Utente 239XXX
Salve dottori. Vi sarei grato per un chiarimento. Mi è capitato che in seguito ad una masturbazione abbastanza intensa praticatami dal partner mi si sia gonfiata molto la pelle del pene. Questa cosa mi capitava spesso prima di circoncidermi. Se la masturbazione era un po' più intensa mi si gonfiava tutta la pelle che ricopriva il glande e in parte anche l'asta, senza però provocare la strozzatura tipica della parafimosi. In altre parole riuscivo comunque a scoprire parzialmente il glande. E nel giro di una mezza giornata si sgonfiava ritornando alla normalità. Ebbene, ora questo è successo (raramente) anche dopo l'operazione, fatta 2 anni fa ormai, ma in modo lieve. Questa volta invece il gonfiore è stato veramente molto, tanto da deformare il pene. Non avendo più il prepuzio, ha interessato tutta la pelle a partire dalla corona del glande fino alla base. Oserei dire che le dimensioni apparivano raddoppiate. Non ho avuto nessun dolore e alcuna difficoltà nella minzione e ora, a distanza di 10 ore, si è quasi sgonfiato. Però mi sono un po' impressionato! Da cosa dipende? C'è qualche rischio? Posso evitarlo in qualche modo? Concludo dicendo che nemmeno la masturbazione è stata dolorosa e si è conclusa normalmente con l'orgasmo. Grazie per un vostro parere e mi scuso se la specialità più appropriata non dovesse essere questa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quella è cute sottile, che con strofinamente intensi per forza gonfia. Tenga il pene il altro contro la pancia per eliminare il gonfiore magari fissato con cerotto.
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dottore! Farò così se mi ricapita!