Utente 125XXX
Buongiorno,
vorrei sapere la funzione esatta del legamento sospensore/sospensorio del pene e a quali eventi e cause può portare una sua anomalia, un suo malfunzionamento o addirittura la sua recisione.
Leggendo su internet ho trovato alcune informazioni sull'argomento ma sempre molto frettolose per poi approdare al vostro sito dove ho notato alcuni articoli molto interessanti sul caso e considerato ke ogni situazione è ad hoc eccomi scrivente.
Ho 27 anni, ho avuto ed ho una vita sessuale, da quanto ho potuto apprendere le erezioni notturne e mattutine che io ho regolarmente sono un buon segno e l'unico dubbio che mi sorge è riguardo alla mia erezione strana.
Ad ogni erezione il mio pene aumenta di circonferenza e di lunghezza i tessuti sono ben tesi ma esso non si erige di molto, cioè resta scusate il termine "a penzoloni" verso il basso come se non esistesse ancoraggio alla base e quindi il peso dell'organo gravasse su se stesso nonostante s'invigorisca normalmente da tutti i punti di vista permettendomi facili penetrazioni.
Il mio pene in erezione è perpendicolare/leggermente obliquo al pavimento con il glande che punta verso il basso invece di essere parallelo , cosa che però riesco a risolvere alzandolo manualmente per la penetrazione.
Inizialmente pensavo che si trattasse di una curvatura congenita cronica ma vedendo delle foto su internet mi son reso conto che l'andamento della curva non è affatto lo stesso, poichè direzionandolo correttamente cioè parallelo al pavimento ha una forma sempre curva ma non accentuata tipo... scusate la similitudine "a banana" con il glande che punta sempre in basso e credo che questo non dovrebbe essere un problema ma solo un'alterazione conformazionale che hanno anche dei miei amici e una percentuale di uomini nel mondo, visto e considerato che sono in grado di penetrare e il pene si adatta benissimo al decorso della vagina e viceversa.
Quindi ripeto, la sensazione visibile e anche che io avverto fisicamente è quella che esso non sia ancorato alla base cioè non ha stabilità e quindi non si alza. Ho letto che soprattutto gli uomini di colore hanno il legamento sospensore del pene più debole e anche reciso il quale porta ad un effetto simile, non saprei l'attendibilità della fonte ma è solo una notizia che ho letto e la prendo con il beneficio del dubbio!
Di cosa potrebbe trattarsi? E' grave? A quali rimedi (operazioni chirugiche, farmici qualsiasi cosa) si può andare incontro?
Scusate se scrivendo ho azzardato forse qualcke auto-diagnosi ma non sapevo come poter spiegare al meglio il mio caso.
Vi ringrazio anticipatamente e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,escluderei problemi legati ad una presunta lassita' del legamento sospensore del pene.Propenderei per una naturale conformazione del pene in erezione che,quindi,non e' patologica e non merita alcuna attenzione terapeutica ne' farmaclogica,ne' chirurgica ne' estemporanea legata ad estensori...Tralaltro ,la penetrazione e' normale,per cui viva sereno.Cordialita'.