Utente 906XXX
Buongiorno,
ho da un paio di mesi un dolore alla fossa iliaca destra/pube/inguine.
Inizialmente pensavo che la causa fosse una cisti ovarica che però si è totalmente riassorbita. Visita Ginecologica, eco TV ok. Eco addome completo, ok. Colonscopia effettuata qualche mese fa ok.
Sento come delle parti in rilievo che la mia dottoressa (endocrinologa) dice non trattarsi di linfonodi, ma dei legamenti inguinali asimmetrici e di pubalgia.
Mi ha consigliato solo ginnastica e antinfiammatori.

A chi posso rivolgermi per risolvere questo problema, senza effettuare 100 visite e spendere uno stipendio (visto che dovrei agire privatamente)?
Meglio un ortopedico o un chirurgo?

grazie, buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La sede e' quella tipica per processi infiammatori relativi all'appendice, ma il suo racconto lascia supporre che non si tratta di sicuro di un episodio acuto. Escluse le patologie di pertinenza ginecologica, rimane piuttosto da capire se non possa essere un risentimento appendicolare di tipo cronico, che non procurerebbe gravi disturbi ma soltanto ricorrenti fastidi: per togliersi ogni dubbio ci vorrebbe in effetti una Visita Chirurgica. Ritengo tuttavia, per un calcolo semplicemente statistico, che sia meglio rivolgersi prima ad un Ortopedico o ad un Fisiatra, che provvedera' invece a trattare eventuali infiammazioni dei muscoli locali, e soltanto in caso di dubbio (direi improbabile) potrebbe effettivamente consigliarle di chiedere un parere al Chirurgo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
A quanto giustamente consigliato dal Collega Spina, mi permetto di aggiungere la possibilità di prendere in considerazione, vista l'irradiazione del dolore, la possibilità di un'ernia della regione inguinocrurale, dubbio che per altro mi sembra sia già stato sollevato dal suo Medico Curante (v. precedenti consulti). In tal senso la visita di un Chirurgo potrebbe essere dirimente.
Un consulto chirurgico specialistico è ottenibile dal Servizio Sanitario Nazionale senza necessità di accollarsi spese aggiuntive da parte sua.