Utente 105XXX
egregio dottore,
le scrivo per ottenere da lei un consiglio
mio padre di 56 anni,fumatore anche se non esageratamente,al 22 gennaio scorso ha effettuato un rx torace con tale esito:
lieve accentuazione della trama polmonare senza visibilità di lesioni polmonari e pleuriche di tipo focale in atto.
diaframma regolare con seni costo-frenici liberi.
ombra cardio vasale morfovolumetricamente nei limiti della norma.
è però da circa 1 settimana che avverte dolori alle spalle tipo qnd si hanno dolori alle ossa,alle volte ha difficoltà nel fare il respiro lungo e questo dolore lo avverte anke al petto,tipo come se avesse dei michi che non riesce a cacciare,credo come senzo di compressione.
solo 1 volta dopo aver preso d sera una tisana calda ha cacciato dei muchi
cosa ne pensa?
è grave?
sono preoccupata
ho il terrore di quella malattia che tutti hanno paura anke a nominare
ovviamente in qst gg nn fuma xkè non ce la fa
sta prendendo bactrim e ieri 1 compressa di bentelan 1 mg
e l altro ieri sembra che di mattina ha avuto decimi di febbre perchè si sentiva accaldato
possono essere sintomi che provengono da un estate calda?
c'è da dire anke che lui quando torna da lavoro passa tutto il p.m. e la sera disteso a letto a guardare la tv
grazie 1000 e scusi per il disturbo sxo mi dia buone notizie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

premetto che le indicazioni che seguono sono di carattere generale e non pretendono in alcun modo sostituire una visita medica o indicare una terapia.

Tuttavia i sintomi respiratori riferiti sono dei sintomi assolutamente aspecifici, ovvero sintomi compatibili con una sindrome respiratoria passeggera in un paziente fumatore e, vista l'età e l'abitudine al fumo, probabilmente con iniziale bronchite cronica.
Questa è una condizione frequente in questa tipologia di pazienti, pertanto stia tranquilla e non consideri subito situazioni ed ipotesi estreme.

Il mio consiglio in questo caso è di far riferimento al medico curante, che nel caso i sintomi continuassero, farà sicuramente eseguire a suo padre gli accertamenti più opportuni (anzitutto la ripetizione di una radiografia del torace).

Il secondo consiglio è SOLLECITARE L'ASTENSIONE COMPLETA E DEFINITIVA DAL FUMO.

Non è mai troppo tardi per smettere e gli effetti positivi di tale scelta non sarebbero limitati all'apparato respiratorio, ma si estenderebbero anche al sistema cardiovascolare e, in generale, a tutto l'organismo.

Rimango a sua disposizione per ogni eventuale necessità o chiarimento,

Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
grazie 1000 dottore
è stato estremamente gentile
infatti già ora dice che alle volte si sente bene e altre xhe avverte qst fastidio dolore
la ringrazio per il suo consiglio
buon lavoro
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Grazie,

se avesse di nuovo bisogno ci faccia sapere.

Cordiali saluti,
[#4] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
veramente su qst sito ho incontrato medici coscenziosi e disponibili
ke bello sapere che c'è ancora gente che come lei fa il suo lavoro cn passione e con la consapevolezza che si ha a ke fare con la vita delle persone
mi complimento e grazie ankora di tutto
[#5] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
mi scusi dottore
ma la bronchite cronica porta i sintomi che ha mio padre?
da ieri fa anke qualke colpo di tosse ma nn ha muchi da espellere
onestamente qualke gg fa si sentiva veramente bn ma ieri i dolori sn ripresi nuovamente gli fa male tt la zona delle costate,dietro le spalle e poi dice che qnd respira gli fa male e spesso nn riesce a fare il respiro lungo
cmq la ringrazio per avermi rassicurata su quella malattia...giò tremavo
anke perchè ha fatto l'ecografia solo a gennaio...sarebbe proprio sfiga
grazie 1000 d tt
[#6] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

Le confermo che i sintomi possono essere dovuti ad una riacutizzazione in un paziente con verosimile bronchite cronica.

A questo punto, persistendo i sintomi e in accordo con quanto detto nel primo post, conviene che si rivolga al medico curante per una visita e gli approfondimenti del caso (RX torace, visita specialistica pneumologica...).

Cordiali saluti,
[#7] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
salve dottore,
come da lei consigliato mio padre ha fatto un rx al torace dove l esito è tt nella norma tranne una dicitura:
reperto tramitico specie alle basi.
sta prendendo bisolvon
ma ora il problema è un altro
mio padre a fine mese dovrà fare un intervento d ernia del disco in anestesia totale
ci possono essere complicazioni??
lo può fare??
grazie 1000
[#8] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

la frase "reperto tramitico specie alle basi" vuol dire in altri termini "accentuazione della trama vascolare (polmonare) specie alle basi" ed è un reperto prevedibile in un paziente con una bronchite cronica riacutizzata, in cui vi è stata una modica infiammazione.

Da solo, questo reperto non è indicativo di una patologia.

Riguardo all'anestesia generale che deve subire suo padre la sua situazione respiratoria verrà considerata dall'anestesista come uno degli elementi che costituiranno la previsione del "rischio" anestesiologico dell'intervento (valutazione che viene fata su tutti i pazienti per tutte le anestesie generali).

Questo elemento, da solo, non aumenta in modo sensibile il rischio operatorio.

Sperando di esserle stato di aiuto, la saluto cordialmente.
[#9] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
lei è molto d'aiuto nn solo professionalmente ma anke psicologicamente per la cortesia che la contraddistingue
immensamente grazie
Anna