Utente 129XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 24 anni e da circa 3 mesi ho cominciato ad avere esperienze sessuali. Inizialmente non ho avuto problemi di erezione durante i rapporti se non nel fatto curioso di non essere mai riuscito a raggiungere l'orgasmo.
Tuttavia non lo consideravo un problema perche' perlomeno mi permetteva di far durare il rapporto sessuale molto a lungo.

Ultimamente pero' nelle ultime 3 settimane le cose sono cambiate (in peggio ovviamente).

Un giorno, mentre facevo sesso con la mia ragazza, mi e' capitato di perdere l'erezione all'improvviso senza apparente motivo e di non riuscire piu' a recuperarla, ho pensato fosse dovuto alla stanchezza per cui in quel momento non mi sono preoccupato.

Purtroppo pero', a partire da quel giorno, la situazione e' drammaticamente precipitata; ora non sono piu' in grado nemmeno di raggiungere l'erezione se non attraverso la stimolazione manuale e sempre con notevoli difficolta'.

Anche nel caso in cui riesca ad ottenere l'erezione essa e' del tutto insufficiente per l'atto della penetrazione e comunque e' destinata a sparire molto velocemente (circa 15-30 secondi) appena interrompo la stimolazione manuale. In quei momenti ogni sforzo che faccio per "concentrarmi" provocano solo un peggioramento...

Cosa posso fare per risolvere questo problema?

Vi ringrazio molto, Maurizio.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le alterazioni eiaculatorie (eiaculazione precoce o ritardadata o aneiaculazxione) precedono il deficit erettile poichè entrambe le situazioni sono fioglie di caratteri ansiosi. Se questo succede alla maggioranza delle persone con questi suoi sintomi non è detto che lei abbia problemi di tal tipo in quanto entrambe le situazioni possono avere anche altre cause. Vada da collega per la verifica del caso.