Utente 129XXX
buongiorno vorrei avere informazioni sul mio caso dato che e dal 12 di luglio che ho questo problema e dopo 3 settimane di ricovero in medicina e il resto a casa sotto osservazione non si e ancora risolto nulla perche ho ancora problemi respiratori con dolori al petto con i respiri piu profondi e dolore alla spalla sinistra sempre nel atto di respirare al momento prendoindoxen50 3 volte al giorno esopral una al mattino e deltacortene 25mg al mattino gli esami del sangue sembra che siano regolari ma persiste lo sfregamento nell'ascoltare il cuore e un versamento che invece di diminuire sta aumentando il primario mi ha detto che ci vorra tempo ma io ho gia perso il lavoro e non mi danno la possibilita di cercarne un altro dato che devo stare a riposo assoluto vorrei sapere se ci sono altri modi per guarire da questa malattia o se devo veramente avere tanta pazienza....in oltre ho problemi di tremori e insonnia battiti piu forti del cuore ma il medico hha detto che e normale per via del cortisone ma non me lo puo togliere per il versamento grazie per ogni aiuto che mi potete dare cordiali saluti da stefano

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Stefano, purtroppo debbo confermarle quanto dettole dal collega che l'ha in cura, la risoluzione di tali processi infiammatori è lunga e necessita davvero di tanta pazienza!
In bocca al lupo.
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la risposta immediata......speravo in una risposta diversa ma ho capito che devo avere tanta pazienza e stare tranquillo....ma eventualmente se me la sento posso comunque lavorare con questi sintomi o devo proprio stare a riposo? rischio di aggravare la situazione facendo sforzi o e solo un discorso di affaticamento generale?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Una ripresa delle sue attività è auspicabile che avvenga solo allorquando il liquido infiammatorio si mantenga costante per quantità o comunque si evidenzi una sua riduzione, il tutto associato anche ad una riduzione degli indici infiammatori.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
mi scusi se le chiedo ancora informazioni ma sono stato ricoverato ancora urgentemente per il dolore insopportabile e una emorrargia interna che mi provocava sangue nelle urine...ora sono di nuovo a casa ma sotto controllo perche mi hanno diagnosticato che la pericardite e dovuta a degli anticorpiautoimmuni che lavorano contro di me il cardiologo immunologo marcolongo di padova mi ha detto che e preoccupato nel senso che secondo lui questa e solo una fase di transizione che potrebbe peggiorare in qualcosa di ben piu grave...cosi ora prendo due pastiglie di cortisone una di colchicina e due di gastroprotettore....nella speranza che si blocchi tutto...per il momento ho circa 600ml di liquido nel cuore e sembra stabile speriamo...la mia domanda se puo rispondere e questa..mi hanno detto di stare a riposo, di non ammalarmi, di non fare sforzi,di stare tranquillo,ora io sono alla ricerca di lavoro perche con questo problema lo ho perso...c'e la possibilita che con questa patologia di rientrare nel 46 per cento di invalidita civile oppure l'iter burocratico e complicato da dover rassegnarmi? grazie cordiali saluti da coaro stefano di montebelluna
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Non saprei risponderle, è compito di un medico legale.