Utente 117XXX
Buongiorno,

ho 26 anni e, in seguito ad ecocardiogramma che rilevato click mitralico, mi sono sottoposta ad un ecocardiodoppler:

Normali dimensioni cavità cardiache

Normali la cinesi globale e segmentaria

Normale lo spessore delle pareti ventricolari

Prolasso mesotelesistolico del lembo anteriore della mitrale

Normali le escursioni sisto-diastoliche dei lembi delle valvole semilunari e della tricuspide

DOPPLER: Insufficienza mitralica lieve.

Cosa comporta il prolasso mesotelesistolico? devo evitare alcune attività fisiche? peggiorerà con gli anni? in che modo?

Ringraziandovi anticipatamente per la disponibilità e professionalità, porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il prolasso del lembo mitralico è una anomalia valvolare che nel tempo, in effetti, potrebbe determinare una progressiva diminuzione della funzionalità della valvola stessa con aumento dell'insufficienza già riscontratale. Il monitoraggio della eventuale progressione della valvulopatia, (che al momento è di lieve entità e non necessità di alcuna terapia) si effettua mediante ecocardiogrammi seriati nel tempo, almeno uno ogni tre anni, a cui eventualmente associare anche un test da sforzo e un Holter ECG.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Martino, la ringrazio per la tempestiva risposta.

I miei dubbi (e paure) sono relative all'avanzare degli anni: una futura diminuzione della funzionalità con aumento dell'insufficienza può portare a conseguenze gravi? In che modo si interviene per un'insufficienza più grave? Esiste una cura? Scusi tutte queste mie domande...
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il lieve vizio valvolare di cui è affetto può rimanere tale anche per anni senza determinare particolari alterazioni della funzionalità cardiaca. In assenza di specifici sintomi, non esiste attualmente una cura farmacologica, nè tantomeno è facile fare previsioni sul futuro. Saluti
[#4] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Quindi posso stare un po' più tranquilla?
La ringrazio per avermi chiarito la mia situazione
[#5] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori,
riapro questo post in merito al fatto che mi sono ricordata che circa due mesi prima di avere la diagnosi di prolasso del lembo mitralico, mi sono sottoposta all'estrazione di due denti del giudizio senza terapia antibiotica non essendo a conoscenza del mio problema valvolare. Sono a rischio di endocardite? c'è qualche esame che posso fare per scoprirlo?
Confidando in una vostra risposta vi saluto cordialmente.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Stia serena, un eventuale processo infettivo già avrebbe dato luogo a sintomi. E comunque la profilassi antibatterica non viene più effettuata in casi come il suo.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Dott. Martino, la ringrazio per avermi tranquillizzato ancora una volta. Non so se posso chiedere a Lei, ma la mia patologia cardiaca mi rende un soggetto a rischio rispetto all'influenza h1n1? Mi consiglia di vaccinarmi?
Grazie ancora e buon lavoro!!!
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Per il suo caso, al momento non vi è alcuna obbligatorietà alla vaccinazione.
Saluti
[#9] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per il chiarimento.
[#10] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
So che il post è vecchio, ma spero di ricevere ugualmente una risposta...in caso di asportazione di un nevo devo sottopormi alla profilassi antibiotica?
Grazie
[#11] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
So che il post è vecchio, ma spero di ricevere ugualmente una risposta...in caso di asportazione di un nevo devo sottopormi alla profilassi antibiotica?
Grazie
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Assolutamente no.
[#13] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta...ad averla letta prima! ieri il mio medico di base mi ha consigliato di farlo: ho preso una compressa di augmentin un'ora prima dell'intervento e una oggi...è pericoloso?
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Se non allergica non corre rischi, la profilassi antibiotica è una inveterata pratica medica, diffusa ma, oramai non ritenuta necessaria nel suo caso per una eventuale rischio di endocardite.
Saluti
[#15] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Dottore, approfitto della sua gentilezza per porle il seguente quesito (che a dire il vero non so quanto sia di sua competenza):

- sono stata dall'ortodonzista e dovrò mettere l'apparecchio...il problema è il tipo di apparecchio. Le spiego. L'ortodonzista ritiene che con il mio problema valvolare non posso portare il classico apparecchio fisso (quello con le placchette per intenderci) perchè mi provocherebbe un sanguinamento continuo. Lo stesso problema, dice l'ortodnzista,lo darebbe l'apparcchio Invisalign (le mascherine tipo paradenti...non so se le ha presenti.)..
Lei cosa ne pensa? Mi devo rassegnare ad avere i denti storti?
la ringrazio infinitamente
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Non ho competenze in merito per rispondere al suo consulto.
Saluti