Utente 129XXX
Buongiorno,
ho 24 anni, vivo a Milano e ora mi trovo ai caraibi da tre mesi e ci rimarrò per altri due almeno.
Il mio problema è un intollerabile prurito diffuso nel corpo. La sensazione è quella di avere i nervi scoperti, nel senso che il prurito è profondo e non solo sulla superfice.
Ho letto tanto in proposito, ma non so proprio come adattare tutto quello che ho letto con me.
Vi dico che un anno fa ho avuto una grave intossicazione alimentare da pesce crudo e da quel momento mi sembra che il mio corpo sia più fragile.
Nel navigare in internet ho oggi scoperto che dei sintomi simili ai miei ce li aveva un ragazzo che è stato morso da una zecca molle(argus reflexus) e questo stesso animale l'ho visto pui volte in casa a Milano ma non conoscendolo l'ho preso per un insetto inoffensivo e quindi non ho prestato attenzione. Quando ancora stavo a Milano ho avuto degli episodi notturni in cui mi svegliavo in piena notte con la sensazione che le braccia mi esplodessero e un forte prurito, per lenire mettevo il foille pensando fossero dei morsi di zanzare...ora mi viene il dubbio non fossero zanzare ma appunto questa zecca dei piccioni.
Gli episodi di prurito da un mese sono diventati intollerabili. Dopo la doccia, dopo il bagno a mare se l'acua è mossa, di notte immotivatamente, se c'è molta umidità. La pella non presenta rossore o ponfi, il prurito dura nemmeno 20 minuti e se ne va.
Vivo in un ambiente dove l'acqua contiene molto cloro, e mangio piuttosto sano con movimento regolare, idrato sempre bene la pelle.
Qui i mosquitos sono ovunque e li combatto con l'autan che peerò dopo 5 minuti dall'applicazione mi provoca prurito.
Non so piu cosa fare..vi chiedo un consiglio pur sapendo che dovrei farmi visitare, ma qui non è cosi facile. Ho sempre preso sottogamba questi primi segnali ma ora il prurito è diventato delle volte insostenibile.
Non riesco a capire assolutamente da dove può venire o come posso evitarlo.
Grazie mille per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Il prurito è da considerarsi un sintomo, non una malattia: sottostante al sintomo possono esservi le condizioni più disparate, da stati di tipo allergico (orticaria ad esempio) a malattie neoplastiche (linfomi), malattie metaboliche e quant’altro.
Molto spesso non si riesce a determinare la causa scatenante (prurigo sine materia) ed al curante non rimane che il controllo dei sintomi (antistaminici e/o ansiolitici) ed il monitoraggio clinico. Le consiglio pertanto una visita medica corredata dall’esecuzione di uno screening ematochimico specifico, ovviamente se possibile, ma per lo meno di base, o "di routine" come diciamo in gergo. In caso di rilievo di esami alterati si rivolgerà allo specialista di competenza (esempio se transaminasi elevate al gastroenterologo).
In bocca al lupo
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio infinitamente per il consulto.
Ho rilevato una cosa strana ma per me molto sollevante....al primo giorno di ciclo il prurito è sparito! Non so se può essere rilevante o grave a livello medico, spero solo che mi dia un po di pace.
Non tarderò una volta tornata in Italia a fare una visita da uno specialista e sicuramente l'esame da lei consgliato.
Grazie di nuovo.