Utente 129XXX
Gentili Dottori,

Sono una ragazza di 32 anni.
Le scrivo perchè, 12 giorni fa mi sono sottoposta ad un intervento di liposuzione, le parti trattate sono state la schiena, lo stomaco, la pancia e le coscie, mi sono stati tolti 5 litri di grasso, il mio peso è 63kgx160 .
Le scrivo poichè dal giorno dell'intervento soffro di tachicardia, prevalentemente quando mi sdraio, tant'è che la notte ho i battiti così accelerati che mi sveglio per mettermi in posizione eretta, ma anche di giorno sento i battiti accelerati. Non ho altri malesseri e tutto sommato sto abbastanza bene, tranne la pressione un po' bassa e una stanchezza generale, inoltre ho difficoltà a respirare e sento costantemente un nodo in gola, ho pensato che si trattasse della mia acidità da reflusso, che magari con i farmaci antiinfiammatori (brufen x 6 gg), si è scatenata, dal momento che ho male allo stomaco, sensazione di soffocamento e il solito tappo in gola; tant'è che mi sono autoprescritta uno sciroppo antireflusso ( NoReMiFa) che sto assumendo.
La mia preoccupazione è la tachicardia, non capisco a cosa possa essere legata, se è normale dopo un intervento del genere e come mai l'avverto così forte quando mi sdraio? Sono un po' preoccupata, ho letto di embolie e cose del genere, ma dopo quanto tempo dall'intervento si manifestano? Non so come comportarmi, poichè ho fatto l'intervento all'estero e trovo difficoltoso consultarmi con questi medici.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le cause di tachicardia improvvisa possono essere multiple e nel suo caso possono afferire sia allo stress fisico a seguito dell'intervento, sia alla sua alterata funzione gastroenterica. I sintomi da lei avvertiti, di tipo simil-influenzale, non consentono una diagnosi definitiva in assenza di una visita medica e delle opportune analisi del sangue. Consulti, pertanto, il suo curante.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr.Martino,
la ringrazio per la celere risposta, in effetti in questa settimana ho avuto una leggera febbre, ad ogni modo cercherò di curare il reflusso gastroenterico e provvederò a rifare gli esami del sangue, sebbene prima dell'intevento fossero nella norma.
Quello che mi incuriosiva, tuttavia era questa tachicardia da decubito.

Grazie