia
(ecografia addominale, tac, scintigrafia ossea) come suggeriva il collega D'Angelo.

In considerazione della età della paziente deve essere
fatta una valutazione reale e non virtuale per la terapia

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=54533
[#6] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
GLI ACCERTAMENTI EFFETTUATI PRIMA DELL'INTERVENTO SU ALTRI ORGANI HANNO DATO TUTTI ESITO NEGATIVO. GRAZIE
[#7] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Mi scuso se insisto, ma non ha avuto riscontro la precisazione che gli esami effettuati prima dell'intervento non hanno trovato traccia di metastasi.
Quante probabilità di recupero ci sono?
Grazie in anticipo in un momento molto delicato.
G R A Z I E
[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si tratta di una neoplasia avanzata ((N+29/41) e il fatto che non ci sia un interessamento metastatico a distaza è sicuramente una buona cosa.

Ma non è mai corretto esprimersi in termini probabilistici soprattutto tramite Internet anche perchè noi rispondiamo ad un ANONIMO, nel senso che ci sono pazienti che fanno richieste come la sua spacciandosi per un familiare.

Ne deve quindi discutere con il suo oncologo su questo tema perchè questi argomenti si devono affrontare guardandosi negli occhi. Purtroppo questo è il limite del mezzo telematico.
[#9] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,
la cura prescritta a mia madre previa sospensione di ONCOCARBIDE (è affetta da TROMBOCITEMIA) prevede:
- FEC x 3 cicli ogni 20 g.
- TAXOCO x 3 mesi (settimanale? ho capito bene?)
- RADIOTERAPIA 5 min/g per 1 mese
- TERAPIA ORALE x 5 anni.
Dopo tutto questo è possibile un recupero?
Cosa devo aspettarmi?
Grazie